Dura presa di posizione del governo di Pechino sulle iniziative propagandistiche di Washington


Wang Yi: la Cina si oppone alle azioni antidemocratiche sotto la bandiera della democrazia
Il 25 novembre 2021, durante la sua videoconferenza con il ministro degli Esteri ungherese Peter Szijjarto, il consigliere di Stato e ministro degli Esteri Wang Yi ha chiarito la severa posizione della Cina sul cosiddetto “vertice per la democrazia” , una iniziativa lanciata da Washinton e che presto si terrà dagli Stati Uniti.

Wang Yi ha affermato che gli Stati Uniti, in sostanza, stanno compiendo azioni antidemocratiche all’insegna della democrazia. La loro iniziativa ha suscitato dubbi o addirittura malcontento in molti paesi.

Wang Yi ha detto che la democrazia non dovrebbe essere “privatizzata”. La democrazia è un diritto delle persone in tutti i paesi, piuttosto che un privilegio esclusivo di pochi paesi. Se un paese è democratico dovrebbe in definitiva essere deciso dalla sua gente, invece che da un paese straniero che sale sul podio e punta il dito sulla base di giudizi infondati. Gli Stati Uniti, determinando quali paesi sono democratici e quali non lo sono, si basano semplicemente sulle proprie preferenze, cercano infatti la supremazia e istigano alla divisione. Questa azione non è democrazia in sé.

La democrazia non dovrebbe essere “etichettata”. Le vie verso la democrazia dovrebbero essere avanzate e praticate dai paesi in base alle loro condizioni specifiche e ai bisogni delle persone. Gli standard della democrazia sono se si soddisfano i bisogni delle persone e se le persone si sentono adeguatamente coinvolte, soddisfatte e beneficiate. Non dovrebbe essere un documento di prova progettato e valutato dagli Stati Uniti e imposto a tutti gli altri paesi. Se i paesi potessero valutare la loro democrazia solo in base agli standard statunitensi, di fatto sarebbe un tradimento dello spirito democratico e molto meno della vera democrazia.

Ministri esteri Ungheria e Cina in riunione

La democrazia non deve essere “politicizzata”. L’atto di interferire negli affari interni e violare la sovranità di altri paesi in nome della democrazia per servire i propri scopi politici è deprecabile e dovrebbe essere scartato e contrastato. Gli Stati Uniti affermano che non sosterranno “l’indipendenza di Taiwan”. D’altra parte, forniscono apertamente un’arena internazionale per le forze dell'”indipendenza di Taiwan”, il che dimostra semplicemente la loro incapacità di mantenere le promesse. Taiwan è parte integrante dei territori sacri della Cina, non una pedina degli Stati Uniti. La democrazia è un valore comune ricercato da tutti i paesi, non uno strumento politico a disposizione degli Stati Uniti.

Wang Yi ha sottolineato che il mondo ha bisogno di solidarietà, non di divisione; e cooperazione, piuttosto che confronto. I paesi più importanti, in particolare, devono svolgere un ruolo esemplare in questo senso, invece di dare esempi negativi.

Fonte: https://www.fmprc.gov.cn/eng/zxxx_662805/202111/t20211126_10453911.html

Traduzione: Luciano Lago

4 Commenti
  • atlas
    Inserito alle 18:18h, 27 Novembre Rispondi

    la stiamo subendo da decenni la democrazia. BASTA, qualsiasi forma abbia. Basta. Nazional Socialismo, sovranismo, Monarchia: IL RE governa per grazia di Dio, la democrazia impone leggi diaboliche che solo i giudei elaborano

  • Padova
    Inserito alle 20:41h, 27 Novembre Rispondi

    Non dimentichiamo che molti massacri negli ultimi due secoli furono fatti in ” nome” della democrazia oppure dell’uguaglianza e persino della fraternità! Pensiamo come inizio al popolo della candela, pensiamo a Pol Pot e Mao, per continuare con le ” guerre per portare la democrazia. E, sempre dai potenti con vari e contrapposti segni politici. A, quando la smetteremo di ” imporre” la nostra visione della realtà con la violenza! E, quando la smetteremo di mettere sempre il naso negli affari interni di altre nazioni! Se pensassi o che siamo pellegrini e di passaggio su questa terra per un periodo breve e sotto l’egida della precarietà, forse tante teste ” calde” diventerebbero più sobrie!

    • Giorgio
      Inserito alle 13:12h, 28 Novembre Rispondi

      Purtroppo un mondo bello, pacifico e perfetto non esiste …….
      di conseguenza non possiamo offrire margherite ai nemici dell’umanità ……
      l’uso della forza è un male necessario per fermare i crimini commessi dalle èlite finanziario – democratiche – liberiste ……..

  • Padova
    Inserito alle 20:43h, 27 Novembre Rispondi

    Popolo della VANDEA….e non della candela

Inserisci un Commento