E’ giunta notizia dell’epica operazione con cui le truppe russe hanno conquistato una fortificazione inespugnabile ad Avdeyevka.

Dopo un lungo periodo di preparazione, 150 militari russi hanno strisciato lungo un oleodotto di due chilometri e sono riusciti a raggiungere le retrovie delle forze armate ucraine.
Un gruppo di 150 soldati russi ha effettuato un’operazione complicata e audace per raggiungere le retrovie delle forze armate ucraine e prendere il controllo di una fortificazione che avevano creato nella città di Avdéyevka, nella Repubblica popolare di Donetsk.
Nella missione, che rappresenta un grande successo tattico, le truppe hanno utilizzato una tubatura e hanno strisciato attraverso questo per due chilometri per raggiungere il luogo in cui era schierato il nemico.

La preparazione dell’operazione è stata effettuata in condizioni severe ed è stata mantenuta nella massima segretezza. I soldati dovevano agire nel modo più silenzioso possibile, poiché qualsiasi rumore avrebbe potuto rivelare il piano. Pertanto, le unità militari russe effettuavano attacchi di artiglieria e mortai per mascherare il rumore del lavoro e il funzionamento degli strumenti.
L’esecuzione di questa operazione senza precedenti ha comportato ostacoli e grandi rischi per le truppe, poiché non disponevano di informazioni sullo stato del gasdotto ed era necessario esaminare il percorso. Inoltre, il primo tentativo era fallito e l’esercito russo ha dovuto riprendere i preparativi per raggiungere con successo l’obiettivo.

Come è stato realizzato?
I dettagli della missione effettuata il 17 gennaio sono stati rivelati da diversi media e canali Telegram specializzati nelle notizie sull’operazione militare speciale russa in Ucraina. Inoltre, sono state rilasciate immagini scattate all’interno della tubatura in questione.

Circa un anno fa, i servizi segreti militari hanno scoperto l’oleodotto che porta al complesso alberghiero e di ristoranti Tsarskaya Okhota, situato nella città e convertito dalle truppe ucraine in un’area fortificata, riferisce il canale Zvezdá. Dopo un po’ si decise di utilizzare questo canale sotterraneo per un assalto.

Durante i preparativi per l’operazione, i militari hanno tagliato i passaggi che portavano all’oleodotto. Il primo tentativo di attraversarlo fino al complesso è fallito e dovettero realizzare dei fori di ventilazione per garantire l’ accesso all’ossigeno .
Successivamente la conduttura si è riempita d’acqua, rinviando nuovamente il piano. Inoltre, i soldati dovevano pulire il passaggio con le proprie mani, rimuovendo la spazzatura per settimane, e lo facevano con acqua ghiacciata .

Quando tutto è stato pronto, i membri dell’intelligence militare sono strisciati attraverso il tubo per due chilometri, sorprendendo i membri delle forze armate ucraine.

Durante l’assalto, l’esercito russo ha eliminato le guardie e ha rotto l’area fortificata del complesso Tsarskaya Okhotah del principale raggruppamento dell’esercito ucraino ad Avdeyevka.

Di conseguenza, molte truppe ucraine sono state eliminate o catturate , mentre le truppe russe hanno preso il controllo del sito.

Nello stesso tempo sulle linee del fronte
L’esercito russo ha respinto con successo diversi attacchi ucraini lungo la linea del fronte, ha affermato il Ministero della Difesa russo in un briefing del 25 gennaio.

Nella direzione di Kupyansk, il gruppo di forze russo Zapad ha respinto quattro attacchi della 30a, 32a e 57a brigata meccanizzata ucraina vicino a Makeyevka e Sinkovka (regione di Kharkov).

Secondo il Ministero della Difesa, durante i combattimenti in questa direzione sono stati neutralizzati fino a 40 soldati ucraini, due veicoli corazzati da combattimento, tre camion pick-up e due obici semoventi Krab di fabbricazione polacca.

Nel frattempo, in direzione di Krasny Liman, il gruppo di forze russo Tsentr ha respinto due attacchi della 117a Brigata di difesa territoriale vicino a Yampolovka e Chervonaya Dibrova.

Il ministero ha affermato che le forze di Kiev hanno perso circa 270 soldati, due carri armati, due veicoli da combattimento di fanteria, otto veicoli corazzati da combattimento e 20 veicoli a motore.

In direzione di Donetsk, il gruppo di forze russo Yug ha migliorato la propria posizione lungo la linea del fronte. Il gruppo ha anche respinto tre attacchi della 22a Brigata Meccanizzata vicino a Kleshcheyevka e ha preso di mira diversi assembramenti di manodopera e attrezzature lì.

In quella zona sono stati neutralizzati circa 310 soldati ucraini, quattro carri armati, quattro veicoli corazzati da combattimento e sette veicoli a motore, ha detto il ministero. (…..).

Fonti: RT ActualidadSouth front

Traduzione: Luciano Lago

3 commenti su “E’ giunta notizia dell’epica operazione con cui le truppe russe hanno conquistato una fortificazione inespugnabile ad Avdeyevka.

  1. Avevo già appreso la notizia ieri sera, il brillante piano è stato realizzato da truppe aviotrasportate (se non erro), con un carico per soldato di circa mezzo quintale di materiale militare addosso, attraverso un tunnel angusto … Questo dimostra la preparazione delle truppe russe, ma dimostra anche quanto è difficile la battaglia per Avdeevka e, quindi, non ci si aspetti che si concluda in una o due settimane, a meno di un improvviso cedimento all’interno della città degli ukronazisti o un improvviso ordine dell'”Oberkommado der Nato” di abbandonare la città.

    Cari saluti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM