Ennesima aggressione di Israele contro la Siria

Le difese antiaeree siriane hanno respinto un attacco missilistico di Israele nei pressi della capitale, Damasco.
Le unità di difesa antiaerea siriane hanno risposto questa mattina ad un attacco israeliano realizzato dallo spazio aereo del Libano, intercettando e neutrlizzando vari missili prima che questi colpissero i loro obiettivi, come riporta l’agenzia ufficiale Sana.


Dall’inizio del conflitto nel 2011 il regime israeliano ha bombardato sistematicamente obiettivi militari e civili nel paese arabo. Nonostante questo, la difesa aerea siriana è riuscita a neutralizzare buona parte degli attacchi. Il regime di Tel Aviv lancia sistematici attacchi aere contro la Siria utilizzando lo spazio aereo libanese.
Tanto il governo di Beirut come il movimento di resistenza Hezbollah hanno semore respinto e condannato tali aggressioni.
Il governo di Damasco ha condannato in modo energico le razzie fatte dagli israeliani e ha minacciato di rispondere alle violazioni della sua sovranità. “La Siria non rimarrà zittita di fronte a queste aggressioni”, ha dichiarato a suo tempo il vice cancelliere Faisal al-Miqdad.

Difesa anti aerea siriana


Fin dall’inizio della crisi in Siria, Israele ha appoggiato i gruppi terroristi che operavano contro il governo di Damasco ed ha fornito armi, equipaggiamento e sostegno logistico ad alcuni di questi gruppi per riuscire a raggiungere i suoi obiettivi di distruggere lo Stato siriano. Il governo di Tel Aviv non si è rassegnato alla sconfitta dei suoi gruppi terroristi e cerca in ogni modo di tramare per indebolire le difese della Siria e seminare violenza nel vicino paese arabo.

Fonti: Hispan Tv- Sana

https://www.hispantv.com/noticias/siria/464704/ejercito-derriba-misiles-israel

Traduzione e nota : Luciano Lago

10 Commenti

  • Teoclimeno
    27 Aprile 2020

    Fra Israele e la Siria, è in atto un tiro alla fune. Un gioco molto pericoloso che non potrà durare all’infinito. Queste continue provocazioni vogliono indurre Damasco a rispondere a tono, bombardando a sua volta Israele, per poi chiedere il supporto americ-ano. Forse sarebbe il caso, che Damasco iniziasse ad infiltrare il territorio Israeliano, con delle milizie in grado di praticare la guerriglia. Senza quindi coinvolgere direttamente il paese arabo, e che anzi, all’occasione potrebbe negare il suo diretto coinvolgimento.

  • Hannibal7
    27 Aprile 2020

    Ma perché il Libano non chiude il suo spazio aereo ai jet sionisti????!!!!!

    • Teoclimeno
      27 Aprile 2020

      Egregio Signor ANNIBAL7, il Paese dei Cedri non chiude il suo spazio aereo ai jet sionisti, perché non è in grado di farlo. Non ne ha i mezzi. Può solo protestare, ma nulla di più. Molti cordiali saluti. TEOCLIMENO

  • antonio
    27 Aprile 2020

    Israele da condannare nel mondo con embargo

    • Teoclimeno
      27 Aprile 2020

      Egregio Signor ANTONIO, nel migliore dei casi non si andrebbe oltre le solite vuote chiacchere da facciata. Israele ha già subito 70 condanne da parte dell’ONU, e ne ha fatto un uso acconcio in bagno (carta igienica). Molti cordiali saluti. TEOCLIMENO

  • antonio
    27 Aprile 2020

    Tito Flavio Vespasiano, ritornerà e distruggerà il tempio di Giuda ?

    • Teoclimeno
      27 Aprile 2020

      Egregio Signor ANTONIO, è quello che desideriamo tutti: una nuova Masada.
      Molti cordiali saluti. TEOCLIMENO

  • eusebio
    27 Aprile 2020

    La colpa storica è della Francia, la quale dopo la prima guerra mondiale ottenne il mandato della SDN sulla Siria, e volle separare il Libano dalla Siria, in quanto allora a maggioranza cristiano, mentre oggi gli sciiti sono il 60% in aumento, separando allo stesso tempo l’attuale Hatay turco che era alawita, nonchè arabo, per poi cederlo alla Turchia.
    Il Libano è uno stato molto piccolo governato da una oligarchia finanziaria nelle cui banche sono depositati enormi capitali sauditi e degli altri emirati del Golfo, anche se in via di assottigliamento data la graduale discesa del prezo del petrolio, e quindi anche se la maggioranza della popolazione è sciita e alawita il governo è controllato dai sauditi i quali impongono il mancato acquisto degli S-400 offerti dai russi per abbattere gli aerei israeliani che violano lo spazio aereo libanese.
    I russi vogliono abbattere gli aerei dei sionisti e se sconfinassero sui cieli siriani lo farebbero, ma i velivoli pirata con la kippah partono dalla Palestina occupata, fanno mezzo giro, arrivano sulla Bekaa e lanciano i missili che colpiscono Damasco.
    Tipico dei popoli che non combattono a viso aperto, loro si vantano di avere un esercito possente ma poi si nascondono dietro i terroristi wahabiti pagati dai sauditi, che ammazzano sciiti, cristiani, yazidi e sunniti moderati.

  • atlas
    28 Aprile 2020

    non leggo commenti di quel giudeo pezzo dimmerda di sed vaste, buono solo a strillare inutilmente. Anche falsamente ?

    Ah già, lui scrive contro juden e poi tifa usa contro Assad … cesso infame

  • Mardunolbo
    28 Aprile 2020

    Tanto per chiarire cosa fanno Usa ed Europa contro la Siria (ed altre nazioni): la azione più vile e schifosa che si possa fare prima di indurre alla guerra. La sanzione !
    https://www.andreacarancini.it/2020/04/gli-stati-uniti-e-lunione-europea-opprimono-il-mondo/

Inserisci un Commento

*

code