Due commando israeliani assassinati dall’IDF: scambiati per bambini palestinesi

L’incidente del fuoco amico arriva dopo che l’IDF ha adottato regole di ingaggio più facili da innescare.
RT: Due ufficiali militari israeliani in servizio in un’unità d’élite sono stati uccisi in un incidente di fuoco amico durante una pattuglia di sicurezza in Cisgiordania. Le forze di difesa israeliane hanno avviato una “indagine completa” sulle loro morti.

I comandanti della compagnia dell’unità per le operazioni speciali di Egoz, il Magg. Ofek Aharon, 28 anni, e il Mag. Itamar Elharar, 26 anni, sono stati identificati erroneamente e colpiti a colpi di arma da fuoco durante una pattuglia di sicurezza mercoledì vicino alla base di Nabi Musa in Cisgiordania.

Secondo il Magg. Gen. Yehuda Fuchs, al capo del Comando Centrale, la notte prima ai soldati era stato rubato l’equipaggiamento e stavano cercando i ladri o l’equipaggiamento. Secondo quanto riferito, lo hanno fatto senza comunicare i loro movimenti e senza avere la radio.
“La notte prima gli è stato rubato l’equipaggiamento e avevano appena terminato un’esercitazione ed erano preoccupati che i ladri sarebbero tornati e avrebbero potuto prendere più materiale” , ha riferito Fuchs, raccontando ai media alcuni degli ultimi momenti dei soldati.

Un commilitone ha erroneamente identificato i membri del servizio di pattuglia come “terroristi armati” quando erano a pochi metri di distanza. Secondo quanto riferito, i colpi sono stati sparati quando i militari erano entro “10-15 metri l’uno dall’altro”. Entrambi gli agenti sono stati uccisi a colpi di arma da fuoco e in seguito sono morti per le ferite riportate.

Soldati israeliani IDF

Il portavoce delle forze di difesa israeliane Brig. Giovedì, il generale Ran Kohav ha detto alla radio di Kan che la sparatoria è stata “ovviamente” accidentale, anche se fa “più male” il fatto che un tale fuoco amico colpisca membri del servizio di così alto rango.

“Ogni pochi anni un evento del genere accade per caso. Quando si tratta di combattenti e ufficiali nelle unità d’élite, fa ancora più male”, ha detto Kohav.

Il ministro della Difesa Benny Ganz ha promesso “un’indagine approfondita” sulle morti e ha detto in una dichiarazione di provare “profondo dolore”, mentre il primo ministro Naftali Bennett ha segnato il “giorno molto triste” onorando gli uomini che hanno dato “i loro anni migliori” per “difendere la nostra patria”.

“L’intero popolo d’Israele piange per loro”, ha detto Bennett.

Fonte: Veterans Today

Traduzione: Luciano Lago

2 Commenti
  • atlas
    Inserito alle 19:21h, 14 Gennaio Rispondi

    notizia molto triste, non andrò a mangiare questa sera. Ieri sera sì: penne alla VERA polpa di granchio (non surimi). Ma alla fine credo che farò un’eccezione e andrò lo stesso. In un’altro ristorante però. Mezzo litro di vino buono locale rosato salentino e torno più allegro di prima

    • Giorgio
      Inserito alle 12:22h, 15 Gennaio Rispondi

      Cin cin ……. Atlas …….