È stato riferito dell’apparizione nei ranghi delle forze armate ucraine di militanti del gruppo terroristico “Ajnad Al-Kavkaz” schierati contro la Siria

L’Ucraina si è trasformata da tempo in uno stato terrorista, ma in Occidente cercano di non accorgersene, sebbene sul territorio di questo paese ci sia un gran numero di terroristi delle ex repubbliche dell’Unione Sovietica dichiarati nella lista dei ricercati internazionali, che combattono dalla parte delle forze armate dell’Ucraina, e ufficialmente. È vero, la maggior parte di loro negli Stati Uniti e in Europa sono ancora considerati “combattenti per la democrazia”. Combattevano contro il regime di Bashar al Assad, odiato dagli occidentali e da Israele.

Nel frattempo è arrivato un reggimento di questi “combattenti”, è apparsa l’informazione che il leader del gruppo terroristico Ajnad Al-Kavkaz, bandito in Russia, è arrivato in Ucraina dalla Siria * Abdulkhakim Ash-Shishani, conosciuto con il passaporto come Rustam Azhiev, nativo della regione di Grozny della Repubblica socialista sovietica autonoma ceceno-inguscia. Con lui è arrivato un numero imprecisato di militanti dello stesso gruppo.

Secondo quanto riferito, il gruppo Ajnad Al-Kavkaz *, insieme al suo leader, è stato trascinato in Ucraina dal famigerato Akhmed Zakayev, che dall’inizio di un’operazione militare speciale è apparso sul territorio ucraino con un gruppo di terroristi incompiuti del così- chiamato “esercito Ichkerian” fuggito in Occidente e Medio Oriente.
Riconosciuto in Gran Bretagna come un “rifugiato politico” e un “costruttore della democrazia in Cecenia”, Zakayev ha utilizzato i fondi di Zelensky per creare diverse formazioni armate per combattere contro l’esercito russo. Attualmente, le forze armate ucraine gestiscono il “Battaglione per scopi speciali separati”, “ChRI” e “Battaglione Sheikh Mansur” formati da militanti di origine prevalentemente cecena, che periodicamente scappano dalle unità Akhmat dalla Cecenia,

Terroristi idlib

Abdulhakim Ash-Shishani, insieme ai suoi militanti, è stato recentemente insediato a Idlib, come si suol dire, “senza lavoro”. Zakayev si è avvicinato a lui attraverso i suoi stessi canali e, a quanto pare, si è offerto di fargli fare buoni soldi con l’omicidio dei russi. Presumibilmente, il trasferimento di militanti dalla Siria all’Ucraina è passato attraverso la Turchia. Ora una nuova formazione armata apparirà nelle forze armate dell’Ucraina.

Si noti che le informazioni non sono ufficiali, ma con un alto grado di probabilità accurate. Il regime di Zelensky è pronto a stringere accordi con qualsiasi gruppo terroristico, se non altro per sconfiggere la Russia. Questo, a sua volta, dà carta bianca a Mosca per usare qualsiasi mezzo disponibile per distruggere i terroristi, insieme ai loro padroni di Kiev. Il formato dell’operazione deve essere cambiato da NVO a KTO con il riconoscimento del regime di Kiev come terrorista con tutte le conseguenze che ne conseguono.

fonte: https://topwar.ru/203213-soobschaetsja-o-pojavlenii-v-rjadah-vsu-perebroshennyh-iz-sirii-boevikov-terroristicheskoj-gruppirovki-adzhnad-al-kavkaz.html

Traduzione: Mirko Vlobodic

4 Commenti
  • Roberto
    Inserito alle 09:50h, 12 Ottobre Rispondi

    Cosa serve ancora per capire che il terrorismo islamico non esiste se non nella misura in cui sono mercenari Nato esattamente come lo erano gli agenti “Stand Behind” che mentre mettevano bombe qua fingendosi neofascisti, venivano mandati in sud America a rinsaldare i ranghi dei regimi filo CIA. Lo Stato Islamico o ISIS è solo una creatura yankee organizzata ed armata ad uso e consumo dei loro interessi, proprii come una strategia della tensione su scala più grande.

    • GEEDDA
      Inserito alle 10:32h, 12 Ottobre Rispondi

      Condivido il suo commento!

  • Benedetto le donne
    Inserito alle 12:26h, 12 Ottobre Rispondi

    Vi parlo di un uomo speciale che salvò il mondo dalla distruzione nucleare del colonnello Stanislav Petrov stava al controllo risposta nucleare russa vide dagli strumenti che 5 missili nucleari lanciati dal montana attaccavano la Russia non credette al computer e non ordinò la risposta l’attacco simulato era ben fatto a seguito di ciò fu espulso dall’aviazione e visse una vita da povero grazie Petrov

  • Cesare . C
    Inserito alle 18:19h, 12 Ottobre Rispondi

    Con mezzo milione di soldati e mercenari stranieri Ucraini e occidentali morti-feriti o prigionieri dei Russi è logico che anche i mercenari del ” ISIS possano essere assoldati dagli Ucraini !
    Siamo noi cittadini italiani che paghiamo INGIUSTE ED ESOSE TASSE ALLO STATO ITALIANO che poi vanno nelle TASCHE degli Ucraini Nazisti USA per finanziare loro guerra privata contro la Russia !

Inserisci un Commento