Dopo una sessione di 3 ore, il gabinetto israeliano ha deciso di cessare il fuoco a Gaza

Dopo aver deliberato per più di 3 ore, il consiglio di sicurezza israeliano ha deciso di decidere un cessate il fuoco nella Striscia di Gaza.

Il gabinetto di occupazione israeliano ha deciso, giovedì sera, di cessare il fuoco nella Striscia di Gaza dopo una sessione durata più di 3 ore.

I media israeliani hanno riferito che la decisione di fermare l’operazione “guardia delle mura” è stata presa con il consenso dei ministri, sottolineando che “l’accordo di cessate il fuoco entrerà in vigore alle due di venerdì mattina, d’accordo con gli egiziani. ” Il corrispondente di Al-Mayadeen a Gaza ha affermato che “gli egiziani hanno informato le fazioni palestinesi di un cessate il fuoco simultaneo”.

I media israeliani hanno anche citato un “alto” funzionario israeliano dicendo che “il cessate il fuoco sarà basato sul principio della calma in cambio della calma”. La questione è stata confermata da un funzionario di Hamas, secondo Reuters, che ha annunciato che “una tregua reciproca con” Israele “inizia venerdì alle 2 del mattino.

Il leader del movimento “Hamas”, Mushir Al-Masry, ha confermato che qualsiasi cessate il fuoco ” dichiara la sconfitta e fugge dal campo di fronte alla saga della vittoria che la resistenza delinea” , che, attraverso l’unità della sua posizione e la rivoluzione del suo popolo è riuscita a penetrare nelle fortezze del nemico, a dissipare le sue illusioni e ad imporre nuove regole di ingaggio “.

Truppe Israeliane

La decisione israeliana è arrivata dopo che i media israeliani hanno annunciato, citando fonti della sicurezza, che il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu “affermerà nella cabina di regia che l’esercito ha premuto per un cessate il fuoco” , mentre Channel 12 ha affermato che “a livello politico non vogliono ammettere che sono loro che cercano un cessate il fuoco “.

I media israeliani hanno indicato che “Domani si prevede l’apertura dei valichi di Kerem Shalom ed Eraz con la Striscia di Gaza, per il passaggio di carburante, medicinali e generi alimentari, e per il trasporto di diplomatici e pazienti”.

Commentando questo, il capo del partito Noam, membro della Knesset Avi Maoz, ha descritto la decisione del cessate il fuoco come un “grave errore”.

Quanto al capo del partito “New Hope”, MK Gideon Saar, ha detto che “fermare unilateralmente la lotta contro Hamas sarebbe un duro colpo alla deterrenza israeliana”.

Da parte sua, il membro “di destra” della Knesset, Itamar Ben Gvir, ha ritenuto che “il cessate il fuoco abbia sputato in faccia alla gente del sud”, dicendo: “Non sosterremo Netanyahu ad ogni costo”.

I media israeliani hanno citato i coloni di Beer Sheva, commentando l’accordo di cessate il fuoco, dicendo che “Hamas è colui che detta le nostre vite”.


Fonte: Al-Mayadeen

Traduzione: Fadi Haddad

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM