"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Doppio “schiaffo” dei paesi dell’Est Europa alla Commissione Europea

di Luciano Lago

I paesi dell’Est Europa hanno ufficialmente comunicato alla Commissione Europea che a loro non interessa affatto entrare nella moneta unica europea ed anzi se ne tengono ben lontani. Avviene che, in un solo giorno, Polonia, Ungheria e Repubblica Ceca hanno assestato un doppio “schiaffo in faccia” agli oligarchi di Bruxelles, il primo con il netto rifiuto a ricevere le quote di migranti che la Commissione proponeva loro, il secondo con la dichiarazione di non avere intenzione nè interesse ad aderire alla moneta unica europeo.

La spocchiosa tracotanza degli oligarchi che proclamavano la “irreversibilità dell’euro” e dell’integrazione europea si è scontrata con l’orgoglio patriottico e la decisa prevalenza dei propri interessi nazionali dei paesi dell’Est Europa che mal sopportano l’invadenza e le ingerenze indebite degli oligarchi di Bruxelles.


Alle richieste pressanti dell’Unione Europea, accompagnate dalle abituali dichiarazioni retoriche del premier italiano Gentiloni, di accettare l’immigrazione e di rinunciare ad “erigere muri e chiudere ponti”, si è opposto un sorriso di disprezzo e di commiserazione dell’Ungherese Vikor Orban che già in precedenza aveva invitato l’Italia a non accettare supinamente l’accoglienza indiscriminata dell’ondata migratoria dall’Africa e da altri paesi, onde evitare problemi a tutta l’Europa. Vedi: Orban: l’Italia chiuda i porti

I leader dei paesi dell’Est Europa si erano coalizzati fra loro decisi a respingere tutte le pressioni della Commissione Europea ed a gettare nel cestino della carta straccia gli “ammonimenti” e le direttive di Bruxelles. Sembra che l’Ungheria, la Polonia e la Repubblica Ceca abbiano adottato lo slogan “padroni a casa nostra” che tanto fa innervosire gli oligarchi di Bruxelles intrisi della loro visione cosmopolita e mondialista.
Le Istituzioni europee, contrariamente a quanto affermano i personaggi della opposizione di comodo, non sono riformabili dal loro interno, come dimostrano anche le reazioni isteriche, furiose e inconcludenti dei loro leader.
Alla luce di quanto accade, appaiono patetiche le asserzioni di chi vuol far credere di essere nella UE per cambiarla, peccato che la UE sia indisponibile a qualsiasi cambiamento vero, la sua architettura è stata studiata apposta per escludere qualsiasi patecipazione popolare, come tutte le tirannie può solo crollare, non cambiare.

Orban al vertice di Bruxelles

Già i cittadini britannici aveva annusato l’aria ed avevano rifiutato questa Unione Europea con il Brexit. Nel caso britannico, il no alla gabbia dell’Unione Europea era stato netto e deciso, decisivo per la popolazione britannica che non ha voluto seguire le indicazioni del proprio establishment politico e sindacale, ma ha premiato l’impegno di minoranze coraggiose, come il sindacato dei ferrovieri inglesi che si era fatto conoscere come Eurostop.
Nel caso dei paesi dell’est Europa, la maggioranza della popolazione è ben cosciente dei pericoli derivanti dal rinunciare alla propria sovranità ed aprire le porte all’ondata migratoria in modo indiscriminato con i pericoli che questo comporta, in particolare l’invasione islamica. Vedi: Polonia, milioni recitano il rosario contro l’invasione islamica

Gentiloni al vertice di Bruxelles

“Non vogliamo finire come l’Italia”, è questo il commento che più si sente nei caffè di Budapest, di Varsavia o di Praga da parte di persone comuni che hanno avuto occasione di viaggiare per turismo in Italia ed hanno visto e toccato con mano il degrado in cui sono cadute città italiane come Roma, Firenze e Milano per causa del lassismo e dell’ondata di migrazione clandestina. Un fenomeno quello dell’apertura delle frontiere che ha arricchito il business di una parte della classe politica italiana e delle cooperative collegate ma che ha creato insicurezza e degrado.
In Polonia aveva fatto molto scalpore il caso della coppia di cittadini polacchi a Rimini, aggrediti, malmenati e la ragazza violentata in modo selvaggio da un branco di extra comunitari sulla spiaggia nella scorsa estate. Vedi: Rimini, l’orrore in spiaggia stupri ripetuti...

I polacchi hanno colto l’occasione per sbarrare il passo alle ipotesi di apertura alle migrazioni ed i loro leaders politici hanno raccolto l’umore della gente e se ne sono fatti interpreti.
“I paesi sono sovrani quando difendono le loro frontiere e dispongono di una loro moneta”, questa la risposta seccata di uno dei leaders dell’Est europei alle farneticazioni di Gentiloni che nel corso della riunione, continuava a biascicare di “frontiere aperte e abbattimento di muri”.
Sembra che Gentiloni sia rimasto interdetto e piuttosto indispettito ma ha dovuto fare buon viso a cattivo gioco.

*

code

  1. Eugenio Orso 4 mesi fa

    Mi chiedo perché questi paesi, attualmente non interessati a entrare nell’euro (li costringeranno?), non in sintonia con i burokrati ue sulle quote migranti, restino all’interno dell’unione europoide e non ne escano sbattendo la porta …
    Potrebbe essere che restano dove sono perché sanno che sarebbe molto pericoloso per loro (per i politici che lo fanno e per la stessa popolazione) uscire dal lager europide. Al più, resistono davanti alle pelose politiche dell'”accoglienza – quote migranti” da assorbire ad ogni costo e cercano di evitare l’euro, almeno per ora.
    Inoltre, questi paesi sono membri della Nato (tutti e tre dal 1999, se non erro) e la Polonia è notoriamente russofoba e filo-anglosassone.
    Se loro non vogliono “finire come l’Italia”, che abbiano il coraggio di uscire integralmente dalla ue e, anche se molto più problematico e pericoloso (terrorismo, guerra civile, stragi, caos!), dalla criminale Nato!

    Per quanto riguarda l’escremento sinistroide Gentiloni, lecchino dei Soros, sa bene anche lui che “frontiere aperte e abbattimento dei muri” saranno la tomba dell’Italia, ma non se ne cura, perché il suo compito di bravo collaborazionista è servire il padrone sopranazionale.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. The roman 4 mesi fa

      Osservando gentiloni in chiave fisiognomica , non si puo ‘ non notare che si tratta di una femmina mancata , con quella faccia da vecchia delusa , le movenze costruite , soffici e melliflue , da vecchia professoressa di filosofia. UN anima incompiuta , un finto uomo senza prole, non puo ‘ comprendere i valori del sangue e della nazione. E’ per questo che li scelgono e li allevano .Piu’ schifo fanno ,piu’sono efficienti nel propagare le loro schifose ideologie.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Eugenio Orso 4 mesi fa

        Mi sembra un’osservazione interessante, quella sul duca/conte Gentiloni, duchessa/contessa di Filottrano mancata secondo questa interpretazione …

        S’intona con lo spirito maleolente dei tempi, in cui procede la “femminilizzazione” delle società cosiddette occidentali, insieme all’appiattimento delle differenze di genere e alla scomparsa del maschio, all’esaltazione della “eccezione familiare” (leggi le nozze fra culatte), alla confusa “genitorialità” che spazzerebbe via i ruoli ben definiti di padre e di madre, eccetera eccetera.

        Gentiloni un propagandista dell’ideologia gender, in ciò forse più credibile del pelato piddino Marco Minniti?
        Mi sembra un’azzardo, tuttavia, quell’aria da vecchia professoressa – voglio sperare rigorosamente zitella! – suggerisce che la degenerazione finale “dell’impero” è alle porte e la si percepisce anche nelle sue province più genuflesse …

        Cari saluti (con ironia)

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Silvia 4 mesi fa

      Magari ci restano anche perche’ dall’Europa ricevono dei fondi, non devono solo dare, come noi.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Animaligebbia 4 mesi fa

    Capisco perche’ si ostinano a chiedere a loro;perche’ sono paesi ancora etnicamente compatti e possono esprimere una volonta’ collettiva,ma credo che stiano perdendo tempo,questi sono dritti non sono certo dei gentiglioni.Riguardo all’ometto che abbiamo la sventura di avere come nostro rappresentante somiglia sempre di piu’ a Fantozzi al cenone di capodanno,prende pernacchie da tutte le parti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. VelenoSS 4 mesi fa

    Ma sottosviluppati mentali senza onore,senza palle e senza intelligenza come gentiloni,renzi e tutta la feccia dell’attuale governo illegittimo italiota dove vengono pescati dalle lobby?

    Povera Itaglia,pure gli accattoni omosessuali del Vaticano debbono mantenere,oltre alla feccia nera africana 🙂

    Un saluto a tutti i pezzenti italioti (quelli che subiscono e si fanno comandare stile partito-dementi) dall’Australia,paese per loro irrangiungibile

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Eugenio Orso 4 mesi fa

      L’Australia, però, è un paese anglo-demo-plutocratico-liberista …

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Woland 4 mesi fa

      Ma sottosviluppati mentali senza onore,senza palle e senza intelligenza come gentiloni,renzi e tutta la feccia dell’attuale governo illegittimo italiota dove vengono pescati dalle lobby?
      Risposta: nelle officine blu (autentica fabbrica di mentecatti).
      Se il termine non dice niente si può visionare su youtube il memorabile film “forces occultes” con sottotitoli in italiano.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. mardunolbo 4 mesi fa

      Ma come, VelenoSS era poco fa in Canada e se ne vantava. Scrissi che il canbada era un lecchino, servente degli Usa, ed eccoti qua ,il Veleno che starnazza dall’Australia…
      E’ un migratore di comodo ?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. GRAF 4 mesi fa

    Ora PACATAMENTE : VI RENDETE CONTO che gli unici nei SECOLI ad aver ostacolato gli EBREI USURAI sono stati I FASCISTI e I Papi ,dovrebbe il Popolo italiano esserne fiero e invece un invettiva continua ,siete intontiti assuefatti di pubblicita EBREA di slogan EBREI pensate solo in ebreo capaci solo di sputare addosso ai papi ai FASCISTI che pur perdendo hanno provato a battere I’ll sistema daneocratico basato sull’affamare I POPOLI col debito delle banche ebree,ERCOLI DA TASTIERA !! LEGGERE LIBRI NON BLOG EBREI ECCO DOVE STA LA SOLUZIONE “AAARGH ITALIA ” “TERRASANTALIBERA” ANTIMASSONERIA ALTERVISTA” DOWNLOAD LIBRI ,LEGGERE !!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Eugenio Orso 4 mesi fa

      Passi per i fascisti, che per lo meno cercarono – quanto meno nelle fasi iniziali – di contrastare attivamente il sempre più smisurato potere demoplutocratico.
      Ma i papi … soprattutto l’ultimo.
      Diamo un’occhiata a Francesco (de Xavier) Bergoglio, il cui compito è ammansire le vittime del neocapitalismo su base finanziaria e usuraria, per spegnere o prevenire gli incendi sociali.
      Costui è’ talmente prono davanti all’aristocrazia dominante del denaro e della finanza da spendersi incessante a favore dell'”accoglienza”, che è una necessità elitista per sostituire la popolazione europea, producendo future generazioni meticciate, prive di memoria storica e diritti, ma adatte al lavoro schiavo o semi-schiavo …

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Woland 4 mesi fa

      “Il sistema daneocratico”
      Il termine corretto è “usurocratico”

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. GRAF 4 mesi fa

    Orso lei mi sorprende : Maurice pinay ( pseudonimo) ha scritto un librO scaricabile su”antimassoneria altervista” titolo “complotto contro LA chiesa” e spiega minuziosamente ed elenca le BOLLE PAPALI CONTRO GLI EBREI E I LORO CANI MASSONI .Ora le suddette bolle si possono trovare intere digitando ” holywar gli EBREI 3 ” NELLA voce magistero Della chiesa ,lasci stare Bergoglio LA chiesa e’ dura a morire e’da 2000 anni che I PERFIDI EBREI E I MASSONI COME BERLUSCA BOLDRINI RENZI ECC CERCANO DI DISTRUGGERLA INUTILMENTE

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Jack 4 mesi fa
      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. max tuanton 4 mesi fa

    Graf sei formidable! Grazie per le indicazioni! VIDEO DIGITATE” IL SIONISMO HA CREATO FIUMI DI SANGUE” PIU CHIARO DI COSI ‘UNA VERA CHICCA IN MEZZO A TANTO CIARPAME

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. GRAF 4 mesi fa

    Daneocrazia e’il termine usato da Ezra pound ,se qualche commentatore si sente superiore a pound va bene Basta che lo dica ,il video le forze occulto e’ una pellicola di quasi 80 anni fa un pochino misera di contenuti meglio digitare allora ” IL NEMICO OCCULTO VIDEO ” da rivedere come il gladiatore,CORROBORANTE

    Rispondi Mi piace Non mi piace