Ennesima strage di bambini nello Yemen con ospedale colpito da aviazione saudita

Una importante organizzazione per i diritti dei bambini (Save the Children) afferma che è rimasta “scioccata e inorridita” da un recente attacco aereo guidato dai sauditi contro lo Yemen che ha ucciso quattro bambini, ferendone altri 6. L’organizzazione ha richiesto un’indagine sul raid.

La ONG britannica “Save the Children” ha annunciato oggi che il raid aereo ha colpito le vicinanze di un ospedale supportato dall’organizzazione vicino alla capitale della provincia di Sa’ada, con lo stesso nome. Altre tre persone, tra cui operatori sanitari e guardie di sicurezza, sono state uccise durante l’attacco, mentre altri due adulti sono ancora dispersi, ha aggiunto.

Save the Children ha chiesto “un’indagine urgente sulle ultime atrocità” compiute dall’aviazione saudita..

“Siamo scioccati e sconvolti da questo attacco oltraggioso”, ha detto il suo amministratore delegato Helle Thorning-Schmidt.

“Questo ospedale è solo uno dei tanti aiuti che “Save the Children” fornisce in tutto lo Yemen, offrendo aiuti salvavita ai bambini che vivono in quello che è il posto peggiore sulla terra per essere un bambino”, ha detto. “Questi bambini hanno il diritto di essere al sicuro nei loro ospedali, scuole e case … I bambini devono essere protetti”.

Un recente rapporto dell’organizzazione ha detto che la guerra a guida saudita allo Yemen ha ucciso almeno 2.500 bambini yemeniti – 30 bambini ogni mese – da marzo 2015, quando è iniziata l’aggressione.
Milioni di yemeniti sono scesi nelle strade della capitale, a Sana’a e in altre grandi città per celebrare il 4 ° anniversario della devastante guerra provocata dal regime saudita.
Lo scorso agosto, gli aerei da guerra sauditi hanno usato bombe fornite dagli Stati Uniti per colpire uno scuolabus a Sa’ada, uccidendo 40 bambini a bordo.

Il bilancio complessivo delle vittime della guerra – lanciata per reintegrare un ex oligarca di regime yemenita che era sottomesso a Riyad – supera le 57.000 unità, secondo l’organizzazione umanitaria multinazionale Action against Hunger.

Bambini nello Yemen

I civili, compresi i bambini, sono indiscriminatamente presi di mira dalla coalizione guidata dai sauditi, che riceve l’intelligence e l’assistenza logistica dagli Stati Uniti e dal Regno Unito. I bambini sono anche le principali vittime di una carestia diffusa causata da un blocco aereo navale che la coalizione a guida saudita ha imposto allo Yemen.

Secondo quanto riferito, il principe ereditario saudita Mohammed bin Salman, considerato il promotore della guerra, ha dichiarato che bambini e donne dovrebbero essere presi di mira nello Yemen per instillare la paura nella popolazione.

Bambino yemenita denutrito


Nota: I media occidentali non forniscono notizie su questo conflitto ma, quando , come in questo caso, l’informazione passa, allora si occupano di falsificare le notizie affermando che si tratta di “un conflitto fra l’Arabia Saudita e l’Iran”, facendo credere che ci sia un esercito dell’Iran che combatte nello Yemen. In realtà a contrastare l’aggressione saudita ci sono soltanto i guerriglieri delle milizie popolari Ansarollah, scalzi e con armi improvvisate che, con enorme coraggio, affrontano i carri armati e i caccia bombardieri della coalizione USA-Saudita.

Fonte: Press Tv

Traduzione e nota: Luciano Lago

Inserisci un Commento

*

code