Due francesi testimoniano di essere fra i sobillatori dei disordini in Iran

Due spie francesi arrestate in Iran circa quattro mesi fa hanno ammesso i loro tentativi di provocare proteste e rivolte contro il governo iraniano.

I cittadini francesi Cécile Kohler, 37 anni, e Jacqeus Paris, 69 anni, si sono recati in Iran il 28 aprile come turisti, ma è stato rivelato che in realtà sono spie dei servizi di intelligence occidentali.

Nuovi dettagli emergono sull’arresto di due spie francesi in Iran.
In un video trasmesso giovedì dalla rete in lingua araba iraniana Al-Alam , Kohler ha ammesso di essere un “agente della Direzione generale per la sicurezza esterna (DGSE)”, che è l’agenzia di intelligence straniera francese, equivalente all’MI6 britannico e alla CIA americana .

Nella registrazione, Kohler ha affermato che lei e il suo partner erano in Iran per preparare le condizioni per innescare “una rivoluzione” nella Repubblica islamica e rovesciare il sistema islamico iraniano.

I paesi occidentali, guidati dagli Stati Uniti e dai servizi segreti, stanno cercando di trasformare manifestazioni pacifiche in rivolte esagerate, afferma l’analista.

Ha spiegato che hanno portato ingenti somme di denaro per finanziare scioperi e proteste e acquistare armi nel tentativo di provocare il caos.

Kohler ha aggiunto che le armi dovevano essere usate “per combattere la polizia”, ​​se necessario.
Secondo le confessioni dell’altra spia arrestata, l’obiettivo della Dgse era “fare pressione sul governo iraniano”.

Il ministero dell’intelligence iraniano ha annunciato a maggio di aver arrestato le due spie francesi che avevano orchestrato un complotto per fomentare “caos, disordine sociale e insicurezza” all’interno del paese persiano quando alcuni insegnanti sono scesi in piazza in proteste pacifiche per chiedere salari equi e migliori condizioni di lavoro.

Riguardo ai piani dei nemici per creare il caos nel paese persiano, il leader della rivoluzione islamica dell’Iran, l’ayatollah Seyed Ali Khamenei, ha assicurato lunedì che i recenti disordini nel paese persiano sono stati premeditati e provocati dagli Stati Uniti. il regime sionista e i suoi scagnozzi per generare insicurezza nel Paese approfittando della morte della donna iraniana Mahsa Amini in custodia di polizia.

“Gli americani e gli israeliani fingono che, poiché una ragazza è morta in Iran, loro sono molto sconvolti. Loro mentono! Non li disturba affatto. Sono felici, felici di aver trovato un pretesto per causare incidenti”, ha detto il leader iraniano..

Fonte: Agenzie

Traduzione: Fadi Haddad

4 Commenti
  • Sarabanda 82
    Inserito alle 19:34h, 06 Ottobre Rispondi

    Sinceramente non capiscono perchè non combattono gli Usa e i loro alleati, facenso stare meglio il proprio popolo, la storia ci insegna che la popolazione si ribella quando sta male, non ha diritti ma solo doveri, oppressa, insomma vive quasi in schiavitù. Non mi sembra che Iran Cina e Russia insiene ad altri satelliti brillino perche i propri popoli abbiamo più libertà viti migliori, sono sicuro che questi blocchi contrapposti si combattono solo e soltanti per affermare il loro pensiero imporre le loro idee naturalmente in maniera diversa l’occidente con i suoi metodi il blocco asiatico con altri metodi ma il fine è lo stesso non la libertà ed il benessere dei propri cittadini ma la sudditanza ad un elitè di persone forse la parola giusta è CLAN

    • Giorgio
      Inserito alle 08:23h, 07 Ottobre Rispondi

      Siamo alle solite …. non mi stancherò mai di ripetere che affermare che “i governi in oriente e in occidente sono tutti ugualmente malvagi” e opprimono, ognuno a suo modo, il proprio popolo …. equivale a dire “tutti colpevoli, nessun colpevole” …
      Ma ricordo che Russia, Cina, Iran, Corea del Nord, Siria ecc. non occupano militarmente mezzo mondo, e non ci impongono i loro usi e costumi sociali, politici, religiosi, alimentari ….
      l’IRAN non impone il velo alle donne dei paesi non islamici (anche se non approva giustamente i costumi occidentali) ….
      Mentre l’occidente vuole impone all’IRAN e agli altri paesi non occidentali i propri costumi, camuffati da libertà e democrazia ….
      e non certo per solidarietà verso quei popoli ma per dominarli e sottometterli economicamente e politicamente.
      E allora dove sta il torto e dove sta la ragione ?

  • Tacabanda1964
    Inserito alle 20:08h, 06 Ottobre Rispondi

    Se i due ricchi Francesi sfaccendati oppure SPIE ( non so come classificarli ) avessero sobillato rivolte-scioperi-azioni terroristiche in ITALIA Repubblica Cattolica-Fascista Filo-USA sarebbero volati fuori dalla finestra di un comando di Polizia Italiana oppure uccisi dal solito caffè italiano che risulta velenoso a chi si oppone al regime italiano !
    Negli USA questi due cittadini Francesi sarebbero stati crivellati di colpi dalla Polizia USA oppure sarebbero finiti torturati in qualche carcere speciale USA e lasciati marcire per diversi anni !
    Nei paesi UK questi due Francesi sarebbero finiti in galera per decenni ed ingannati e torturati a livello psicologico dalla falsa politica inglese di una forma di giustizia Democratica uguale per tutti !
    Uguaglianza nei processi che in realtà NON esiste affatto !

  • antonio
    Inserito alle 20:36h, 07 Ottobre Rispondi

    ancora 2 cognomi di etna dei Zionists

Inserisci un Commento