Emergenza Sicilia: centinaia di persone bloccate non possono attraversare lo stretto per non avere il “green pass”

Il sindaco di Messina: se non ritirano il provvedimento blocchiamo lo stretto

Un effetto prodotto dalle norme del Governo Draghi Speranza è quello di aver bloccato la libera circolazione delle persone sullo stretto di Messina e con essa la continuità territoriale fra Sicilia e Italia, vista l’impossibilità di accedere ai traghetti per tutti coloro che non sono in possesso del super green pass.
Questa situazione ha bloccato centinaia di persone che si sono viste rifiutare l’accesso ai traghetti per salire da Messina a Villa San Giovannni per motivi di lavoro, di studio, familiari o di salute ed altrettanto per quanti devono rientrare in Sicilia presso le loro residenze. Tutte persone che non sono in regola con la misura del green pass o che non si sono vaccinate per motivi vari, fra queste anche malati che devono recarsi in ospedali del centro nord per operrsi o donne incinte che devono partorire.

Un caos incredibile che ha spinto il sindaco di Messina, Cateno De Luca, ad inviare note di protesta al Governo chiedendo di porre fine a questa incresciosa situazione che blocca la continuità territoriale fra Sicilia ed Italia.
Una evidente violazione al diritto di libera circolazione dei cittadini nell’Unione Europea ed interrompe la continuità territoriale con la Sicilia già scarsamente garantita.

De Luca ha minacciato di bloccare lo stretto di Messina in protesta contro questa norma del governo se le sue richieste non saranno accolte da Roma e nel frattempo ha organizzato della imbarcazioni private per assicurare ad alcuni cittadini che devono attraversare lo stretto un passaggio per Villa San Giovanni.

Un situazione di caos incredibile che la superficialità del Governo Draghi Speranza ha provocato con i sui decreti a tamburo battente.
Neppure coloro che volessero vaccinarsi adesso potrebbero rientrare nel diritto di circolare in quanto occorrono almeno 21 giorni per la seconda dose e di conseguenza per ottenere il pass verde, cosa incompatibile per chi ha esami clinici prenotati, appuntamenti e scadenze improrogabili.
In pratica si è tronati ai tempi delle diligenze e la sproporzione con quanto avviene in tutti gli altri paesi d’Europa appare evidente.
Lo stretto di Messina viene attraversato da centinaia di migliaia di persone e veicoli ogni giorno ed è il passaggio dei pendolari fra Sicilia e Calabria che si intensifica nei periodi di vacanza come avvenuto nel periodo di Natale.
Situazione simile anche in Sardegna ed in molte altre isole coma Pantelleria, Il Giglio, Ponza e tutte le altre isole dove vivono comunità di cittadini che mai pensavano di doversi trovare in tale crisi di isolamento.

La situazione di caos sta richiamando molti cittadini a valutare quale sia la mancanza di previsione e l’incompetenza manifesta dei governanti di Roma che sembrano vivere fuori della realtà del paese.

6 Commenti
  • atlas
    Inserito alle 10:48h, 14 Gennaio Rispondi

    tutto ciò di male che accade dalla Sicilia Ultrafaro alla Sicilia Citrafaro, Regno delle Due Sicilia, è colpa del maledetto regime democratico coloniale dell’italia, libertà

  • atlas
    Inserito alle 10:49h, 14 Gennaio Rispondi

    ancora sulla morte di Biscardi

    https://youtu.be/rAhTeFHOyUo

  • Gianni
    Inserito alle 17:13h, 14 Gennaio Rispondi

    Ma cosa nostra nn dice niente?

    • atlas
      Inserito alle 18:17h, 14 Gennaio Rispondi

      ‘cosa nostra’ è un’organizzazione filo italiana. Ha origine nella carboneria, poi si chiamò ‘beati paoli’. Fu imposta dagli italiani alle Due Sicilie con l’invasione del 1860 a cui essi concorsero. Pensare a cose più serie è meglio, l’alternativa è diventare come gli arditi e i suoi stolti commenti arditi di democrazia anglosassone.

      ” DARPA and the Brain Initiative

      Programma ElectRx: mira ad aiutare il corpo umano a guarire sé stesso attraverso la neuromodulazione delle funzioni degli organi utilizzando dispositivi ultraminiaturizzati che potrebbero essere somministrati attraverso un’iniezione minimamente invasiva.

      “ELECTRX ha il coraggio di immaginare terapie rivoluzionarie per l’autoguarigione”

      Il programma mira a creare dispositivi ultraminiaturizzati che richiederebbero solo procedure di inserimento minimamente invasive come la somministrazione iniettabile attraverso un ago.

      PROGRAMMA (RE-NET)

      I sensori di grafene della larghezza dell’atomo potrebbero fornire informazioni senza precedenti sulla struttura e la funzione del cervello.

      La nuova tecnologia finanziata dal programma RE-NET del DARPA consente il monitoraggio e la stimolazione dei neuroni utilizzando contemporaneamente metodi ottici ed elettronici.

      Il nuovo dispositivo utilizza il grafene, una forma di carbonio scoperta di recente.

      I sensori di grafene sono elettricamente conduttivi ma spessi solo 4 atomi, meno di 1 nanometro.

      Questa tecnologia fornisce la capacità di modulare la funzione neurale, applicando impulsi programmati di elettricità o luce per attivare temporaneamente i neuroni.

      Storicamente i ricercatori si sono limitati a studi correlazionali che suggeriscono, ma non dimostrano, collegamenti causali tra attività neurale e comportamento. Ora abbiamo l’opportunità di vedere, misurare, e stimolare direttamente i circuiti neurali per esplorare queste relazioni.

      DARPA – Defense Advanced Research Projects Agency, è l’agenzia federale del Pentagono sulla ricerca e sviluppo scientifico di nuove armi. Il suo scopo non è certo di “aiutare i corpi umani a guarire se stessi”, ma ucciderli e distruggerli. ” Maurizio Blondet

    • Arditi, a difesa del confine
      Inserito alle 02:19h, 15 Gennaio Rispondi

      e che deve dire ? tra immigrazioni, probabili concussioni sulla vendita di mascherine e tamponi, ci sguazzano con questa pandemia
      business is business, sono dei criminali, questo e’ un dato di fatto, ma sono anche ottimi affaristi, di sicuro non hanno perso soldi in questi 2 anni, altrimenti appunto si sarebbero gia’ fatti sentire dove conta

  • Manente
    Inserito alle 18:12h, 15 Gennaio Rispondi

    I mentecatti che hanno votato per questi malfattori e gli smidollati che sono corsi obbedienti a farsi iniettare una, due, tre ed anche quattro dosi del “siero miracoloso”, forse cominciano ad avere il dubbio di essere stati presi per il sedere, il problema è che nella trappola in cui sono caduti, hanno trascinato con loro anche il resto del Paese. Se non si organizza una disubbidienza civile generalizzata contro i decreti criminali del sodalizio Draghi/Speranza, questi delinquesti non la finiranno mai !

Inserisci un Commento