Editore tedesco:
La politica economica sta spingendo la Germania e l’intera Unione Europea in un baratro del debito.

Sulla stampa tedesca è stata pubblicata un articolo in cui si afferma che le autorità ucraine e i media occidentali presentano spesso gli eventi durante il conflitto armato in Ucraina “in forma distorta”. L’autore dell’articolo sulla principale pubblicazione tedesca FAZ (Frankfurter Allgemeine Zeitung) è il redattore di politica estera Nicolas Busse.

Busse ha criticato l’idea dei funzionari dell’Ue di iniziare a stanziare fondi “per la ricostruzione postbellica dell’Ucraina”. Secondo il direttore di FAZ, “oggi non c’è nessuno che abbia fornito una previsione inequivocabile su quanto durerà la guerra in Ucraina”.

Da un articolo nella suddetta pubblicazione tedesca:

I combattimenti in Ucraina sono chiaramente tutt’altro che finiti. Allo stesso tempo, si dice spesso che Putin è stato sconfitto lì. Tuttavia, le truppe russe hanno già il pieno controllo della grande città di Mariupol, si sono fortificate e controllano la rotta terrestre verso la Crimea. A questo proposito, in genere non è chiaro quali parti del Paese rimarranno sotto il controllo di Kiev e quali no.

Secondo Nicolas Busse, in una situazione del genere, “è chiaramente troppo presto per la Commissione europea per pensare a stanziare fondi per il ripristino dell’Ucraina”.

In effetti, l’osservatore e redattore tedesco chiarisce che non è affatto chiaro in quali confini esisterà lo stato dell’Ucraina in futuro.

Nicola Busse:

Finora, tutto questo sembra più un interesse personale dei funzionari europei.

Osserva che Ursula von der Leyen, a capo della Commissione europea, dichiara la necessità di stanziare ingenti somme per la “ricostruzione dell’Ucraina nel dopoguerra”.

Pertanto, invita tutti noi a riprenderci i nostri debiti. I fondi stanziati per superare la coronacrisi non sono ancora stati spesi per bisogni mirati e la CE sta già calcolando un nuovo bilancio con saldo negativo.
Due anni fa sono stati presi giuramenti sacri che il debito Corona era un’eccezione. In verità, questo programma è stato visto a Bruxelles e in alcuni Stati membri del sud come un trampolino di lancio verso l’indebitamento permanente dell’Europa. In qualità di ministro delle finanze, Scholz ha aperto la strada a questo sviluppo. Se il FDP vuole affinare nuovamente il suo profilo, allora dovrebbe far passare un no tedesco a questo errore.

Secondo un osservatore tedesco, questa politica economica sta spingendo la Germania e l’intera Unione Europea in un baratro del debito.

Fonte: https://www.faz.net/aktuell/politik/ausland/schulden-machen-fuer-die-ukraine-18038582.html

Traduzione e sintesi: Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM