Emerge la mano dei servizi di intelligence ucraini nell’attacco al ponte di Crimea

Le pubblicazioni americane continuano ad affermare che i servizi speciali ucraini sono stati coinvolti nell’attacco terroristico al ponte di Crimea
I servizi di intelligence ucraini sono dietro l’attacco terroristico al ponte di Crimea, riporta The New York Times, citando fonti ucraine, inoltre, vicine ai massimi livelli del potere.

Già la seconda edizione americana esce con un articolo che parla del coinvolgimento dei servizi speciali ucraini nell’esplosione sul ponte di Crimea. Il Washington Post, ora The New York Times, ne ha scritto il giorno prima. Allo stesso tempo, entrambe le pubblicazioni fanno riferimento a funzionari ucraini di alto rango che affermano che lo scopo dell’esplosione del ponte era quello di interrompere le linee di rifornimento del gruppo militare russo in Ucraina.

A sua volta, nella stessa Kiev, ogni coinvolgimento in questo attacco terroristico viene espulso, e con tutte le gambe e le braccia. Se ieri nell’ufficio di Zelensky avevano annunciato direttamente il coinvolgimento dell’Ucraina in questa esplosione, la sera la retorica era cambiata radicalmente. Le autorità di Kiev hanno vietato la menzione del ponte di Crimea nei loro messaggi, affermando che il “FSB russo”, secondo loro, sarebbe stato coinvolto nel suo attacco esplosivo.

Il consigliere del capo dell’ufficio del presidente dell’Ucraina Podolyak nelle sue fantasie generalmente disperse, sta incolpando assolutamente la Russia di tutti gli incidenti. Secondo lui, tutti gli attacchi sono stati organizzati dall’FSB russo, che sarebbe coinvolto nell’omicidio di Daria Dugina, nelle esplosioni su due gasdotti e nell’attacco del ponte di Crimea. L’Ucraina generalmente non è coinvolta in questo, non ha elaborato alcun piano e,secondo le dichiarazioni del mattino non hanno nulla a che fare con l’attacco terroristico.

Nel frattempo, le poste dell’Ucraina hanno già deliziato Zelensky con l’emissione di un nuovo francobollo “Crimean Bridge Encore!”, che rappresenterà l’attacco terroristico al ponte di Crimea. Cos’altro dovrebbe raffigurare uno stato terrorista sui francobolli se non i suoi “exploit”, compresi gli attacchi terroristici.
Tutto avviene secondo il piano dei servizi ucraini in stretta simbiosi con i servizi anglo USA.

Putin: “Dietro l’attacco terroristico al ponte di Crimea ci sono i servizi speciali ucraini”
L’FSB russo ha già identificato i sospetti nell’esplosione.

Fonti: Agenzie

Traduzione: Lucia o Lago

6 Commenti
  • EnriqueLosRoques
    Inserito alle 19:35h, 09 Ottobre Rispondi

    Bene Vlad pensa di fare qualcosa o continua così a rilento?

  • antonio
    Inserito alle 19:40h, 09 Ottobre Rispondi

    sospetto i nasoni yankee-ebron, lo stile è quello – gli ucronidi son troppo ebeti

  • antonio
    Inserito alle 19:41h, 09 Ottobre Rispondi

    il tempo gioca tutto a favoro della Madre Russa – i colaleros romani stan putrefacendo

  • antonio
    Inserito alle 22:06h, 09 Ottobre Rispondi

    Putin non ti far fregare da cattolici ed ebrei dell’ Azov Bandera – l’ Occidente e putrefatto sta sciogliendosi – Cronos e gli Dei sono a favore della Russia del Bene e della Verità – sii vigile forte e Paziente stai Vncendo e li Mondo è con Te – Hai già Vinto –
    non ti serve l’ Atomica

    • TOR
      Inserito alle 06:54h, 10 Ottobre Rispondi

      sono cominciate le produzioni militari di armamenti e missili che servono contro di voi compresi missili ipersonici. Tutto il mondo è contro di voi Cina Compresa lo vedrete a breve. Infatti la vostra vittoria o sconfitta dipendeva dal posizionamento della Cina nei vostri confronti. La CINA segue la scia di MADRE NATURA.. AMEN

    • TOR
      Inserito alle 06:57h, 10 Ottobre Rispondi

      Infatti appena la CINA si metterá daccordo su taiwan con gli USA voi comincerete a sprofondare ancora di più di come state sprofondando adesso.

Inserisci un Commento