Esperti militari giudicano difficile la situazione delle forze ucraine

Il capo di stato maggiore delle Forze armate della Polonia, generale Rajmund T. Andrzejczak, ha riconosciuto il deterioramento della situazione dell’Esercito ucraino e dell’Ucraina nel suo insieme. Così ha informato la rivista Military Watch in cui si riferisce che il militare ha segnalato i problemi finanziari che sta affrontando l’Ucraina ed inoltre ha indicato la mancanza di preparazione dell’industria militare occidentale, non solo per inviare attrezzature e munizioni alle forze armate dell’Ucraina, ma anche per ripristinare la proprie giacenze che si stanno esaurendo. L’alto ufficiale ha segnalato che in occidente non comprendono del tutto quanto sta accadendo e che i fatti reali differiscono molto dalle informative trasmesse.
Molti leader occidentali non si sono ancora resi conto di quanto stia lontano l’Ucraina dalla vittoria, ha detto Andrzejczak; in precedenza l’analista militare britannico, Michel Clark, ha raccomandato alle forze ucraine di evitare gli attacchi con missili dell’esercito russo per non disperdere le attrezzature di difesa aerea in previsione di una controffensiva. Ha spiegato che i sistemi statunitensi sono troppo cistosi e richiedono un addestramentio di lungo periodo del personale.

Il tenente colonnello della milizia di Donestsk, Sandrei Marochoc, ha suggerito in un rapporto che le forze armate dell’Ucraina potrebbero lanciare una controffensiva il 9 di Maggio, mentre, secondo lui, adesso i militari ucraini stanno accumulando mezzi e materiali tecnici e formando gruppi di assalto per l’attacco.
Ad ogni modo in questi giorni le perdite in combattimento delle forze armate ucraine nella zona delle operazioni speciali, nel corso dell’ultimo mese, sono arrivate a 15.000 persone, così ha affermato in una riunione settoriale con la direzione delle forze armate russe, il ministro della difesa Sergey Shoigu, citato dalla Tass, il quale ha affermato che l’occidente ha fornito al regime di Kiev una assistenza senza precedenti e, nonostante questo, l’esercito ucraino ha perso oltre 15000 persone, ha dichiarato il ministro della difesa e questo è stato confermato anche dall’ex ufficiale dell’intelligence del corpo dei marines USA, Carl Reader, il quale ha stimato le perdite ucraine sono dell’80% circa del nucleo originale dei 260.000 miliari all’inizio del conflitto Secondo lui l’esercito ucraino si è ricostituito con gli ultimi soldati mobilitati e le riserve che sono però male addestrati.

L’ufficiale ha avvertito che, in tali condizioni, l’esercito ucraino non potrebbe realizzare una controffensiva di successo, anche potendo contare sulle nuove armi fornite dalla NATO.
Questa la situazione reale che smentisce le informazioni della propaganda ucraina e USA occidentale che tende a far credere l’imminenza di una vittoriosa controffensiva ucraina per tacitare le critiche sempre più forti che si levano negli stessi Stati Uniti contro l’amministrazione Biden.

Fonti: Military WatchTop War

Traduzione: Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM