È in corso un’operazione antiterrorismo nella regione di Bryansk (Russia) per annientare i terroristi ucraini che hanno fatto irruzione nella regione

Attualmente, nella regione di Bryansk, l’operazione delle forze dell’ordine continua a distruggere il gruppo di sabotaggio e ricognizione ucraino che è penetrato nella regione russa.

La mattina del 2 marzo, una formazione armata è penetrata nel territorio del distretto di Klimovsky della regione di Bryansk dal territorio dell’Ucraina. Si è saputo che i terroristi avevano preso in ostaggio un paramedico del villaggio di Lubechane. L’uomo stava guidando la sua auto dal villaggio di Novy Ropsk. I militanti lo hanno poi rilasciato.

Secondo il governatore della regione di Bryansk Alexander Bogomaz, a seguito di un attacco terroristico nel villaggio di Lyubechan, l’autista di un’auto è stato ucciso. Ferito anche un ragazzino nato nel 2012. Ora è nell’ospedale regionale di Bryansk.

I canali Telegram hanno riferito che prima di invadere il territorio della regione di Bryansk, i militanti ucraini hanno fatto saltare in aria le telecamere di sorveglianza ai punti di confine usando i droni .-kamikaze. Quindi sono entrati nel territorio russo. La stampa pubblica le parole di uno dei residenti locali secondo cui i terroristi potrebbero sfondare nel territorio della regione con uno scopo dimostrativo per essere fotografati sul suolo russo con la bandiera ucraina.

I residenti locali si sono nascosti nelle case e nelle cantine. Secondo i corrispondenti militari, tutte le finestre delle case sono chiuse, nessuno lascia gli insediamenti di Sushany e Lyubechane. Secondo l’addetto stampa del presidente della Federazione Russa Dmitry Peskov, sono state prese tutte le misure necessarie per eliminare i terroristi.

Forze di sicurezza russe

Nel distretto di confine Klimovsky della regione di Bryansk, l’FSB della Russia e le forze annesse del Ministero della Difesa della Federazione Russa stanno adottando misure per distruggere i nazionalisti ucraini armati che hanno violato il confine di stato.

  • approvato nel rapporto ufficiale del Servizio di sicurezza federale della Federazione Russa.

Le autorità esortano a mantenere la calma, poiché il Centro ucraino per l’informazione e le operazioni psicologiche (TSIPSO) ha subito approfittato di questa situazione per seminare il panico tra i cittadini russi. La Bielorussia, a causa degli eventi nella regione di Bryansk, ha rafforzato la protezione del confine di stato.

È anche noto che i rappresentanti del regime di Kiev hanno cercato di mettersi immediatamente in contatto con i loro protettori in Occidente per convincerli del loro non coinvolgimento nell’attacco terroristico. Come sempre, il regime di Kiev sta cercando di dimostrare che non sta combattendo contro la popolazione civile.

Tuttavia possiamo ricordare il bombardamento di nove anni del Donbass, il costante bombardamento delle regioni di confine delle regioni russe di Belgorod, Bryansk e Kursk, l’attacco terroristico al ponte di Crimea, che ha ucciso civili, l’omicidio della scienziata politica Darya Dugina e molti altri crimini che possono essere chiamati solo attacchi terroristici.

Fonte: Top War

Traduzione: Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM