E’ giunta l’ora di combattere le elites globali dappertutto


di Alexander Dugin
Il 29 giugno, la comunità mondiale celebra la Giornata dei partigiani e degli insorgenti, la giornata dei “nascosti”. Mi piace l’idea. Nessuno può avere la garanzia di trovarsi nella posizione di una minoranza perseguitata, costretta a vivere nella clandestinità e a condurre uno stile di vita partigiano. I proverbi russi dicono: non si è mai troppo sicuri di evitare la povertà accidentale o la prigionia. Non dipende solo dalla nostra volontà. C’è dell’altro. Il destino.

La figura del partigiano è glorificata nella cultura sovietica. E ancora prima, Tolstoj attirò l’attenzione sul ruolo delle unità contadine russe che agiscono dietro le linee nemiche nella sua descrizione della guerra patriottica del 1812. Per noi russi, si tratta di un argomento intimo.

Se ci riflettiamo, questa giornata è carica di conclusioni estremamente profonde. La clandestinità emerge quando il sistema politico e ideologico esistente – e perfettamente legale – si rivela incompatibile con i principi, i valori e le linee ideologiche di un determinato gruppo di popolazione, proprio del gruppo a cui appartenevamo; ma questo gruppo dovrebbe, teoricamente autoctono, è caduto sotto il potere del sistema alienato in modo naturale.

Alexander Dugin

I “nascosti” non sono una rete di sabotatori: sono la risposta degli autoctoni, nati in quella stessa terra, il cui potere è stato preso da quelle forze che hanno negato agli autoctoni il diritto alla vita, alla libertà e al pensiero.

Da qui l’immagine del partigiano. Il Guerrilla Fighter [il combattente popolare, N.d.T.] non è un nuovo arrivato, straniero, straniero; egli dimora, esiste e agisce nello stesso luogo in cui è nato, cresciuto, vive ed ha vissuto; ma il potere stabilito nella sua terra, nel suo spazio, si rivela alieno – malefico, ostile, crudele, non suo, e quindi falso, illegittimo.

È qui che inizia il risveglio dell’identità partigiana. Noi, russi, quando menzioniamo la figura del partigiano, di solito pensiamo agli uomini civili dei soviet che hanno combattuto dietro le linee di Hitler durante la Grande Guerra Patriottica come esempio classico. Sì, i partigiani appaiono spesso nell’occupazione, ma l’occupazione non è sempre l’arrivo di eserciti stranieri.

Cristiani o monarchici, o semplicemente non comunisti, sotto i bolscevichi si trovavano nella stessa situazione. Le autorità sovietiche non li hanno considerati partigiani, ma erano partigiani – la clandestinità antisovietica russa – compresa la Chiesa delle Catacombe. I combattenti dell’Armata Bianca erano anche partigiani – partigiani bianchi, esattamente come i monarchici serbi – chetnikis, i ribelli dei Canudos in Brasile sotto i Conselheiro o Cristeros in Messico. I partigiani erano eroici combattenti di Vandea durante la Rivoluzione Francese.

Vedetta di Hezbollah

I clandestini anti-nazisti in Germania, che consistevano principalmente in tedeschi, erano anche autentici partigiani tedeschi. Gli occupanti erano i loro compatrioti, che non lasciavano loro il diritto di vivere – o meglio, di vivere liberamente. In Rote Kapelle e altre reti anti-naziste hanno combattuto molti zelanti nazionalisti e patrioti tedeschi, nazional-bolscevichi e sostenitori della rivoluzione conservatrice.

L’eminente giurista tedesco Carl Schmitt ha elaborato una Teoria del Partigiano molto profonda e interessante. Dal suo punto di vista, un partigiano è colui che è fedele alla Terra da cui è cresciuto, di cui sente vividamente il legame e per la quale è disposto a sacrificare la propria vita. È la Terra, il legame organico al luogo, al territorio, alla tradizione vivente, al linguaggio – e in definitiva al proprio Logos organico profondo – che fa il partigiano.

Questa definizione di Schmitt assume oggi un significato particolare. La globalizzazione, il liberalismo, il capitalismo tagliano forzatamente i legami di tutti i popoli con il loro ambiente culturale, con le loro radici, con il loro spazio. Il globalismo è una società liquida in cui tutto è affidato alla tecnologia, al continuo movimento caotico, allo spostamento; non ha radici; è la crescita planetaria della civiltà del Mare – il trionfo della Potenza del Mare; e questo può essere letto come il Diluvio Universale. La Terra contro il Mare significa, in termini schmittiani, la Tradizione contro la Modernità, lo Spirito contro la Materia, il partigiano patriottico contro il globalista cosmopolita.

Ovunque nel pianeta, dagli Stati Uniti alle periferie più remote, un’élite estranea al popolo, fredda, pervertita, falsa, stabilisce le sue regole e le sue norme, le sue leggi e priorità. Così gradualmente il popolo della Terra, il popolo della propria Terra, si trova nella posizione del partigiano.

Combattente della resistenza Hezbollah

Più globale diventa il potere dei globalisti, più globale diventa la “sotterraneità” del mondo, la Resistenza del mondo, come i partigiani americani negli Stati Uniti, conservatori o sinistra identitaria, sostenitori di Trump e combattenti per i diritti del popolo contro le folli élite globaliste superricche, i russi (in generale) o i gilet gialli europei che combattono la dittatura di Macron; i musulmani che difendono il loro diritto di credere nel loro Dio, e i popoli dell’America Latina e dell’Africa che anelano alla vera indipendenza e libertà non questi simulacri sono tutti partigiani e ribelli.

E questo è il loro giorno. Il nostro giorno.

Fonte: Geopolitica.ru

Traduzione a cura di Lorenzo Maria Pacini

104 Commenti
  • atlas
    Inserito alle 10:49h, 13 Luglio Rispondi

    articolo che fa confusione. Un sistema impermeabile tipico della Corea del nord ad es., con vincoli razziali valorizzati e un armamento di difesa letale costituiscono già ottima protezione dal giudeo internazionale. Perchè è di questo che si sta trattando, mica di omofili, pedofili o pederasti. Tutto nello Stato, niente al di fuori dello Stato, nulla contro lo Stato. Nazionalizzare tutto, sino all’ultimo pelo del buco dell’ano

    • atlas
      Inserito alle 10:56h, 13 Luglio Rispondi

      ed eliminare fisicamente ogni forma di dissenso democratico sul nascere. Se la democrazia si propaga la malattia è poi difficilmente sanabile e per curarla si dovranno amputare arti importanti. Tagliare la testa al serpente (leggo che il troll democratico bazzica ancora da questi siti…)

      • dio fiore
        Inserito alle 15:38h, 13 Luglio Rispondi

        Eccolo il malato mentale,quello che vuole uccidere le persone democratiche…..

        • filiberto
          Inserito alle 15:47h, 13 Luglio Rispondi

          Egregio DIO FIORE sii tollerante verso i meno fortunati.
          Non da fastidio,e’ innocuo,ripete sempre le stesse cose.
          Lasciatelo solo e scomparira’.
          Un abbraccio a te Fiore e all amico Atlas.

      • atlas
        Inserito alle 22:09h, 13 Luglio Rispondi

        cambiamo strategia. Non diamo da mangiare ai troll democratici (non rispondiamogli nel merito dei loro commenti contrari all’orientamento sovranista del sito). E’ Luciano Lago che li deve definitivamente cancellare tutti, il sito è il suo. Finchè non lo fa è uno che dimostra solo di scrivere chiacchiere (democrazia)

      • stefano
        Inserito alle 22:10h, 13 Luglio Rispondi

        ci sono varie forme di “DEMOCRAZIA”! C’è quella borghese capitalistica infame e falsa contro cui molti di qui si schierano e c’è una “democrazia socialista” fatta dal popolo di lavoratori … questa è vera democrazia che non ha proprio niente di repellente se non per alcuni destrossi sfegatati di qua sopra che sarebbe meglio definire per come amano definirsi loro stessi: fascisti o, peggio, nazisti.

        • atlas
          Inserito alle 22:34h, 13 Luglio Rispondi

          cambiamo strategia. Non diamo da mangiare ai troll democratici (non rispondiamogli nel merito dei loro commenti contrari all’orientamento sovranista del sito). E’ Luciano Lago che li deve definitivamente cancellare tutti, il sito è il suo. Finchè non lo fa è uno che dimostra solo di scrivere chiacchiere (democrazia)

          • stefano
            Inserito alle 02:29h, 14 Luglio

            luciano lago dovrebbe cancellare i veri troll come te. Tu saresti sovranista? sei un venduto mussulmano quindi cos’hai di sovranista? l’italia o il regno delle 2 sicilie di cui sei nostalgico era forse un regno mussulmano? e stai certo che se un giorno davvero il sud si stacca dal resto non sarà per merito dei “sovranisti” come te ma per (de)merito di mafia e ameri-cani…quelli che anche tu mi sembra che disprezzi. Ammesso che non sei un troll, fai solo il loro gioco

        • Giorgio
          Inserito alle 08:22h, 14 Luglio Rispondi

          Socialismo e democrazia sono incompatibili ……. qualche illuso ci ha provato …. Allende in Cile pensando bastasse avere la maggioranza relativa alle elezioni ….
          non ha instaurato una dittatura socialista ….. ha lasciato i media ai loro padroni ….. ha nazionalizzato qualcosa ma non tutto (miniere di rame sottratte alle multinazionali usa) …… e ha fatto la fine che sappiamo …
          Cia, Kissinger (sempre sia maledetto), multinazionali e quinta colonna interna lo hanno assassinato consegnando il Cile ad una delle più feroci dittature liberiste e capital globaliste …….
          Morale della favola ……. pensare di sconfiggere il liberismo capitalista porgendo un ramoscello di ulivo al nemico e blaterando di pace e democrazia ……
          è un suicidio bello e buono …..
          P.S. vi sono tanti altri esempi simili ….. Morales in Bolivia e Lula in Brasile ……. e altri ancora …..

          • atlas
            Inserito alle 09:55h, 14 Luglio

            ti ringrazio di aver risposto per me Giorgio, stò ancora facendo colazione. E fagli studiare Goebbels, visto che gli esce stentatamente dalla bocca la parola ‘Socialismo’

          • stefano
            Inserito alle 15:54h, 14 Luglio

            Io non ho mai parlato di Allende come socialista nel senso in cui intendo questa definizione! per me si è come suicidato! quanto al resto che hai scritto tipo questo :” pensare di sconfiggere il liberismo capitalista porgendo un ramoscello di ulivo al nemico e blaterando di pace e democrazia ……
            è un suicidio bello e buono …..” …. quando mai ho detto o pensato una cosa del genere! Ma figurati! per me il liberismo e la sua finta democrazia possono crollare solo a suon di cannonate!

          • atlas
            Inserito alle 16:13h, 14 Luglio

            quindi sei un democratico vero, cioè lo sterco di tutti. E cambiamo strategia, tanto per cambiare, tanto il buon Luciano avrà di meglio da fare che occuparsi dei commenti, basta che non superino il limite della decenza……che in realtà sono ampiamente superati a leggere di questo genere di escrementi. E non diamo da mangiare ai troll democratici …… (non rispondiamogli nel merito dei loro commenti contrari all’orientamento sovranista del sito). E’ Luciano Lago che li deve definitivamente cancellare tutti, il sito è il suo. Finchè non lo fa è uno che dimostra solo di scrivere chiacchiere (democrazia). Che tristezza, me ne vado al mare

          • cherubbo
            Inserito alle 10:07h, 15 Luglio

            1 Da quando questo sito e’ di stampo fascista/dittatoriale?
            2 Chi l ha deciso?
            3 Perche’ Luciano Lago dovrebbe cancellare i democratici e non i troll prezzolati come te?
            4 Come ti permetti di insultare gli altri utenti?
            5 Chi sei?
            6 Redazione ma cosa aspettate a cancellarlo visto che a quanto pare lancia frecciate anche a voi?
            hannibal e’ giorgio sono la stessa persona,scrivono gli stessi commenti copia/incolla.
            Atlas la tua ignoranza e; scandalosa.

          • atlas
            Inserito alle 23:47h, 17 Luglio

            la mia strategia è sempre la stessa, anche dovessi scrivere contro tutti: non do da mangiare ai troll democratici (non gli rispondo nemmeno nel merito dei loro commenti contrari all’orientamento sovranista del sito). E’ Luciano Lago che li deve definitivamente cancellare tutti, il sito è il suo. Finchè non lo fa è uno che dimostra solo di scrivere chiacchiere (democrazia)

    • ARMIN
      Inserito alle 11:39h, 13 Luglio Rispondi

      Per ATLAS.
      Condivido. La Razza è il Bene più importante. Il regalo di Dio, NON VA TOCCATA!!!!!!!!!
      I miserabili padroni del vapore con i loro saputoni e i loro lacché sono BLASFEMI, esseri
      indegni di vivere. Che il sangue degli innocenti ricada sulle loro teste bacate!
      Ciao.

    • Hannibal7
      Inserito alle 12:45h, 13 Luglio Rispondi

      Concordo pienamente con te Atlas

      • Giorgio
        Inserito alle 13:45h, 13 Luglio Rispondi

        Atlas – Armin – Hannibal …….. condivido totalmente …….

        • SERIO
          Inserito alle 20:32h, 13 Luglio Rispondi

          VE LA CANTATE E VE LA SUONATE DA SOLI.
          BEL GRPPO DI IMBECILLI SOLIDALI

          • atlas
            Inserito alle 22:12h, 13 Luglio

            cambiamo strategia. Non diamo da mangiare ai troll democratici (non rispondiamogli nel merito dei loro commenti contrari all’orientamento sovranista del sito). E’ Luciano Lago che li deve definitivamente cancellare tutti, il sito è il suo. Finchè non lo fa è uno che dimostra solo di scrivere chiacchiere (democrazia)

          • Hannibal7
            Inserito alle 08:45h, 14 Luglio

            E certo…a noi piace tanto la musica…
            Poi…meglio soli che male accompagnati
            Dasvidania troll……

  • Mario
    Inserito alle 11:26h, 13 Luglio Rispondi

    SPLENDIDO ARTICOLO
    COMPLIMENTI W LA LIBERTÀ

  • Nexus
    Inserito alle 11:57h, 13 Luglio Rispondi

    Gran bell’articolo!
    Una profonda e corretta analisi della reazione al globalismo da parte dell’umanità (la parte sana, sveglia e consapevole).
    Per rimanere ai tempi attuali riporto questa citazione:
    “Quello che ancora molti non hanno capito è che la battaglia che si sta combattendo da alcuni mesi è per la libertà.
    La pandemia è un tentativo estremo e violento con la scusa del Covid di togliere le ultime libertà rimaste e di avere il controllo sui corpi e l’anima delle persone.
    E’ l’ultima chiamata…. o si sceglie di combattere per la libertà vera o si sta dall’altra parte.
    Non si può servire Dio e il diavolo allo stesso tempo

  • stefano
    Inserito alle 12:08h, 13 Luglio Rispondi

    “I combattenti dell’Armata Bianca erano anche partigiani – partigiani bianchi,”….No, egregio Dugin, quelli erano solo dei reazionari armati dalle potenze occidentali scandalizzate e terrorizzate dal fatto che dei “miserabili” avessero osato violare il loro ordine!

    • дуx
      Inserito alle 08:27h, 14 Luglio Rispondi

      Stefano, la sua lettura e’ parzialmente giusta perche’ la sua visione e’ alla luce della situazione attuale… Tuttavia, lei faccia conto che i Bianchi, erano fedeli allo Zar ed all’anima Russo Ortodossa, ove lo stesso Lev Nikolaevich Tolstoj, nonostante fosse stato il primo a opporsi culturalmente al trattamento dei servi , descriveva perfettamente la vera Anima Russa (veda il rapporto di Levine con i suoi contadini, in Anna Karenina).
      l’irrompere della violenza (omicidi di massa degli ufficiali dell’Impero) dei bolscheviki (80 % ebrei) fu la causa dello cercare aiuto alle aristocrazie europee da parte dei massimi ufficiali imperiali (uno a caso: l’Ammiraglio Kolchak). Ovviamente le aritocrazie erano collegate con le massonerie occidentali… da qui, i finanziamenti dei soliti luridi che erano gia’ben strutturati in london e us.

      • stefano
        Inserito alle 17:04h, 14 Luglio Rispondi

        DUX :”Stefano, la sua lettura e’ parzialmente giusta perche’ la sua visione e’ alla luce della situazione attuale… Tuttavia, lei faccia conto che i Bianchi, erano fedeli allo Zar ed all’anima Russo Ortodossa, ove lo stesso Lev Nikolaevich Tolstoj, nonostante fosse stato il primo a opporsi culturalmente al trattamento dei servi , descriveva perfettamente la vera Anima Russa (veda il rapporto di Levine con i suoi contadini, in Anna Karenina).
        l’irrompere della violenza (omicidi di massa degli ufficiali dell’Impero) dei bolscheviki (80 % ebrei) fu la causa dello cercare aiuto alle aristocrazie europee da parte dei massimi ufficiali imperiali (uno a caso: l’Ammiraglio Kolchak). Ovviamente le aritocrazie erano collegate con le massonerie occidentali… da qui, i finanziamenti dei soliti luridi che erano gia’ben strutturati in london e us.”

        Intanto la mia lettura non è per niente “alla luce della situazione attuale” ma alla luce di quello che è successo 100 anni fa in russia : ci fu una rivoluzione e le armate “bianche” manovrate dall’europa cercarono di distruggere quella rivoluzione!
        Assieme ai mainstream citate sempre i “massacri” fatti dai bolscevichi e vi inventate anche i numeri che furono ben al di sotto di quello che proprio il mainstream vuole far credere …se davvero i bolscevichi avessero fatto fuori tutti gli ufficiali zaristi la stessa armata rossa sarebbe stata solo un’armata brancaleone per mancanza di ufficiali professionisti…fu liquidato qualche migliaio di ufficiali zaristi perchè erano complici di zar e reucci vari europei che volevano affossare la rivoluzione. Quanto agli ebrei da dove ha preso la percentuale dell’82% che avrebbe composto il partito bolscevico? da Repubblica? che, assieme ai reazionari di tutte le specie, scrive che era ebreo lo stesso Lenin (guarda caso preso a pistolettate proprio da un’ebrea) nonostante quello avesse solo un nonno ebreo peraltro sposato con una donna cristiana! ma tanto basta ai reazionari di ogni specie per buttare discredito su lenin e sulla rivoluzione bolscevica russa! parlate contro la “democrazia” e il mainstream ma poi vi abbeverate alle loro fonti e alle loro calunnie! “gli ebrei hanno finanziato i bolscevichi”! se erano ebrei rivoluzionari ha fatto bene lenin ad accettare i loro finanziamenti! peraltro a quell’epoca mica tutti gli ebrei erano bestie come la stragrande maggioranza di quelli attuali! Però a me risulta che proprio il “caro” Hitler – antisemita per eccellenza – si servì di qualche ebreo per la sua politica economica-finanziaria e lo elevò anche ai massimi livelli di potere. Mi risulta anche che quando aggredì la russia non fu certo per un errore di calcolo ma perchè utilizzato come un burattino dall’imperialismo occidentale che sperava di distruggere la russia con le armate del nazismo! e mi risulta anche che il grande e coraggioso Hitler non si è affatto suicidato come volle e si è voluto far credere ma se l’è svignata bellamente in america latina dove poi è morto a circa 72 anni! proprio un bell’eroe! e questo non lo affermo io ma ne ho avuto conferma proprio da un cantore del nazismo che però ha avuto almeno l’onestà di riconoscere la bufala del suicidio di hitler!

        • дуx
          Inserito alle 19:25h, 14 Luglio Rispondi

          scusi.. qualche migliaio di ufficiali non fu un massacro ?
          fondamentalmente i Bianchi erano per la conservazione dei Valori Russi, e riconoscevano proprio nella figura dello Zar (tant’e che anche tutto il popolo Cosacco, da Zhaporoshje., fino alla Volga, si mossero a difesa dei Bianchi. (Scholokhov)
          Sicuro.. le infitrazioni dei luridi occidentali iniziarono da subito approfittando della debolezza conseguente alla I^ Weltkrieg., proprio fingendo di supportare i bianchi, ma il disegno fu lo stesso di oggi.
          Per quanto riguarda i dati sugli ebrei bolsheviki, in Gulag Arkhipelag, Aleksandr Solgjenicjn, mostra dati e testimonianze dell’época, Per quanto riguarda la percentuale ebraica nella popolazione Russa del tempo, si legga la cacciata degli ebrei da Spagna e portogallo alla fine del XVI sec., e la seconda cacciata degli aschenaziti,dai paesi bassi, effettuata da parte dei sefarditi (i peggiori) i quali finanziarono di fatto gli Orange, nella guerra dei Trentanni.
          Una informazione per lei e per tutti coloro che credono di insultarmi ::
          io non prendo informazioni dal Vs fornitore wikipedia… Io leggo Libri del passato, sul passato,
          saluto

          • дуx
            Inserito alle 19:32h, 14 Luglio

            per chiarire.. io ho vissuto per lavoro in Russia, e Ukraina orientale.
            la Russia eß la mia patria Culturale e Sentimentale, non la lurida italia

          • stefano
            Inserito alle 20:29h, 14 Luglio

            Lei parla di “massacro” di ufficiali zaristi! zaristi…appunto! ma lei lo sa cosa significa una rivoluzione o devo citarle qualche famosa frase di qualche rivoluzionario del passato? crede che sia una passeggiata a suon di trombe e tamburi? tutte le rivoluzioni significano vita per alcuni e morte per altri! vita per chi la fa e morte per chi vi si oppone! pensa di fare le rivoluzioni coi codici o il vangelo in mano? Solgenizin? oh…ecco il mito tanto caro ai repubblichini (intendo i lettori di repubblica o giornali simili). un monarchico ! un privilegiato monarchico che si sentiva messo ai margini dai pezzenti bolscevichi! Ipse dixit ! se lo ha detto lui allora bisogna crederci! anche lui rappresentava l’anima autentica delle russia? e come mai l’anima autentica della russia fece la rivoluzione proprio contro anche i solgenizin? io non ho parlato di percentuale di ebrei in russia e neppure ho parlato di wikipedia come sua fonte di informazione! Lei prende le sue informazioni dai libri? dipende da chi li ha scritti quei libri che lei ha letto…io ho letto altri libri e , a parte i libri, guardo ai fatti. comunque si tenga pure le sue opinioni e io farà lo stesso con le mie. p.s. Lei ha lavorato in russia e in ucraina ? e questo secondo lei le dà titolo per sparlare di massacri e di bolscevichi manipolati a destra e a manca? erano tanto poco manipolati che sono stati per decenni la bestia nera dei capitalisti e imperialisti occidentali, usa in testa!

          • atlas
            Inserito alle 08:31h, 15 Luglio

            «per corrompere un individuo basta insegnargli a chiamare diritti i suoi desideri personali e abusi i diritti degli altri» (Nicolas Gòmez Dàvila)

          • дуx
            Inserito alle 19:09h, 15 Luglio

            X Stefano. Le scrivo l’ultima poi chiudo.:
            I dicorsi a cui lei perviene oggi, li pensai gia’ vent’anni fa.
            Io non leggo nessuna puttana editoriale. La tv l’ho gettata 20 anni fa’… e durante questi, ho vissuto in realta’ che ,fra tutti coloro che sono eroi in questo sito, si e no quattro – cinque avranno conosciuto.
            percio’, la sua boria aggressiva con me non attacca.
            ..ah, dimenticavo :
            con tutto il rispetto pèr la serieta’ del padrone di casa che mette a disposizione il suo sito,
            guardi Stefano che in Russia quelli che sbraitano tanto e che si mettono in mostra, sono considerati dei coglioni :
            non si abbassi ai livelli di sbirri da barzelletta (pericolosi perche’ imbecilli), spesso presenti nel sito.
            saluto

    • дуx
      Inserito alle 08:32h, 14 Luglio Rispondi

      Di contro, i luridi occidentali, finanziarono sia i bolscheviki (ebrei) che i Bianchi

      • Mardunolbo
        Inserito alle 02:24h, 15 Luglio Rispondi

        Egregio, Inutile insistere con coloro che si sono creati dei come lenin e gli altri massacratori del popolo russo ! Non credono alla Storia nè crederanno mai se non alle loro ubbie da ignoranti. E da ignoranti inneggiano alla Cina senza sapere nulla della Cina Popolare. Il sito è zeppo di questi adoratori e lo stesso sito fomenta questa adorazione cinese.

      • Giorgio
        Inserito alle 11:41h, 15 Luglio Rispondi

        Di sicuro agli anglo americani tornava molto comodo che Germania nazionalsocialista e Unione sovietica si distruggessero a vicenda ……
        e hanno fomentato e anche armato e commerciato con entrambi …….

      • stefano
        Inserito alle 23:24h, 15 Luglio Rispondi

        Sig. Dux, dove sarebbe la mia “boria”? e, soprattutto, dove sarebbe il mio mettermi in mostra! Faccia il conto dei miei commenti e di quelli di altri di qui e vedrà che il conteggio mi vedrà tra gli ultimi . Lei pretende di sapere tutto dei malvagi bolscevichi e dei loro “massacri” per il fatto che ha lavorato in russia o perchè ha letto solgenizin! Sono in diritto o no di contestare le sue affermazioni con argomenti anche storici senza suscitare la sua sdegnata reazione? Lei avrebbe dovuto citarmi fatti storici, fatti e percentuali sicure e non le pagine di qualche reazionario russo che va tanto di moda in quei giornali e Tv mainstream che però dice di ripudiare! La saluto.

        • дуx
          Inserito alle 00:54h, 16 Luglio Rispondi

          Lei Stefano, mi sembrava fosse una persona in grado di capire…
          allora :
          …intanto io prendo le difese del Popolo Russo e della Sua Anima, che come lei avra realizzato, e’ sotto attacco da parte del merdoso occidente, nel quale purtroppo anchio sono sono cresciuto… pensi! ho anche avuto la fortuna di frequentare i ritardati mastica gomme, i quali mi hanno permesso di capire che tipo di liquame occupa il loro cranio !! mi creda, a tale concentrazione, si avvicinano solo quelli che in italia indossano uniforme nera e i loro compari.
          Lei si ostina a credere che io abbia in odio i bolscheviki . la sua e’ una lettura miope di quanto ho scritto. Ho scritto dei Bianchi contro le accuse fatte da lei ed altri , ed ho preso in considerazione l’attivita’ dei bolscheviki, perche’ prima di attaccare i Bianchi, si occuparono dell’eliminazione dei menscheviki e dei socialisti rivoluzionari , gia dal 1905.
          Poi acquisito il monopolio ideologico degli operai delle grosse citta’,, iniziarono ad imporre con la violenza (Kulaki) l’ideologia nelle campagne. Il risultato furono che la popolazione si trovo’ in una miseria peggiore della schiavitu precedente al 1861..
          le carestie del 32 e 35 nelle campagne meridionali, furono causate da sperimentazioni volute dagli esaltati commissari politici che spinsero Stalin ad applicarle…. in un paragone piu’ semplice, fecero quello che fece la cia insieme agli sgherrri italioti durante le decadi del terrorismo italiota..
          Nonostante tutto, le purghe di Stalin prima e l’arrivo di Kruschev (ex comandante dell’Armata Rossa sul fronte meridionale), ridussero la presenza fisica e politica dei giudei, contribuendo all’assimilazione del popolo Russo nell’identificayione dell’Armata Rossa. Ora se lei osserva le parate e tutte le manifestayioni pubbliche, (andando in Russia potra’ osservare ed intuire) , il Popolo Russo ha accumulato le radici di tutta la sofferenya subita… L’Anima Russa mantiene le radici Imperiali, l’autodisciplina del Socialismo, e la liberta’ nella Tradizione. Ci sono ancora molti pagliacci anche nel contropensiero, che credono che gli oligarchi siano amici o soci del Presidente Putin. Niente di piu’ falso ! Nel Presidente il Popolo si identifica e si sente un vero stato.
          Vede, il paradosso e che ora i miserabili parassiti che occupano le “careghe” a bruxelles, stanno imponendo un concetto peggiore del sistema Sovietico… peggiore nel senso che sono corrotti moralmente e culturalmente.
          I Soviet, dopo il 40 svilupparono piani quinquennali, ma soprattutto culturali… L’universita’ era obbligatoria ed in disciplina (che non e’ totalitarismo). Con la disciplina si forgiano donne e uomini d’acciaio.
          anni fa’ trovai uno studio del vaticano scritto negli anni 60, del KGB sulla struttura sociale. Vi era contenuto un rapporto fra laureati in us e laureati in Russia: per ogni laureato nelle baracche americane , vi erano sessanta laureati sovietici ( 1/60 ).
          Mentre kerouach, ginsberg prima e baez , dylan dopo, chiaccheravano e strimpellavano lagne sulla liberta e sul fancazzismo, i Soviet programmavano il futuro dell’ oggi , nonostante gli oligarchi (che sono in odio persino alla tradizione della Criminalita’
          Russa),
          Pertanto Stefano , il Popolo Russo che io conosco, e’ protetto da una corazza, un tessuto di Letteratura, scienza, radici imperiali, autodiscipline socialiste. Il tutto coeso dalla consapevoleyya dei milioni di caduti fra tutti gli avi.
          Di fronte a queste Genti , il puzzolente “Bueo” occidentale e’ gia’ un cadavere decomposto che si trascina fra le sue falsita’ bulliwoodiane.
          saluto

          • stefano
            Inserito alle 13:44h, 16 Luglio

            Sig. Dux, ma io condivido quasi tutto quello che ha scritto nell’ultima sua gradita risposta…però a questo punto non capisco (proprio non capisco) per quale motivo sente il bisogno di cedere alla comune propaganda occidentale che tende sempre e solo a parlare di “massacri” in russia da parte dei bolscevichi e di stalin. Stalin eliminò parecchi ufficiali non leali alla causa bolscevica, e lo fece a volte per vero e proprio tradimento di quegli ufficiali e altre volte per loro incompetenza … e secondo me fece bene!…così come fece bene anche a fare il famoso patto molotov-ribentrop per prendere tempo e prepararsi alla guerra contro hitler che lui dava per scontato che ci sarebbe stata come in effetti avvenne.
            Lei scrive anche: “ho preso in considerazione l’attivita’ dei bolscheviki, perche’ prima di attaccare i Bianchi, si occuparono dell’eliminazione dei menscheviki e dei socialisti rivoluzionari , gia dal 1905.
            Poi acquisito il monopolio ideologico degli operai delle grosse citta’,, iniziarono ad imporre con la violenza (Kulaki) l’ideologia nelle campagne. Il risultato furono che la popolazione si trovo’ in una miseria peggiore della schiavitu precedente al 1861..”
            mah! che i bolscevichi abbiano eliminato fisicamente menscevichi già nel 1905 francamente non mi risulta …che lo abbiano fatto dopo invece è giustificato dal fatto che quelli erano dei subdoli alleati dello zarismo, della stessa borghesia russa e delle armate bianche che invasero la russia dopo la rivoluzione. E’ invece vero che da parte dei bolscevichi ci fu una politica di ostilità verso i proprietari terrieri che portò anche a gravi forme di carestia . Ma anzitutto quella politica in parte era giustificata dal fatto che i contadini sono per natura dei piccoli capitalisti e imboscavano le loro ricchezze a scapito delle necessità alimentari delle città, in secondo luogo questa politica di ostilità verso i contadini fu abbastanza velocemente corretta e cambiata con la famosa NEP. L’unica cosa su cui di sicuro non sono d’accordo è l’esaltazione di quel solgenizin premiato anche con premio nobel per le sue opere perchè all’occidente interessava buttare discredito su tutto quello che rappresentava la russia dei bolscevichi. m’interessa poco che fosse un genio e conoscesse anche la matematica, m’interessa il fatto che ha dato fiato alle trombe capitalistiche contro la russia e ha contribuito, assieme anche a qualche Papa polacco, alla distruzione di quello che in passato ha rappresentato l’unico blocco di opposizione al dilagare dell’immondizia imperialistica occidentale e Usa in particolare. Con tutto questo, non voglio affatto esaltare il (presunto) comunismo russo, anzi, oramai sono sicuro che non fu comunismo neppure quello ma non lo fu non per la malvagità dei comunisti russi e neppure per una forma di opportunismo dei singoli dirigenti ma perchè la russia non era un paese capitalisticamente maturo per una rivoluzione comunista ed era praticamente inevitabile che l’esperimento sostanzialmente fallisse al punto da diventare semplicemente un paese a capitalismo di stato concentrato nelle mani di un partito. Forse se l’esperimento dei “soviet” di leninana memoria fosse stato realizzato davvero molte delle storture che seguirono alla rivoluzione iniziale non si sarebbero verificate ma purtroppo, anche per ragioni oggettive (prima la guerra contro le armate bianche e i menscevichi, poi la 2a gùerra mondiale) soffocarono sul nascere quei soviet che davvero avrebbero potuto rappresentare organi di potere popolare. Detto questo, la ringrazio per la discussione e la saluto cordialmente.

        • дуx
          Inserito alle 01:02h, 16 Luglio Rispondi

          il “reayionario” , che Lei cita, quando venne arrestato , oltre che ad avere due lauree (fisica e matematica), era capitano dell’Armata sul fronte di Briansk, contro le armate di centro della Wehrmacht, . e venne arrestato perche’ in una lettera ad un altro ufficiale, oso’ criticare gli ordini.

          • stefano
            Inserito alle 13:55h, 16 Luglio

            mbè, criticare degli ordini militari può essere motivo anche di fucilazione in qualsiasi esercito…poi, francamente, non credo proprio che il motivo fu solo questo! più probabile che quel signore fosse già “attenzionato” da parte dei bolscevichi per le sue inclinazioni monarchiche! Sig. Dux, il problema è mettersi d’accordo su una cosa: se durante e dopo una rivoluzione comunista deve esserci o meno una fase di “dittatura del proletariato”: nel primo caso si giustifica la persecuzione di chi agisce contro il comunismo (o presunto tale) e, quindi, anche contro i solgenizin, nel secondo caso allora buttiamo nella spazzatura il principio marxista della dittatura del proletariato e diciamo che anche qualunque nemico della rivoluzione ha “democraticamente” il diritto di contrastare la rivoluzione e di sabotarla. Io sono per la prima ipotesi.

          • Giorgio
            Inserito alle 19:07h, 16 Luglio

            Solgenizin ……… ? quinta colonna anglo americana …… avrebbe dovuto essere soppresso subito …….

          • дуx
            Inserito alle 20:19h, 16 Luglio

            Sig. Stefano , stiamo convergendo i punti di vista.
            I cambiamenti forzati in un breve tempo, vanno oltre la rivoluzione, percio’ la questione Russa fu una guerra civile.
            Non consideri lo Zarismo come una aristocrazia legata agli europei… lo Zarismo ebbe altre radici (Ryuric – Vladimir) proprio legate paradossalmente al suo popolo che maltrattava (relativamente… veda l’asprezza nelle tradizioni contadine di Taras Bulba). Lasci perdere se Pietro prima e Caterina poi, intrattenessero relazioni con gli europei.. era lßammirazione verso la Cultura (es. Restelli e Rossi progettarono i palazzi imperiali di Pietroburgo).
            So benissimo che il risultato (al costo di migliaia di morti), fu (ed e’) una societa’ piu’ evoluta (Vada a visitare la Russia… magari dopo aver letto qualche testo della grande Letteratura, e percheß no… Gulag Arkhipelag ! ca.1300 pag.) . Anzi, come giustamente lei ha evidenziato, se quel polacco, non avesse messo zizzania (come ha sempre fatto lo sporco vaticano) in europa (solidarnosh e Jeruzhelskj, poi Berlino), in combutta coi luridi della cia, a quest’ora La Russia , con la preparazione Civile e Culturale che possiede (sono avanti di 100 anni), sarebbe piu ricca della Cina. Paradossalmente il pericolo del Gulag, ha formato una societaß avanzata
            Stefano, non se la prenda con Solgenicjn… come eß nella natura Russa (non sono avvezzi alla falsita’), egli cadde nelle maglie della falsitaß occidentale, e permise a quelli di manipolare la buona fede Russa . Pago’ cara la sua liberta’ di pensiero, e credo abbia vissuto nellßamarezza, la nostalgia della Sua Russia (la puoß leggere nella Casa di Matrjona, e in Padiglione Cancro).
            Lasci perdere se i fottuti luridi del corretto (repubblica, corriere, stampa, la sette), continuano a usare la sua Letteratura.. Eß la solita strumentalizzazione fatta dalle zecche atlantiche.
            Ma Solgenicjn, fu solo una goccia dellßAnima Russa…
            Le consiglio un altzro capolavoro… non Russo bensi’ di un Romeno che credo lei apprezzera’ : Storia & Utopia di Emil Cioran

            https://www.youtube.com/watch?v=CztKezo18Dk
            un cordiale saluto

  • Gianni
    Inserito alle 12:24h, 13 Luglio Rispondi

    Gran bell’articolo!
    Una profonda e corretta analisi della reazione al globalismo da parte dell’umanità (la parte sana, sveglia e consapevole).
    Per rimanere ai tempi attuali riporto questa citazione:
    “Quello che ancora molti non hanno capito è che la battaglia che si sta combattendo da alcuni mesi è per la libertà.
    La pandemia è un tentativo estremo e violento con la scusa del Covid di togliere le ultime libertà rimaste e di avere il controllo sui corpi e l’anima delle persone.
    E’ l’ultima chiamata…. o si sceglie di combattere per la libertà vera o si sta dall’altra parte.
    Non si può servire Dio e il diavolo allo stesso tempo

  • Arditi, a difesa del confine
    Inserito alle 13:04h, 13 Luglio Rispondi

    nascosti, il termine esatto per definire i conigli che scapparono sui monti nel 43
    ma poi a noi dei partigiani sovietici cosa cazzo ci interessa?
    ma un articolo su quello che la gloriosa armata rossa fece tra il 44 ed il 45 in Polonia prima e Germania poi no ?
    andate un po’ a vedere dove sono finiti un milione di soldati tedeschi, quelli che combattevano per la Patria, non i “nascosti” conigli ed infami
    “grande guerra patriottica”… ma vaffanculo va, a 10km siamo arrivati.
    quanti lutti al mondo si sarebbero risparmiati se la Wermacht fosse non solo arrivata a Mosca, ma agli Urali

    • atlas
      Inserito alle 22:16h, 13 Luglio Rispondi

      l’andare in Russia furono dei grandi errori, fondamentali, di Hitler e Mussolini, grandi Uomini ma naturalmente con dei limiti umani, fattene una ragione

      • Giorgio
        Inserito alle 08:06h, 14 Luglio Rispondi

        Sono d’accordo Atlas ….. l’errore più grande è stato attaccare l’Urss …..
        anche perchè combattere contemporaneamente sia l’Urss che Usa e i suoi vassalli andava al di la delle forze militari (pur notevoli) di Germania, Giappone e Italia ……
        d’altra parte ancor oggi quale paese europeo, o anche l’intera europa, potrebbe mai sconfiggere Russia e Usa contemporaneamente …..

        • atlas
          Inserito alle 10:02h, 14 Luglio Rispondi

          sarò SEMPRE un sostenitore dell’accordo Ribentropp-Molotov. A volte ritornano …

  • Nexus
    Inserito alle 13:10h, 13 Luglio Rispondi

    Gran bell’articolo!
    Una profonda e corretta analisi della reazione al globalismo da parte dell’umanità (la parte sana, sveglia e consapevole).
    Per rimanere ai tempi attuali riporto questa citazione:
    “Quello che ancora molti non hanno capito è che la battaglia che si sta combattendo da alcuni mesi è per la libertà.
    La pandemia è un tentativo estremo e violento con la scusa del Covid di togliere le ultime libertà rimaste e di avere il controllo sui corpi e l’anima delle persone.
    E’ l’ultima chiamata…. o si sceglie di combattere per la libertà vera o si sta dall’altra parte.
    Non si può servire Dio e il diavolo allo stesso tempo

  • Eugenio Orso
    Inserito alle 13:56h, 13 Luglio Rispondi

    Ve li immaginate i partigiani italiani, naturalmente secondo la definizione di Dugin?
    Chi sarebbero?
    Gli idioti che festeggiano ubriacandosi per la vittoria della nazionale di calcio, i bestializzati che giocano con le slot ossessivamente, i giovinastri acefali che cercano lo “sballo” nel fine settimana, gli anziani pensionati, mummificati, che vivono in un passato ormai morto?
    Altro che partigiani! Qui in italia ci sono soltanto idioti, zombi, mummie e giovinastri allo sbando!
    Dugin dovrebbe precisare che l’unica resistenza con speranza di successo è quella geo-strategica di Russia, Cina e Iran e delle loro classi dirigenti, sempre più all’élite finanz-globalista-giudaica.

    Cari saluti

    • Arditi, a difesa del confine
      Inserito alle 14:28h, 13 Luglio Rispondi

      una volta tolti di mezzo gli yankee i cinesi rivolgeranno le loro attenzioni verso la Russia
      delle 3 grandi potenze l’unica che non ha parvenze imperialiste è proprio la Russia, ben si dovrebbe guardare dai cinesi altrochè

      • Eugenio Orso
        Inserito alle 14:54h, 13 Luglio Rispondi

        Ho avuto anch’io – e ho ancora – alcune perplessità sulla Cina e sul suo prodigioso sviluppo, avvenuto durante i decenni precedenti nell’alveo della globalizzazione neoliberista, in joint venture con il grande capitale finanziario occidentale.
        Tuttavia, in questo momento storico sempre più drammatico e di confronto, è bene che la Cina si sia schierata dalla parte della Santa Russia, conttrastando il potere elitista con un’opposizione sempre più netta agli Usa.
        Domani vedremo … Se i vincitori saranno la Russia e la Cina (nonché l’Iran) potrebbe essere che l’Europa,sia “affidata” (come spero) alla Russia, mentre la Cina rivolgerà il suo sguardo verso altre parti del mondo, a partire dall’estremo oriente.
        Se poi, dopo il collasso usa/elitista/nato, ci sarà uno scontro fra i vincitori – come lo fu la “guerra fredda” dopo la seconda guerra mondiale – ricordiamoci che la Russia dal punto di vista degli armamenti, anche per qualità e tecnologia, è oggi una spanna o due sopra la Cina e, inoltre, la Russia è una potenza energetica, mentre la Cina non lo è.

        Cari saluti

        • ARMIN
          Inserito alle 15:15h, 13 Luglio Rispondi

          Per EUGENIO ORSO. Ciao.
          Condivido pienamente. Per quanto riguarda il DOPO della distruzione del Sistema
          occidentale, penso e spero che il “Triumvirato” (I tre Imperi: Russia, Cina, Iran) resterà coeso e solidale. Sono Paesi ricchi, non manca a loro nulla, non hanno bisogno di idrocarburi e riso. E non sono aggressivi e guerrafondai, stile anglosassoni, che sono nevrotici e complessati.
          I Cinesi da migliaia di anni sostengono che le guerre impoveriscono. Gli americani, non solo non le vincono, sono sempre più poveri, imbecilli.

        • Arditi, a difesa del confine
          Inserito alle 17:39h, 13 Luglio Rispondi

          sicuramente in questo momento e nei prossimi 2-3 anni la Russia risulta militarmente davanti alla Cina, a livello tecnologico, ma non sottovaluti quanto riescono a recuperare terreno sotto ogni aspetto, e poi fattore importantissimo, sono quasi 10x la Russia a livello di popolazione
          quando banalmente si dice che la Cina ha bruciato le tappe negli ultimi 20 anni grazie alle aziende che hanno delocalizzato da loro si dice una cosa giusta ma al tempo stesso parzialmente inesatta, ovvero non si tiene conto delle decine di migliaia di giovani ingegneri che si sono laureati, sono magari andati in occidente a fare esperienza e poi hanno portato in patria le conoscenze acquisite
          non a caso un miglioramento così vistoso in questi primi decenni del XXI secolo lo abbiamo visto con l’India, altro stato ultrapopolato e altro stato che ogni anno laurea migliaia di giovani che vanno all’estero, o si laurano all’estero, e poi portano a casa il know-how acquisito, senza scordare le decine di indiani presenti nei CEO delle più grosse multinazionali.
          il problema di fondo è che la Russia è uno stato vastissimo ma come popolazione è semplicemente la somma tra noi ed i tedeschi, ed i cinesi guardano avidamente ai territori del nord est perchè garantirebbero non solo risorse ma anche ulteriori sbocchi verso il mare, vero e proprio cruccio della cricca comunista.
          del resto la storia insegna che sei vuoi dominare devi avere il controllo dei mari, ed in fin dei conti i punti di contrasto che hanno ora con i paesi vicini riguardano proprio la possibilità di espandersi a livello marittimo : a est Taiwan fa da “tappo”, a sud nel mare cinese meridionale transitano mi pare i 2/3 delle navi mercantili e quindi è una rotta indispensabile

          • atlas
            Inserito alle 22:32h, 13 Luglio

            considerazioni di ottimo livello e tenore, MA che NON possono MAI giustificare, in modo diretto o indiretto, alcun sostegno morale e materiale agli usa e alla democrazia. La strategia migliore è quella dell’attenzione

        • stefano
          Inserito alle 22:08h, 14 Luglio Rispondi

          Orso “Ho avuto anch’io – e ho ancora – alcune perplessità sulla Cina e sul suo prodigioso sviluppo,”
          Io invece di perplessità ne ho poche o niente e considero la Cina un paese a “capitalismo di stato” frammisto a una quota significativa di capitalismo privato. La cina, dopo mao e dopo la controrivoluzione di deng è diventata solo la puttana del grande capitale mondiale! naturalmente ci hanno guadagnato (come tutte le puttane) nel senso di essersi appropriati di molte conoscenze tecnologiche degli altri ma di “socialismo” mi sembra che ne abbiano tanto poco quanto niente! Il ritratto di mao nella piazza e le citazioni benevoli che ne fanno ancora oggi grandi dirigenti del PCC sono solo fogli di fico per nascondere una realtà che non ha più niente a che spartire con quella che mao aveva immaginato e per cui aveva lottato. Come spesso succede poi il pappone (usa) c’è preoccupato che la puttana volesse mettersi per conto proprio e sta reagendo affinchè questo non succeda! Ma ormai il danno è fatto e non credo che il pappone riuscirà a impedire l’inevitabile: essere sopravanzato dalla puttana di un tempo. Sarà un bene o un male? ce lo dirà il futuro ma al momento la Cina è uno dei pochi paesi che può far fallire i piani di dominio mondiale del pappone Usa e, quindi, è giusto stare dalla parte della ex puttana piuttosto che del pappone.

    • Hannibal7
      Inserito alle 16:53h, 13 Luglio Rispondi

      Egregio sig EUGENIO ORSO condivido pienamente i suoi due commenti che,come uno specchio, riflettono esattamente la situazione in cui ci troviamo…
      Dasvidania egregio

      • Eugenio Orso
        Inserito alle 22:49h, 13 Luglio Rispondi

        Ma naturalmente Viva Putin, viva Maduro, evviva il presidente Assad!

        Cari saluti

    • stefano
      Inserito alle 22:03h, 13 Luglio Rispondi

      x Orso : “Gli idioti che festeggiano ubriacandosi per la vittoria della nazionale di calcio”

      io non amo il calcio e neppure i tifosi fanatici che fanno del calcio una droga, però mi sembra che quei tifosi sono quelli che non portano le mascherine che invece portano diligentemente tanti non tifosi.

      • Eugenio Orso
        Inserito alle 22:47h, 13 Luglio Rispondi

        Non intendevo certo riferirmi all’obbligo della mascherina e dei DPI!
        Intendevo dire che costoro si riuniscono e si scatenano per una semplice partita di calcio (che in questo caso media e “politca” hanno ampiamente strumentalizzato), mentre ignorano, come dei lobotomizzati, quello che sta accadendo da un punto di vista sociale e politico.
        Quanti fra questi sono sotto occupati,precari o disoccupati?
        Il calcio è l’oppio dei popoli stupidi, come quello italiano?

        Cari saluti

        • atlas
          Inserito alle 00:07h, 14 Luglio Rispondi

          attento a questo ‘Stefano’, potrei anche sbagliarmi ma dev’essere lo stesso troll che però assume atteggiamenti diversi e ingannevoli nei suoi infiniti nomignoli

          • Eugenio Orso
            Inserito alle 00:28h, 14 Luglio

            Grazie dell’avvertimentio, Atlas.
            Se è un troll, forse apprezzerà la campagna di intontimento mediatico orchestrata dai suoi padroni in occasione degli europei di calcio 2020 … Sarà entusiasta di mattarella per la finale allo stadio e delle parole trionfalistiche del banchiere draghi in occasione della “Grande Vittoria” italiana, per nascondere il PNRR europoide, con tanto di “riforme” e i licenaimenti sbloccati, che fioccano via mail …

            Cari saluti

          • Hannibal7
            Inserito alle 01:06h, 14 Luglio

            Deve essere uno di quelli che ti salutano col gomito
            Sarà anche pro-vax e pluri-vax
            Bah……….

          • stefano
            Inserito alle 16:06h, 14 Luglio

            Io sarei attaccato ai commenti di Atlas? e questo da cosa lo deduci? solo dalle tue manie di grandezza! io leggo i tuoi commenti così come leggo quelli di tutti gli altri e se qualche volta ti ho risposto direttamente o indirettamente è stato solo perchè tu sei un nazi-fascista-muslim sfegatato, diffamatorio e provocatorio a cui qualche volta bisogna rispondere. Per te tutti quelli che non recitano il tuo mantra sulla “DEMOCRAZIA” e sui pedofili ecc sono dei troll! Nessuno qui è “democratico” nel senso in cui lo intendi tu e il tuo disprezzo per quel tipo di democrazia a cui ti riferisci in continuazione e anche a sproposito, sicuramente è condiviso da tutti! Io parlo di “democrazia” proletaria o popolare se preferisci …cosa ben diversa da quella che tu attribuisci spesso agli altri.

          • atlas
            Inserito alle 16:18h, 14 Luglio

            minkia, la sinistra più trasgressiva degli anni ’70 ! Attenzione eh, per tutte le volanti, convergere su questo troll malefico, porta un eskimo, clark ed è appena uscito da indymedia, intercettarlo e catturarlo, lo zoo lo aspetta

        • stefano
          Inserito alle 02:53h, 14 Luglio Rispondi

          x Orso: non dia retta a quell’individuo che la mette in guardia dai troll…proprio lui è davvero un troll! se non è un troll è uno stupido che vede troll dappertutto e in chiunque non abbia sempre la bava alla bocca come lui , se non è uno stupido è un fascio-nazista – muslim della peggiore specie e mi sorprende un pò che lei non l’abbia capito…basta leggere una manciata dei suoi commenti spesso fuori tema e solo ingiuriosi per capirlo!
          Quanto ai tifosi io concordo con tutte le sue critiche, volevo solo mettere in evidenza che a volte quelli che appaiono peggiori poi in realtà sono migliori e più antisistema di molti altri che si atteggiano a rivoluzionari. In passato io seguivo spesso il Suo blog e m’è dispiaciuto che lei lo abbia chiuso e purtroppo non ci ha mai spiegato la ragione della fine di quella sua iniziativa. comunque mi fa piacere leggerla di tanto in tanto anche qui sopra.

          • atlas
            Inserito alle 10:14h, 14 Luglio

            d’accordo, non sei un troll (leccate a parte). Musulmano, Fascista e Nazional Socialista nonchè siciliano sovranista ? E’ evidente che stai attaccato ai miei commenti come un cane sotto al tavolo che attende speranzoso che alcune delle mie briciole cadano dalla bocca, se no non mi faresti tanti Onori. Abbandona il marxismo, il Mediterraneo del mondo è bello. E le donne pure

    • дуx
      Inserito alle 09:59h, 14 Luglio Rispondi

      Alexandr Dugin, non entra nel merito sull’analisi dei partigiani italiani. Il Prof Dugin si attiene al ruolo dell’opposizione .
      Chi ha ha studiato qualcosa (prima di esprimersi), sa gia’ a priori che dopo l’8 settembre, una massa di parassiti che evitarono la leva e quindi le spedizioni sul fronte greco-albanese prima ,e Russo poi (op.Barbarossa), da bravi parassiti iper ignoranti, scapparono sui monti a rubare e sfruttare quelli che per vivere lavoravano duramente. questi “luridi eroi italioti ” non rientrano nell’analisi del Prof Dugin. i partigiani italioti altri non furono che dei parassiti sociali.
      Il discorso cambia, quando dopo le ritirate di Russia.. una massa di reduci rientrarono a piedi , trovandosi di fronte ad un paese nemico manipolato da parassiti agli ordini dei luridi anglo-ameri-porci

  • claudio
    Inserito alle 15:06h, 13 Luglio Rispondi

    Occorre mobilitazione generale contro le élite globaliste

    • Enriquelosroques
      Inserito alle 17:58h, 13 Luglio Rispondi

      Assolutamente in stile hezbollah

  • Teoclimeno
    Inserito alle 15:34h, 13 Luglio Rispondi

    Gli unici partigiani, di cui non abbiamo assolutamente bisogno, sono quelli modello 25 Aprile 1945.

    • ARMIN
      Inserito alle 17:27h, 13 Luglio Rispondi

      Per TEOCLIMENO. Salve.
      Mi dispiace contraddirla. Ma quelli del 25 aprile non erano galantuomini, ma nemici della Patria venduti allo straniero ignorante e rapinatore.
      Quando sono arrivati a Roma, gli americani …. sono rimasti stupefatti ……..credevano che era una cittadina di CAPANNE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
      Liberatori analfabeti!

    • ARMIN
      Inserito alle 19:27h, 13 Luglio Rispondi

      Per TEOCLIMENO. Ho sbagliato a contraddirla! Concordo!
      Cordilai saluti.

  • Enriquelosroques
    Inserito alle 17:57h, 13 Luglio Rispondi

    Esistono ancora i partigiani in Italia e in occidente? Oggi quei partigiani sono in mano ai globalisti. Chi realmente vuole difendere la propria terra, le proprie tradizioni viene marchiato con FASCISTA.

    • Hannibal7
      Inserito alle 01:10h, 14 Luglio Rispondi

      Condivido pienamente con lei egregio

  • Giorgio
    Inserito alle 19:55h, 13 Luglio Rispondi

    Dugin (che è un grande) si riferisce ad un tipo di partigiano che in questo momento non esiste, ma credo auspichi che esisterà prima o poi ……..
    non penso si riferisca ai partigiani italiani che hanno invece contribuito a velocizzare l’occupazione usa …….
    infatti si dice che ……. “la strada per l’inferno è lastricata di buone intenzioni” ………

  • Filippo
    Inserito alle 22:10h, 13 Luglio Rispondi

    ma cosa esultate ? Grande articolo? E’ da un anno e mezzo che si ripetono questi avvertimenti …. E’ UNA PRESA DI POTERE GLOBALE CHE SERVE
    A STERMINARE LA CLASSE MEDIA OCCIDENTALE Eppure …. Nessuno fa una piega quando Crisantemo dice che chi non si vaccina deve essere escluso dalla sanità pubblica… e Bassotto rilancia con i lock- down solo per i non vaccinati……… Sparanza dice che va tutto bene , che è tutto trasparente e “per ora ” niente restrizioni……..ma la variante DELTA preoccupa… Da israHell è già in arrivo la variante EPSILON……. che resiste a tutto..
    Ma noi abbiamo il Generalissimo (guarda caso di origini DUOSICILIANE) che avanza imperterrito, Il vaccino “SADDAFARE” !
    L’unica cosa buona di questo scritto è il titolo..
    E’ giunta l’ora di vaccinare le elites global

    PS per quel coglionazzo di ATLAS : determinati ragionamenti possono arrivare solo dai DEMOCRATICI CRISTIANI che le streghe hanno smesso di bruciarle secoli fa…. voi islamici ? Avete smesso? oppure ancora sgozzate le figlie che non obbediscono?

    • atlas
      Inserito alle 22:29h, 13 Luglio Rispondi

      “un troll, nel gergo di Internet e in particolare delle comunità virtuali, è un soggetto che interagisce con gli altri tramite messaggi provocatori, irritanti, fuori tema o semplicemente senza senso e/o del tutto errati, con il solo obiettivo di disturbare la comunicazione e fomentare gli animi. Agire come troll è un gioco di false identità, compiuto senza il consenso degli altri partecipanti. Il troll cerca di farsi passare per un legittimo utente che condivide gli stessi interessi e argomenti degli altri; i membri del gruppo, se riconoscono un troll o altri impostori, cercano sia di distinguere i messaggi reali da quelli degli impostori, sia di fare in modo che l’impostore abbandoni il gruppo. Il successo o meno di questi tentativi dipende da quanto sono bravi (sia gli utenti sia i troll) a individuare le rispettive identità. D’altro canto i troll possono danneggiare il gruppo in molti modi. Possono interrompere le discussioni, dare cattivi consigli, minare la fiducia reciproca della comunità degli utenti. Inoltre un gruppo di discussione che sia stato oggetto di attacco di un troll può “sensibilizzarsi” e rifiutare di discutere o rispondere a domande oneste ma ingenue, scambiandole per ulteriori messaggi del troll: questo può portare a osteggiare un nuovo venuto, che non sa nulla di tutta la vicenda e si ritrova rabbiosamente “accusato”. Anche se l’accusa è infondata, essere considerati dei troll è molto dannoso per la propria reputazione online. Il cross posting, ovvero la pubblicazione di un messaggio in più sezioni diverse, è un sistema utilizzato dal troll per infastidire più gruppi contemporaneamente. Un troll particolarmente tenace e astuto può scoraggiare gli utenti di una comunità virtuale fino a causarne la chiusura. La figura del troll può coincidere in alcuni aspetti con quella del fake, ovvero colui che disturba una comunità fingendosi qualcun altro. Tuttavia, un fake potrebbe partecipare in modo disciplinato e costruttivo alla conversazione (diversamente dal troll), mentre un troll potrebbe non celare né falsificare la propria identità (diversamente dal fake). Sovente le due figure, però, hanno obiettivi sovrapponibili. Alcuni tipi di messaggi e attività associati all’azione del troll:
      L’invio di messaggi intenzionalmente sgarbati, volgari, offensivi, aggressivi o irritanti.
      L’invio di messaggi con contenuti senza senso.
      L’invio di un numero di messaggi, anche se non particolarmente provocatori o insensati, tale da impedire il normale svolgimento delle discussioni.
      L’invio di messaggi volutamente fuori tema.
      L’invio di messaggi contenenti errori portati avanti con finta convinzione.
      L’invio di messaggi a scopo di disinformazione e critica insensata.
      Il perorare intenzionalmente e con tensione un’argomentazione basata su un errore difficile da dimostrare o su opinioni potenzialmente verosimili, facendosi seguire nella discussione dalla comunità.
      Il pubblicare contenuti di disturbo offensivi, sovente mimetizzandoli come innocui.
      Lo sbagliare deliberatamente e ripetutamente i nomi (di persone o cose) o regole grammaticali per irritare gli altri utenti.
      L’attribuire a tanti l’opinione di uno, vittimizzandosi e non rispondendo nel merito, spingendo possibilmente altri utenti a prendere le proprie difese
      Il ridicolizzare o denigrare ripetutamente gli interventi di un utente “concorrente”.
      Lo scrivere deliberatamente messaggi enfatici su un dato argomento divertendosi alle spalle di chi corrobora poi la propria fasulla tesi.
      Il portare avanti tesi opposte a quelle dichiaratamente discusse nella comunità, con argomentazioni vaghe, imprecise e pretestuose, generando quindi flame.
      Alcune motivazioni:
      Divertimento o satira: irridere chi si infervora seriamente e perde tempo per le parole volutamente provocatorie di un totale sconosciuto, provocando grandi discussioni con poca fatica.
      Modificare l’opinione: ostentare opinioni estreme per fare in modo che le proprie vere opinioni, poi, sembrino moderate, e convincere quindi un gruppo di utenti a seguirle.
      Combattere il conformismo: rompere la chiusura e il conformismo del gruppo agendo con una “terapia d’urto”.
      Attaccare un utente o un gruppo: agire personalmente contro un soggetto o gruppo di soggetti per ripicca, gelosia, non condivisione di idee o altra ragione.
      Diminuire il rapporto segnale/rumore: diluire i messaggi informativi in un fiume di messaggi inutili, per far perdere interesse e utilità al gruppo o all’argomento discusso.
      Verificare la robustezza di un sistema: violare le regole e i termini d’uso per controllare se e come gli amministratori/moderatori prendono contromisure.
      Ricerca sociologica: studiare il fenomeno per ragioni di ricerca sociologico/scientifica.”

      • ARMIN
        Inserito alle 00:58h, 14 Luglio Rispondi

        Per ATLAS. Molto bene, la Lotta a tutti i livelli, picchia sodo, derattizza!
        Ciao.

      • stefano
        Inserito alle 03:03h, 14 Luglio Rispondi

        hai fatto il fedele ritratto di te stesso!

        • stefano
          Inserito alle 03:04h, 14 Luglio Rispondi

          ed evita almeno di fare i copia incolla!

          • atlas
            Inserito alle 16:20h, 14 Luglio

            cambiamo strategia con il giulio/mummia. Non diamo da mangiare ai troll democratici (non rispondiamogli nel merito dei loro commenti contrari all’orientamento sovranista del sito). E’ Luciano Lago che li deve definitivamente cancellare tutti, il sito è il suo. Finchè non lo fa è uno che dimostra solo di scrivere chiacchiere (democrazia)

    • Hannibal7
      Inserito alle 01:21h, 14 Luglio Rispondi

      NOI non dialoghiamo e non prendiamo lezioni da “certa gente”

    • stefano
      Inserito alle 03:07h, 14 Luglio Rispondi

      c’è quel gran criminale francese che sta facendo da apripista per ghettizzare i non-vaccinati!

      • atlas
        Inserito alle 11:08h, 14 Luglio Rispondi

        uno che si immette tra un Dugin, cmq un Grand’Uomo (anche lui criticabile) e i ‘tifosi’ che non hanno la mascherina se non trolla spamma (smamma)

        • stefano
          Inserito alle 16:13h, 14 Luglio Rispondi

          ma vedi che sei solo un troll provocatore? io non ho mischiato dugin e le mascherine ma ho solo risposto a qualche affermazione di Orso che non considero certo un fascista come te! Lui ha parlato di tifosi maniaci di partite di calcio e io ho voluto rilevare che quelli che orso definisce semplicemente dei qualunquisti sono però quelli che, a differenza di altri che si dicono non qualunquisti, vanno alle partite di calcio senza mettersi le mascherine! per me questo fatto è più antisistema di tante chiacchiere tue e di altri.

          • atlas
            Inserito alle 16:23h, 14 Luglio

            ma ammazzati da solo, se non hai corda pe la do io

        • stefano
          Inserito alle 20:10h, 14 Luglio Rispondi

          fottiti, stupido fascista calunniatore!

    • filiberto
      Inserito alle 12:05h, 14 Luglio Rispondi

      Egregio Filippo,non per contraddirla ma sgozzare e ammazzare le figlie disubbidiente e mettere al rogo gli infedeli e’ prassi cristiana.
      Un saluto egregio.

      • atlas
        Inserito alle 15:05h, 14 Luglio Rispondi

        cambiamo strategia. Non diamo da mangiare ai troll democratici (non rispondiamogli nel merito dei loro commenti contrari all’orientamento sovranista del sito). E’ Luciano Lago che li deve definitivamente cancellare tutti, il sito è il suo. Finchè non lo fa è uno che dimostra solo di scrivere chiacchiere (democrazia)

        • stefano
          Inserito alle 20:51h, 14 Luglio Rispondi

          finchè Luciano lago non sbatte fuori gli zoticoni in divisa e provocatori come te , dimostra solo di essere fin troppo tollerante! Tu stai qui solo per intorpidire le acque, per calunniare, per sputare veleno addosso a chi non sia un venduto come te che si atteggia a “sovranista”….ma sovranista di cosa? de ‘sta minchia! fai solo perdere tempo a rispondere alle tue scemenze! proprio come fanno i troll…appunto! Qualcuno cerca di dire la sua, cerca di discutere anche pacatamente e tu sai solo fare rumore, metterti in mostra, e fare il guappo napoletano! a te ti prenderebbe a calci in culo anche Allah!

          • atlas
            Inserito alle 23:18h, 14 Luglio

            Giulio, va su indymedia, il tuo giudeo marxismo non serve quì, In subordine te lo ripeto: impiccati

          • dio fiore
            Inserito alle 10:13h, 15 Luglio

            Grande Stefano!
            Non pensare a questo buffone!

          • stefano
            Inserito alle 14:34h, 15 Luglio

            x il troll atlantico,: io non sono quel “giulio” tu invece di sicuro sei un grandissimo infame e cerca di girare alla larga da me…ho conosciuto dei nazisti, e ci ho anche discusso cordialmente ma tu non sei neanche nazista, sei solo feccia immonda e puzzolente e questo sito è rovinato da un individuo come te!

          • stefano
            Inserito alle 14:54h, 15 Luglio

            x Fiore
            non ti conosco ma se anche tu hai capito che razza di individuo è quel forsennato mussulmano, significa che sei una persona a posto e intelligente. Hai ragione, a certa feccia non bisogna dare spago e mi riprometto di seguire il tuo consiglio… sono sicuro che quel maniaco mussulmano, ignorante buzzurro come può esserlo solo uno sbirro , continuerà a provocare e cercherò di ignorarlo a meno che non offenda a livello personale….unica cosa che sa fare! ti saluto

          • atlas
            Inserito alle 23:57h, 17 Luglio

            cane, la mia strategia è sempre la stessa, anche dovessi scrivere contro tutti: non do da mangiare ai troll democratici (non gli rispondo nemmeno nel merito dei loro commenti contrari all’orientamento sovranista del sito). E’ Luciano Lago che li deve definitivamente cancellare tutti, il sito è il suo. Finchè non lo fa è uno che dimostra solo di scrivere chiacchiere (democrazia)

  • Giorgio
    Inserito alle 11:55h, 15 Luglio Rispondi

    Inutile proseguire a suon di insulti …….
    C’è chi pensa che la democrazia è il paradiso terrestre (tradito dalla perfida èlite per i suoi scopi) …..
    ma è comunque il massimo per l’umanità e basterebbe solo ripristinare la versione “originaria” ….. (!!!????) ….. idealismo puro …..
    e c’è chi pensa che la democrazia è l’inferno sulla terra …… e non sia riformabile ……. la democrazia è questa …. non ne esistono altre …..
    e bisogna instaurare una dittatura popolare socialista e nazionalista …..
    Ognuno si tenga le sue convinzioni …… la storia tutti i giorni ci dice dove sta la ragione …….

    • stefano
      Inserito alle 15:00h, 15 Luglio Rispondi

      giorgio, non sempre sono d’accordo con quello che scrivi ma, a differenza di qualche altro di qui, vedo che almeno sei una persona aperta anche a chi ha posizioni diverse…e questo lo apprezzo molto. ti saluto

      • atlas
        Inserito alle 01:18h, 16 Luglio Rispondi

        io invece leggo che sei lo stesso Giulio, tornato quì solo perchè non c’è più Carminiello a scrivere vile di un infame sinistro di merda. E di aperto c’hai solo il culo, sfondato da posizioni diverse, come quelle di tutti i nomignoli che ti dai per commentare quì, grazie solo al menefreghismo di Luciano Lago. Povero sito, animato dalle più belle intenzioni, frequentato da tanta gente onesta e preparata, e rovinato, distrutto da porci suinocrati democratici quindi omofili, pedofili e pederasti, tutti da mandare in discariche autorizzate. Ma tanto quì nessuno autorizza …… e continuiamo a turarci il naso con queste zecche giudaico marxiste e liberiste … fino a qundo mio Dio ? E falli morire …

        • stefano
          Inserito alle 14:09h, 16 Luglio Rispondi

          mai conosciuto uno più merda, imbecille, psicopatico, confusionario e provocatore di te. continui pure con questa storia di giulio…io non sono giulio, sono stefano e se quel giulio ti ha dato tanto fastidio significa che non era un imbecille nazista-muslim del tuo stampo.

          • atlas
            Inserito alle 23:59h, 17 Luglio

            la mia strategia è sempre la stessa, anche dovessi scrivere contro tutti: non do da mangiare ai troll democratici (non gli rispondo nemmeno nel merito dei loro commenti contrari all’orientamento sovranista del sito). E’ Luciano Lago che li deve definitivamente cancellare tutti, il sito è il suo. Finchè non lo fa è uno che dimostra solo di scrivere chiacchiere (democrazia)

  • Giorgio
    Inserito alle 19:11h, 15 Luglio Rispondi

    Dialogo con tutti ….. tranne che con le seguenti “varianti” umane :
    1 – Con gli atlantisti filo anglo americani e filo sionisti, con loro non ci può essere che contrapposizione sia ideologica che …… fisica …..
    2 – Con coloro che fanno parte del sistema, votano per un qualsiasi partito presente in parlamento, o fanno parte delle varie caste che lo sostengono .,….
    militari, forze dell’ordine, magistratura, media, sanitari ecc…… anche con questi mercenari del regime liberista non vi può essere dialogo ….. ma solo lotta ad oltranza ….
    3 – Con coloro che affermano che chi crede in una qualsiasi fede religiosa, cattolica, ortodossa, musulmana, buddista ecc. è solo un retrogrado troglodita …..
    e che ogni desiderio individuale è un diritto …… ed il resto della società e la natura si devono chinare e uniformare per forza all’individualismo nichilistico …..
    Ecco con tutti gli altri dialogo volentieri …… ma forse ho già escluso il 95 % dell’umanità ….. almeno in occidente …..

    • дуx
      Inserito alle 20:15h, 15 Luglio Rispondi

      Bravo Giorgio… questo si chiama acquisire la vita !

    • Hannibal7
      Inserito alle 10:44h, 16 Luglio Rispondi

      GIORGIO condivido per intero il tuo commento e soprattutto le tue idee
      Dasvidania egregio

  • antonio
    Inserito alle 22:19h, 15 Luglio Rispondi

    viva Cuba, yankee go home

Inserisci un Commento