Erdogan il turco prevede una guerra mondiale per effetto delle basi USA create in Siria

Il presidente turco, Recep Tayyip Erdogan, ha considerato che il crescente numero di basi e contingenti militari degli Stati Uniti in Siria sono una grande minaccia per la regione del Medio Oriente, cosa che, a suo avviso, potrebbe far scatenare la Terza Guerra Mondiale.

Nel corso di una intervista concessa al giornale turco “Milliyet”, Erdogan ha messo in questione l’esistenza di varie basi militari statunitensi e la presenza della denominata coalizione internazionale contro l’ISIS, diretta dagli USA, nel territorio siriano.

“Noi condividiamo con questo paese (la Siria) un frontiera. Forse che la condividono anche gli Stati Uniti o gli altri paesi della coalizione?”, si è chiesto lo scorso Mercoledì Erdogan, nella intervista del menzionato giornale.
In ogni caso il premier turco ha messo in risalto che le basi statunitensi in Sira potrebbero rappresentare una minaccia diretta per i paesi della regione, in particolare per la Turchia e per l’Iran.

“Venti basi militari sono state create dagli USA in Siria, con quale finalità le hanno create? “Probabilmente non le utilizzeranno contro la Russia. Allora due cose vengono a mente, queste basi sono o contro la Turchia o contro l’Iran ed incluso potrebbero essere la causa della terza Guerra Mondiale”, ha manifestato il presidente turco.

Forze turche in Siria

Le relazioni tra la Turchia e gli USA si sono fortemente deteriorate per la crisi in Siria, per causa dell’appoggio in armi e logistica che Washington fornisce alle milizie curdo-siriane considerate “terroristi” da Ankara.

La Turchia ha iniziato lo scorso 20 di gennaio una operazione militare denominata “Ramo di Olivo”, dovuta al pretesto con cui gli statunitensi stavano cercando di addestrare un nuovo esercito composto da 30.000 miliziani curdi nel nord della Siria in vista di creare una entità curda autonoma. A questo progetto la Turchia di Erdogan si oppone fermamente e sta conducendo una grande offensiva contro le forze curde sostenute dagli USA.

Fonte: Hispan TV

Traduzione: Alejandro Sanchez

9 Commenti

  • Nicola
    17 Marzo 2018

    Intanto intanto arriva la risposta di Putin sulla vicenda Skripal : http://www.lettera43.it/it/articoli/mondo/2018/03/17/spia-russa-salisburgo-russia-regno-unito/218761/

    Breve Estratto dell’articolo: Dopo la mossa di Londra, è arrivata la risposta di Mosca. La Russia ha dichiarato ‘persone non grate’ 23 diplomatici britannici presenti sul suo territorio: i diplomatici dovranno quindi lasciare il Paese entro una settimana. Il Cremlino anche disposto la cessazione dell’attività in Russia del British Council, l’organizzazione culturale britannica, a causa del suo status definito “irregolare”. Inoltre – si apprende dall’Itar-Tass – il governo russo ha deciso la revoca dell’autorizzazione ad aprire un consolato generale britannico a San Pietroburgo. Intanto l’inviato russo presso l’organizzazione per la proibizione delle armi chimiche Alexander Shulgin ha dichiarato: «C’è una forte probabilità che la sostanza utilizzata contro l’ex ufficiale dell’intelligence Serghei Skripal a Salisbury provenga dai laboratori americani o britannici. «È molto probabile che il componente chimico utilizzato a Salisbury provenga da alcuni laboratori dei Paesi occidentali, dove sono state sviluppate con successo le ricerche su tali sostanze, come dimostrato da pubblicazioni liberamente accessibili», ha detto Shulgin. E ha concluso: «Invece di menare il can per l’aia, nominerò direttamente quei Paesi: sono, prima di tutto, la stessa Gran Bretagna e gli Stati Uniti».

    • Nicola
      17 Marzo 2018

      Chiedo scusa alla redazione se ho citato una fonte esterna, ma fra tutti gli articoli letti sulla vicenda questo era l’unico dove si punta il dito direttamente su GB ed USA per la vicenda Skripal!

      • marco
        17 Marzo 2018

        Non ti devi scusare, c’è libertà di stampa qua!! non siamo mica su “repubblica” o il corriere della sera.
        Putin, Orban, tenete duro, siete l’unica ancora di salvezza,..in Europa siamo schiavi dell’oligarchia
        finanziaria che controlla la ricchezza, il denaro i governi e stampa, monti non se ne rendono conto.
        D’altronde ai tempi del fascismo non sapevano di vivere ai tempi del fascismo..

        • Mardunolbo
          18 Marzo 2018

          “…D’altronde ai tempi del fascismo non sapevano di vivere ai tempi del fascismo..”
          Gia’ si stava bene , c’era lavoro quasi per tutti e l’Italia stava crescendo economicamente, per cui che ci fosse un “turpe” fascismo lo dicevano i giornali stranieri.

          • atlas
            18 Marzo 2018

            questo per quei ‘camerati’ ‘fascisti’ filoliberisti usa e berlusconiani (quindi del partito salafita di merdogan) che qui affermano cretinate del tipo che la Turchia in Siria manderebbe via gli ameri cani (che non sarebbero più considerati alleati nato naturalmente)…hahaha, ma andate a scaricare merce da sulle navi a Genova

            Georgy Muradov, vice premier del governo di Crimea e rappresentante permanente del presidente russo nella penisola, ha ricordato alla Turchia dei trattati post-bellici che inequivocabilmente sanciscono la sovranità della Russia sulla Crimea.
            Così ha commentato il comunicato del ministero degli Esteri turco, in cui si definiva illegittimo il referendum svoltosi in Crimea nel marzo 2014 e la stessa riunificazione della penisola con la Russia era catalogata come un’annessione. Inoltre per il ministero degli Esteri turco l’attuale situazione in Crimea contraddice le norme del diritto internazionale ed infine la diplomazia turca ha manifestato sostegno all’integrità territoriale e alla sovranità dell’Ucraina

            fonte: https://it.sputniknews.com/politica/201803175784102-Russia-storia-Ucraina-diplomazia-geopolitica/

          • atlas
            18 Marzo 2018

            e sempre in Ucraina, pare che questo ‘fascista’ ci sia proprio andato, contro Putin; le carte in regola le aveva tutte: poliziotto municipale a T’orino, servizi di sicurezza …

            Giulietto Chiesa lo portò pure in parlamento a doversi giustificare, lui e i suoi amichetti del PD

            eccolo, Mauro Voerzio https://www.facebook.com/mauro.voerzio

  • claudio
    18 Marzo 2018

    L’ idiota non molla, continua a commentare citando ME.. forse che mi hai visto pisciare e ti sei innamorato?? Ogni e qualunque argomento pubblicato non sortisce altro effetto che una contumelia,un’offesa, una citazione impropria contro di me.. e magari io in quel post non avevo nemmeno partecipato alla discussione… tu sei omosessuale atlas atla dig me tou digu mi… mi cerchi di continuo, sono tutti testimoni, mi cerchi,mi provochi e mi offendi, per primo e a prescindere dall’argomento.. ed anche dal fatto che in questo articolo erdogan sembra parlar chiaro e ” dare ragione ” a quanto dicevo io sulla strategia turca concordata ad astana con la russia.. ma no, tu, cerebroleso, beduino acquisito, non te ne stai.. te lo pigli al culo tutte le volte ma insisti, ne vuoi ancora.. ti piace proprio.. io con te non voglio averci niente a che fare, non è con te che ho discusso di questa cosa, bensì con il caro eugenio orso, ma, da parte mia, solo con simpatia e rispetto per orso.. una specie di gioco.. e, indirettamente con blondet, il quale mi è andato sotto le scarpe, non come te ma comunque mi è scaduto..
    merdogan, pur nella sua natura infida che fa il paio con atlas, dichiara apertamente che non vuole basi americane in siria.. non basta per capire che, pur nel suo tipico doppiogioco mussulmano ( come atlas.. ) si stia schierando sempre più con russia ed iran?? Può bastare secondo me, pur non essendo niente di definitivo.. io credo infatti che merdogan abbia ben compreso che gli americani vogliono farlo fuori, e non solo continuare in eterno la guerra in siria, e che in questo momento è Putin che comanda il gioco e lui vuole affermarsi come leader regionale di una coalizione vincente.. ora più che mai un esercito curdo sponsorizzato dagli usraeliani potrebbe persino attaccare la turchia e pensare di occupare zone turche per creare la rojava a cavallo di siria turchia ed iraq a tutto vantaggio dei giudei.. ma tu nelsen piatti non ci arrivi proprio, sei il negro davanti al supermercato, un parcheggiatore abusivo dei blog, un beduino acquisito… che cazzo ne vuoi sapere te di politica internazionale… parla di kebab e di piscio di cammelo, almeno li sei una autorità… buliccio…

    • NESSUNO
      18 Marzo 2018

      parcheggiatore abusivo dei blog (cit)

      questa e’ da incorniciare in prima pagina.

      humor nero

      saluti(romani)

    • atlas
      18 Marzo 2018

      è di stamattina la notizia che ad Ifrim l’ “esercito libero” (che siriano non è) è alleato di merdogan e ci è entrato insieme. E’ libero come tu sei liberista. Libero cioè si continuare imperterrito a spararle piccole (non sei abbastanza intelligente da elucubrarle di più grosse). Però tante piccole ne fanno una grossa. Grossa e spavalda quanto gli ameri cani tuoi amici mangiatori di salsicce al McDonald’s. Sei libero qui di stare con gli usa come i fascisti ukraini; come io sono libero di stare con la Russia.

      Ti è forse s fuggita la notizia di Ifrim ? E anche se non lo fosse stata eri troppo intento a ricaricare

      kalashnikov

Inserisci un Commento

*

code