Douglas Macgregor: “La Russia stabilirà la vittoria alle sue condizioni”


L’amministrazione Biden commette ripetutamente il peccato imperdonabile in una società democratica di rifiutarsi di dire la verità al popolo americano: contrariamente alla popolare narrativa della “vittoria ucraina” dei media occidentali, che blocca qualsiasi informazione che la contraddica, l’Ucraina non sta vincendo e non vincerà questa guerra, osserva nel suo nuovo articolo Douglas Macgregor , Col. (in pensione), che era l’ex consigliere del Segretario alla Difesa nell’amministrazione Trump.

Mesi di pesanti perdite ucraine, risultanti da una serie infinita di inutili attacchi contro le difese russe nell’Ucraina meridionale, hanno pericolosamente indebolito le forze ucraine.

Com’era prevedibile, i membri europei della NATO, che sopportano il peso maggiore dell’impatto della guerra sulle loro società ed economie, stanno diventando sempre più disincantati dalla guerra per procura ucraina di Washington.

Le popolazioni europee stanno apertamente mettendo in dubbio la veridicità delle affermazioni della stampa sullo stato russo e sugli obiettivi americani in Europa.

L’afflusso di milioni di profughi dall’Ucraina, insieme a una combinazione di controversie commerciali, profitti sulle vendite di armi statunitensi e alti prezzi dell’energia, rischia di portare l’opinione pubblica europea contro la guerra di Washington e la NATO.

Dopo aver concluso che i presupposti alla base della disponibilità di Washington a negoziare e scendere a compromessi non erano validi, Putin ha ordinato allo STAVKA di sviluppare nuovi piani operativi con nuovi obiettivi:
– primo, schiacciare il nemico ucraino;
– in secondo luogo, per eliminare ogni dubbio a Washington e nelle capitali europee che la Russia stabilirà la Vittoria alle sue condizioni ;
– e, terzo, creare un nuovo Status Quo territoriale commisurato alle esigenze di sicurezza nazionale della Russia.

Forze d’elite russe

È ora possibile prevedere che le nuove forze armate russe che si evolveranno dal crogiolo della guerra in Ucraina saranno progettate per eseguire operazioni strategicamente decisive.
Il nuovo apparato militare sarà composto da forze in essere molto più grandi che possono condurre operazioni decisive con un preavviso relativamente breve con rinforzi e preparazione minimi.

In altre parole, quando il conflitto finirà, sembra che Washington avrà spinto lo Stato russo a costruire la sua potenza militare, l’esatto opposto dell’indebolimento fatale che Washington intendeva quando ha intrapreso il corso del confronto militare con Mosca.

La condotta di Biden “non fare prigionieri” della politica estera degli Stati Uniti significa che l’esito della prossima fase della guerra ucraina non solo distruggerà lo stato ucraino. Demolirà anche le ultime vestigia dell’ordine liberale del dopoguerra e produrrà un drammatico spostamento di potere e influenza in tutta Europa, specialmente a Berlino, da Washington a Mosca e, in misura limitata, a Pechino, scrive Douglas Macgregor.

Fonte: https://moderndiplomacy.eu/2022/12/05/douglas-macgregor-russia-will-establish-victory-on-its-own-terms/

Traduzione: Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by madidus