"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Elementi della NATO uccisi nel Donbass, sospette provocazioni di Guerra

di Eduard Popov

Negli ultimi due giorni, si sono verificati numerosi importanti sviluppi nel Donbass e in Ucraina.

In primo luogo, il 17 maggio, un gruppo di truppe NATO provenienti da Stati Uniti e Canada è entrato in un campo minato vicino ad Avdeevka , una mossa che si è conclusa con esplosioni e, secondo quanto riferito da DPR, con morti e feriti.

Questa notizia è stata pubblicata dalle principali agenzie di stampa della Russia , che è di per sé un importante sviluppo, poiché in precedenza tali fonti erano state molto caute nel parlare del coinvolgimento della NATO nella guerra nel Donbass. Soprattutto, la Rossiiskaiia Gazeta , l’ organo ufficiale del governo della Federazione Russa, ha condiviso la notizia .

Per riassumere brevemente, Avdeekva è una piccola città satellite di Donetsk. Fin dall’inizio del conflitto, la città è stata occupata dalle forze armate ucraine. Avdeekva è conosciuta come un gigante industriale, la cui pianta cocke-chimica ha funzionato durante tutti e quattro gli anni della guerra ed è stata una delle principali fonti di contesa tra gli oligarchi. La stragrande maggioranza degli abitanti di Avdeevka sostiene il DPR, e una delle linee di difesa di Donetsk corre proprio di fronte alla città. È proprio in questa città che le truppe ucraine e gli osservatori dell’OSCE sono stati avvistati durante le operazioni militari.

Permettetemi di attirare l’attenzione del lettore sul fatto che l’intelligence militare del DPR ha riferito almeno due giorni prima dell’incidente sul campo minato che il comando delle forze armate ucraine sta preparando una provocazione che coinvolge le truppe della NATO . Sembra che siano stati deliberatamente inviati nel campo minato per incolpare i morti delle truppe occidentali sul sabotaggio militare DPR. Queste informazioni sono state condivise con i giornalisti il ​​15 maggio dal presidente dell’Esercito della Repubblica Popolare di Donetsk, Eduard Basurin.

Ma questa storia ha un altro aspetto. Le truppe della NATO, che ufficialmente non dovrebbero essere nel Donbass, sono innegabilmente, direttamente coinvolte nel conflitto armato. Le accuse costanti degli Stati Uniti e dell’Unione Europea secondo cui Mosca è militarmente e tecnologicamente in aiuto alle Repubbliche del Donbass possono ora essere confutate dal ministero degli Esteri russo. Mosca potrebbe ora presentare la prova che gli Stati Uniti e la NATO stanno partecipando direttamente alla guerra.

La prossima notizia è che anche vicino ad Avdeevka, il 17 maggio, il comandante della brigata internazionale Pyatnashka del DPR, Oleg Mamiev, è stato ucciso. La spina dorsale di Pyatnashka era composta da 15 combattenti dell’Abkhazia, e il nome “Interbrigada” era inteso come un’allusione diretta alle brigate volontarie internazionali della Guerra Civile Spagnola. L’unità è stata successivamente raggiunta da molti volontari dell’Ossezia del Nord e del Sud, come lo stesso Mamiev, che si è dimostrato uno dei più famosi e autorevoli comandanti del Donbass, una persona di cui si parla solo con il massimo rispetto. Mamiev è stato ucciso nelle trincee accanto ai suoi soldati.

Oleg Mamiev

Oltre a questi incidenti, si sono verificati numerosi eventi che sarebbero stati difficili da inserire in un articolo, ma il loro significato può essere espresso con una breve parola: guerra.

L’Ucraina continua ad accumulare personale e veicoli militari e trasporta le munizioni in prima linea. Kiev ha sostanzialmente scartato la sua pretesa di rispettare gli accordi di Minsk, e le località di Avdeevka, Gorlovka e l’arco di Svetlodarsk (vicino a Debaltsevo) sono state particolarmente “calde” negli ultimi tempi. Nel complesso, le cose sono state “più calde” nel DPR che nel LPR. Da qui le diverse valutazioni delle prospettive di guerra delle due repubbliche che ho condiviso in una serie di articoli per Fort Russ News.

Alcuni dei miei amici di Donbass credono che gli americani e, come segue, gli ucraini si aspettano di giocare un gioco a lungo termine. In altre parole, vogliono intraprendere una guerra di logoramento. C’è una logica in questa teoria, ma non credo comunque che gli ucraini siano in grado di mantenere lo status quo per un periodo di tempo significativo . Le loro risorse e soprattutto la loro pazienza sono severamente limitate. Pertanto, ci sono sempre più motivi per credere che la guerra in Donbass si “sveglierà” di nuovo prima o poi.

Fonte: Fort Russ
Traduzione: Sergei Leonov

*

code

  1. robyt 3 mesi fa

    Tra le tante altre notizie che non compaiono più sui “radar” dell’informazione:

    https://tg24.sky.it/mondo/2018/05/19/cecenia-attacco-chiesa-grozny.html

    So che le cose non sono correlate strettamente alle vicende del Donbass, però il modo in cui I giornali riportando le notizie, o forse meglio dire stravolgono, o le oscurano, è qualcosa di sintomatico. Il paziente, la stampa/Pravda mainstream, è morto da tempo, e non pare più possibile una resurrezione.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Paul 3 mesi fa

    La sorpresina gli USA la faranno durante i prossimi campionati del mondi di calcio.
    Questi sono solo i preparativi.
    Si ripeterà quanto successo a Kiev nel 2014 durante le Olimpiadi invernali di Sochi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Mardunolbo 3 mesi fa

    Dispiace che quel comandante della brigata “internazionale” sia morto; ma il ricordare le brigate internazionali che combattevano in Spagna in favore della repubblica sanguinosa voluta da Inghilterra e Francia (come al solito) non depone a favore di una chiara visione geopolitica di quelle popolazioni !
    Positivo pero’ che un po’ di criminali della Nato (..male) sia saltati in aria su mine. Tutti questi venduti soldati di Usa e Canada devono fare la fine che meritano.

    Rispondi Mi piace Non mi piace