Erdogan è a terra ma non è ancora uscito di scena

Il leader turco sta colpendo pericolosamente Cina e Russia, ma gli scontri potrebbero ancora fargli guadagnare i fondi esteri di cui ha bisogno per sopravvivere

Il presidente turco Tayyip Recep Erdogan ha molto di cui preoccuparsi. Sta finendo i soldi, i suoi vicini arabi stanno boicottando le sue esportazioni, ha provocato Russia e Cina e l’Unione Europea vuole sanzionarlo. Peggio ancora, il capofila nella corsa presidenziale americana, Joe Biden, dice che vuole deporlo.

Ma non si può ancora escludere ancora Erdogan. Il leader turco sa che può rendere costoso per i suoi nemici inseguirlo. Questo probabilmente spiega il sostegno della Turchia all’attacco dell’Azerbaigian all’enclave del Nagorno-Karabakh controllata dagli armeni, che si è trasformato in un’offensiva su vasta scala alla fine di settembre.

Secondo quanto riferito, la Turchia ha reclutato 1.000 mercenari siriani per il fronte del Nagorno-Karabakh, un promemoria del fatto che Erdogan ha i mezzi per creare problemi altrove nella regione, incluso nel Caucaso a maggioranza musulmana della Russia.

Potrebbe anche spiegare perché il Partito della Giustizia e della Libertà di Erdogan la scorsa settimana ha improvvisamente riscoperto la causa degli uiguri cinesi, una minoranza musulmana di lingua turca soggetta a un giro di vite completo da parte delle autorità cinesi, suscitando una dura protesta dall’ambasciata cinese ad Ankara.

Arresto di uiguri in Cina

Don Corleone teneva i suoi amici vicini ei suoi nemici più vicini; Cina e Russia fanno la stessa cosa, tranne per il fatto che non hanno amici. Soldati e appaltatori russi stanno combattendo le milizie sostenute dalla Turchia in Libia e Siria, ma la Russia ha bisogno dell’acquiescenza turca per il suo rafforzamento navale nel Mar Nero e il suo accesso al Mediterraneo attraverso lo stretto turco.

Fonte: Asia Times

Traduzione: Luciano Lago

18 Commenti

  • giulio
    7 Ottobre 2020

    “ma la Russia ha bisogno dell’acquiescenza turca per il suo rafforzamento navale nel Mar Nero e il suo accesso al Mediterraneo attraverso lo stretto turco.”

    Ma non credo proprio! di sicuro il rafforzamento navale della russia nel mar nero non ha bisogno di nessuna acquiescenza turca…quanto allo stretto non ricordo bene quali sono i poteri della turchia al riguardo ma non mi sembra che i turchi potrebbero impedire un bel niente …a meno che non usino gli s400 graziosamente offertigli proprio dall’apparato filo americano che purtroppo siede anche nel governo russo.

    • Arditi, a difesa del confine
      7 Ottobre 2020

      basterebbe conoscere un po’ di geografia per capire che anche tra 10 minuti la Turchia, se vuole, può chiudere il passaggio sul Bosforo, altro che “impedire un bel niente”…
      certo poi questa azione verrebbe presa come una dichiarazione di guerra, ma non capire che le due sponde del Bosforo sono entrambe turche e nel mentre si incensa la “grande” russia…

      • giulio
        7 Ottobre 2020

        Lei è davvero “ardito” in certe sue affermazioni! Io non incenso nessuno tant’è che qualche altro mi ha scritto (rispondendo a qualche altro mio commento) che sono pieno di “livore” riguardo a qualche personaggio del governo russo (in particolare Lavrov) e poi anche qualche cantore duosiciliano di qua sopra mi accusa di essere anche “disfattista” riguardo alla russia e alla mia temuta evoluzione di varie situazioni belliche in cui si trova impegnata.
        Nè ho mai detto che la turchia non abbia dei diritti sullo stretto del bosforo e neppure ho mai detto che le due sponde dello stretto non sono entrambe turche!
        Ho detto invece che non ricordavo bene la questione e che comunque un’ eventuale chiusura dello stretto sarebbe stata da considerare come atto di guerra contro la russia.
        Adesso, per discutere meglio, sono andato a rinfrescarmi la memoria leggendo qualcosa al riguardo di quello stretto:
        Convenzione di Montreux: “La Turchia in osservanza di quanto statuito da questo trattato internazionale deve permettere il libero passaggio delle navi mercantili di qualsiasi bandiera, tranne in alcune circostanze (in caso di guerra) dove i transiti possono venire parzialmente limitati. Discorso diverso per il passaggio delle navi da guerra appartenenti a paesi non rivieraschi, che deve essere comunicato con anticipo e deve rispettare determinate specifiche di tonnellaggio e di modalità di transito (come ad esempio i sottomarini che secondo l’art.12 possono transitare solo di giorno e in superficie).”

        Bene, ne consegue che siccome la russia nel mar nero è paese rivierasco , in base a questo trattato, non deve sottostare alle regole suddette riguardo a tonnellaggio e modalità di transito…questo tanto per fare una premessa!
        Poi ci sono gli artt. 20 e 21 della Convenzione in cui si stabilisce che in caso vi siano Paesi che “minacciano” la Turchia (e spetta alla Turchia decidere chi è la minaccia), il transito può essere unilateralmente bloccato.
        La parte tra parentesi non so se fa parte del trattato oppure è frutto solo di libera interpretazione dell’autore dell’articolo…comunque, sig. ardito professore di geografia, a questo proposito ho scritto solo questo: “l’eventuale chiusura dello stretto da parte del turco equivarrebbe a un atto di guerra e come tale dovrebbe essere affrontato …. sarebbero da ripristinare tutte le sanzioni russe contro la turchia e russi e siriani dovrebbero prendere di mira le truppe occupanti turche…poi vediamo se il turco chiude lo stretto!”
        Dove sta scritto che negherei l’autorità del turco su entrambe le sponde dello stretto?
        Io non ho fatto una discussione geografica come ama fare lei ma ho inquadrato la questione in ambito più “politico” che “geografico” … cosa in cui forse Lei non eccelle come in geografia!
        Il mio commento era ispirato soprattutto dal bisogno di criticare l’assunto dell’articolo secondo cui la russia si deve tenere buono il turco altrimenti quello non solo impedirebbe lo sviluppo della flotta russa del mar nero (e non si capisce in che modo potrebbe impedirlo visto che il turco non è padrone di tutto il mar nero) ma potrebbe impedire il passaggio delle navi russe….si certo! a chiacchiere! sta di fatto che anche nei momenti peggiori il turco non ha chiuso nessuno stretto quindi quell’articolista- come fa anche Lei – ha fatto delle affermazioni solo basandosi su fattori “geografici” poi da appassionato leguleio (il trattato) ha invece taciuto su qualsiasi aspetto politico (o geopolitico) della vicenda.
        Mi saluti gli arditi.

  • atlas
    7 Ottobre 2020

    ha chiuso facebook per un post sgradito, però il cattivo secondo la tv democratica è Lukashenko

    • atlas
      7 Ottobre 2020

      e c’è di più: Venerdì scorso è stata l’ultima volta che sono andato alla moschea di Porto Cesareo, (in realtà un magazzino adibito, a quella di Lecce non vado più da anni, ha tutto in mano un tunisino che segnalai anche alla polizia politica del suo paesello, molto vicino al PD, si chiama Saifeddine Maaroufi, cercate in rete qualcosa sul personaggio)

      perchè ? Perchè anche lì merdogan è un idolo, in Marocco comanda il RE, ma al governo ci sono i fratelli salafiti

      marocchini di quel luogo di orazioni padri di famiglia e tranquilli commercianti. Figuriamoci gli altri che sono. Mi ero illuso di trovare un luogo desalafitizzato e invece … anche loro si sono collegati all’ucoi, che gestisce il 95% dei fratelli salafiti di merdogan, in italia, in Europa e nelle Due Sicilie. Banche giudee pagano in contanti

    • Alvise
      7 Ottobre 2020

      Ai russi basta un clik sulla tastiera per disattivare gli S-400 in mano a merdokan. E se li smontano per capirci qualcosa gli esplodono in faccia..

  • Gio
    7 Ottobre 2020

    LO STRETTO DEL BOSFARO È DI TERRITORIO TURCO, È QUINDI COME GIÀ IN PASSATO SE ERDOGAN VUOLE PUÒ CHIUDERE IL CANALE DEL BOSFARO ALLA RUSSIA, X QUESTO PUTIN NN HA MAI REAGITO A ERDOGAN

    • Niko
      7 Ottobre 2020

      e’ vero puo’ chiuderlo in base ai trattati, pero’ gia’ Putin si inizia a stufare di questo perbenismo di facciata, forse e’ vero che lo chiudera’ ma sotto un cumulo di macerie….e poi chi lo sa forse il tentato colpo di stato (chi sara’ stato anche organizzato dallo stesso Zio Vlad, per rimettere in carreggiata merdogan ??)

      • giulio
        7 Ottobre 2020

        ma dai! putin ti sembra tipo da organizzare colpi di stato? quel golpe fu opera dei soliti ameri-cani! Non l’ha fatto in ucraina e in nessun’altra parte…figuriamoci se lo faceva in turchia!

        • Niko
          7 Ottobre 2020

          il sottobosco non lo conosce nessuno…Comunque da quella farsa del colpo di stato chi ne ha tratto vantaggio e’ stato proprio lo Zio Vlad.

          • giulio
            7 Ottobre 2020

            ma se a te qualcuno ti mette in guardia e ti dice che c’è un tizio che ti vuole fregare e te ne porta anche le prove, tui non saresti riconoscente a quel qualcuno! poi tutti questi grandi vantaggi ricevuti dai russi dopo quel tentativo di golpe francamente non li vedo! ora addirittura si sparano addosso (per interposti personaggi) sia in libia che nel caucaso!

    • giulio
      7 Ottobre 2020

      ora ricordo meglio la questione…comunque l’eventuale chiusura dello stretto da parte del turco equivarrebbe a un atto di guerra e come tale dovrebbe essere affrontato …. sarebbero da ripristinare tutte le sanzioni russe contro la turchia e russi e siriani dovrebbero prendere di mira le truppe occupanti turche…poi vediamo se il turco chiude lo stretto!

      • atlas
        7 Ottobre 2020

        poi vediamo se la nato non utilizza armi atomiche

        ‘vedremo’

        • giulio
          7 Ottobre 2020

          poi vediamo se i russi non utilizzano le loro armi atomiche!
          Sempre con questa storia delle armi atomiche!
          Si tratta di armi spuntate quando entrami i contendenti le posseggono …lo ha dimostrato addirittura anche la piccola corea del nord!

  • atlas
    7 Ottobre 2020

    e cmq tutta questa frenetica attività della nato giudeo – americana nel caucaso cosa vuol dire, forse che negli usa a livello di cia considerano che Biden ha già vinto ?

  • atlas
    7 Ottobre 2020

    ONORE ai militanti di alba dorata

  • antonio
    8 Ottobre 2020

    se il turco chiude il Bosforo i russi gli chiudono i Dardanelli ?

  • atlas
    8 Ottobre 2020

    io l’avevo già scritto mesi fa che la prima azione di merdogan, cioè della nato, sarebbe stata di chiudere lo stretto alle navi russe. Trattati ? In guerra sono carta buona per pulirsi il culo

Inserisci un Commento

*

code