Dozzine di persone sviluppano malattie del sangue rare dopo aver ricevuto vaccini contro il coronavirus: rapporti

placeholder

Almeno 36 destinatari dei vaccini Pfizer e Moderna Covid-19 negli Stati Uniti hanno sviluppato una rara malattia immunitaria che attacca il sangue, secondo i rapporti. Un paziente è morto ei medici non possono escludere di incolpare il vaccino.
Il dottor Gregory Michael, un ginecologo di 56 anni che gestiva il proprio studio presso il Mount Sinai Medical Center di Miami Beach per più di un decennio, è morto a gennaio per un’emorragia cerebrale. Aveva ricevuto una dose del vaccino contro il coronavirus Pfizer-BioNTech due settimane prima e aveva immediatamente sviluppato trombocitopenia immunitaria, una malattia del sangue rara e talvolta fatale. Vedi: https://www.huffingtonpost.it/entry/medico-muore-2-settimane-dopo-il-vaccino-in-florida-nessun-allarme-accertamenti-in-corso_it_60000ad1c5b6c77d85ecfd33

Michael è una delle almeno 36 persone che hanno sviluppato la condizione dopo aver ricevuto i vaccini contro il coronavirus da Pfizer o Moderna, secondo un rapporto del New York Times pubblicato lunedì. I casi sono stati auto-segnalati al Vaccine Adverse Event Reporting System (VAERS) del governo prima della fine di gennaio, il che significa che più persone potrebbero aver sviluppato la malattia da allora. Vedi: https://www.nytimes.com/2021/02/08/health/immune-thrombocytopenia-covid-vaccine-blood.html

La trombocitopenia immunitaria è una condizione rara che colpisce circa 50.000 persone negli Stati Uniti.La condizione è causata dal sistema immunitario del corpo stesso che attacca le piastrine, il componente del sangue responsabile della coagulazione. Incapaci di coagulare il sangue, i pazienti spesso sviluppano lividi interni o esterni, che possono sembrare un’eruzione cutanea. In molti casi, come quello di Michael, la condizione ha portato a massicce emorragie o ictus.

Una paziente contattata dal Times ha subito un forte sanguinamento …… due settimane dopo aver ricevuto il vaccino di Moderna e ha richiesto trasfusioni di piastrine e trattamento steroideo per sopravvivere. Un’altra donna è stata ricoverata in ospedale con lividi e vesciche sanguinanti in bocca appena un giorno dopo aver ricevuto la stessa iniezione. Le sue condizioni sono peggiorate al punto che i medici, preoccupati che un leggero urto avrebbe innescato un’emorragia fatale, hanno temuto di spostarla dal letto d’ospedale.

Non tutti i casi possono essere definitivamente collegati ai vaccini, ma il dottor James Bussel, un ematologo ed esperto della condizione, ha detto al Times che un’associazione “è possibile”.
Quello che succede dopo un vaccino è ben noto ed è stato visto con molti altri vaccini”, ha detto. “Perché succede, non lo sappiamo.” Vedi: https://www.dailymail.co.uk/health/article-9241027/36-people-developed-rare-blood-disorder-covid-vaccination.html

Pfizer, la multinazionale che produce il vaccino anti-covid in passato finita sotto varie inchieste

A differenza dei vaccini tradizionali, che utilizzano una forma inattiva dell’agente patogeno da cui proteggono, sia l’offerta di Pfizer che quella di Moderna sono vaccini a mRNA. Questi vaccini tecnologicamente nuovi e quindi non testati funzionano introducendo un filamento di RNA nelle cellule del corpo con istruzioni che dicono al DNA di una persona come iniziare a produrre anticorpi.

I ricercatori dell’Università di Cambridge affermano che gli effetti collaterali potrebbero includere “reazioni autoimmuni”, ma gli scienziati di Harvard affermano che i vaccini a mRNA producono “un tipo più forte di immunità” rispetto alle loro controparti tradizionali.

La trombocitopenia immunitaria può anche svilupparsi come risultato di alcuni farmaci e tumori, influenza e apparentemente lo stesso Covid-19. Già la scorsa primavera, molto prima che le vaccinazioni fossero prossime al completamento, i medici negli Stati Uniti, in Europa, in India e in Cina hanno notato la condizione nei pazienti Covid e sospettavano un collegamento.

Uffici della multinazionale Moderna Pharmaceutics che produce vaccini anti-covid

Funzionari della Food and Drug Administration (FDA) e dei Centers for Disease Control and Prevention (CDC) hanno affermato che stanno indagando sui rapporti VAERS, mentre sia Pfizer che Moderna hanno dichiarato al Times che stanno monitorando la sicurezza delle loro vaccinazioni.

I medici contattati dal Times insistono ancora sul fatto che la vaccinazione è sicura e che il rischio di sviluppare malattie gravi dal coronavirus rimane maggiore del rischio di effetti collaterali del vaccino, dicono ma non tutti gli specialisti concordano con questa tesi.

Fonte: News Front

Traduzione: Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by madidus