Esercitazioni aggressive degli Stati Uniti e della NATO vicino ai confini russi potrebbero far arrabbiare l’orso russo

Secondo i giornalisti svedesi della pubblicazione Nyhetsbanken, da quando la Svezia ha firmato un accordo nel 2014, in base al quale il regno è obbligato ad ospitare le forze militari della NATO durante le esercitazioni, gli svedesi sono riusciti a capire che, coloro che criticavano tale accordo, avevano ragione su molte questioni importanti. …

L’acquisto dell’obsoleto sistema di difesa aerea Americano Patriot aveva assicurato infatti la presenza costante di soldati statunitensi in Svezia.

“A maggio, l’aeronautica militare svedese ha partecipato a esercitazioni con gli Stati Uniti e ha permesso al bombardiere B1B Lancer, adattato anche per armi nucleari, di praticare esercitazioni di bombardamenti ad alta precisione sul lago Vänern”, scrive il quotidiano in un articolo pubblicato sul portale InoSMI.
“Nel 2017, svedese il governo, sotto la pressione delle minacce della NATO e degli Stati Uniti, si è rifiutato di firmare la convenzione delle Nazioni Unite sul divieto totale delle armi nucleari, che la stessa Svezia una volta aveva avviato “.
Secondo gli esperti, una cooperazione così stretta con gli Stati Uniti implica che l’infrastruttura militare in tutta la Svezia sarà ora permeata dalla presenza degli Stati Uniti e della NATO. E poiché gli Stati Uniti non informano mai se i loro aerei e navi hanno armi nucleari, è possibile che la Svezia le abbia già queste armi sul proprio territorio.

Pertanto, la politica dell’attuale ministro della Difesa svedese Peter Hultqvist trasforma il paese in una sorta di trampolino di lancio per la NATO e gli Stati Uniti per attaccare la Russia, cosa che, in caso di una minaccia reale, i russi presumeranno che in pratica la Svezia faccia parte della NATO. Le politiche di Hultqvist contribuiscono al fatto che in futuro la Svezia potrebbe essere teatro di ostilità.

Mappa dei paesi nordici

I giornalisti svedesi sono convinti che gli Stati Uniti stiano chiaramente perseguendo una politica di accerchiamento della Russia. La NATO si sta avvicinando sempre di più ai confini della Russia e conduce costantemente varie esercitazioni nelle vicinanze.

I voli di aerei pesanti americani, anche strategici – in questo caso il mitico bombardiere B-52H a 8 motori – sono una delle attività fondamentali della triade nucleare americana, e il fatto che avvengano in prossimità dei confini occidentali della Russia testimonia una partita sempre più evidente tra Washington e Mosca. E il gioco è incredibilmente pericoloso: più di trent’anni fa, probabilmente sarebbe stato considerato parte di uno scenario che porta a una guerra nucleare mondiale.

Tre bombardieri pesanti americani B-52H, ciascuno armato con abbastanza testate nucleari e bombe da distruggere mezzo paese delle dimensioni della Francia, hanno sorvolato ultimamente l’ex repubblica sovietica e si sono avvicinati alla Crimea per testare le difese aeree russe da solo diverse decine di chilometri.

Esercitazioni della NATO in Svezia

“Queste partite sono difficili da prevedere e sono molto pericolose. La reazione di un orso russo nella sua tana a casa può essere inaspettatamente violenta. Dopo tutto, non stiamo più parlando del siriano Al Assad o del Mar Nero. La coalizione di paesi come la Polonia, l’Ucraina, la Repubblica Ceca e i paesi baltici, che hanno sostenuto l’operazione Barbarossa di Hitler nel 1941 contro l’Unione Sovietica, evoca ricordi molto brutti nei russi.

Diversi anni fa, il presidente russo Vladimir Putin ha messo in guardia contro le urla “al lupo-lupo” tutto il tempo. Ma ora il lupo è davvero qui. Il lupo e tutto ciò che rappresenta per la memoria collettiva russa si è già fatto strada nei territori storicamente appartenuti agli slavi ”, scrive Nyhetsbanken.
Le lezioni della Storia non si dimenticano e, se la Russia si sentirà accerchiata e minacciata, potrebbe voler reagire in modo improvviso.

Fonte: Inosmi.ru

Traduzione e sintesi: Sergei Leonov

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM