Dopo l’annuncio della svolta autoritaria del Governo Draghi, una folla si raduna in piazza a Torino per manifestare la protesta contro il Green Pass

Migliaia di persone sono confluite in Piazza Castello, a Torino, in protesta contro il Green Pass e il nuovo l’obbligo vaccinale imposto dal governo Draghi. La manifestazione si chiama “No Paura Day” ed è stata promossa due giorni fa su internet. “Mostriamo che questa sera in piazza siamo in tantissimi: siamo almeno cinquemila persone”.
La folla dei manifestanti ha scandito a più riprese il grido “Libertà, libertà”. Le persone adunatesi per la protesta si oppongono all’introduzione del green pass, dell’obbligo vaccinale e alla proroga dello stato di emergenza. Persone di tutte le età presenti in piazza. Gli organizzatori, così come i manifestanti, proclamano la libertà di scelta e si definiscono “free vax”. “Ognuno deve essere libero di scegliere” sostengono in Piazza Castello. “Il green pass segna uno stato di Polizia” ribadisce ancora uno speaker dal palchetto allestito su un furgone.

Folla in Piazza Castello a Torino per il No paura Day, manifestazione lanciata due giorni fa via internet per protestare contro il Green pass e l’obbligo vaccinale, Torino, 22 luglio 2021. ANSA/ALESSANDRO DI MARCO


I manifestanti sostengono che le norme approvate siano un “sistema per limitare la libertà personale” e se la prendono con coloro che “non reagiscono”. Sul palco è salito anche Ugo Mattei, docente di diritto all’università di Torino candidato sindaco alle prossime elezioni comunali con la lista civica Futura – Per i beni comuni. L’evento è stato lanciato su Facebook qualche giorno fa. Coloro che si sono radunati in piazza sono convinti che il green pass sia una “discriminazione” ed una violazione dei diritti alla libertà del singolo.
Il premier Mario Draghi ha sostenuto in conferenza stampa le consuete tesi dei pro vax affermando che il vaccino salva la vita e solo quello è la panacea contro qualsiasi male. Le affermazioni sono contestate da vari scienziati indipendenti non collegati alle grandi multinazionali dei vaccini.

I manifestanti hanno sostenuto che gli scienziati contrari all’uso dei vaccini genetici affermano che questi vaccini (considerati sperimentali) non proteggono dalle infezioni e favoriscono il contagio. Inoltre le reazioni avverse e i decessi conseguenti all’uso dei vaccini sono nascosti dai media del sistema in una gigantesca campagna di pressione per indurre la popolazione a sottoporsi al vaccino.


I manifestanti adunatisi in piazza hanno gridato slogans fra i quali “libertà, libertà” e “No alla Dittatura sanitaria”.
La Digos indaga per individuare la identità dei manifestanti e i media di regime cercano di minimizzare la manifestazione attribuendola a gruppi estremisti e soggetti no vax antisociali.
Nel frattempo si prepara la stretta del governo che proibirà qualsiasi manifestazione di dissenso adducendo motivi di prevenzione sanitaria e rendendo la vita difficile a chi vorrà sottrarsi alle direttive del Governo Draghi/ Speranza.

51 Commenti
  • Eugenio Orso
    Inserito alle 08:50h, 23 Luglio Rispondi

    Il governo io lo chiamerei draghi/troika/élite anglo-giudaica, forze di occupazione nemiche, ma se proprio vogliano, possiamo aggiungere al tremebondo (ma pericoloso) speranza anche il giullare salvini, che prima incensa draghi e poi fa di tutto per far dimenticare che la sua sega del cazzo appoggia il quisling draghi, partecipa al governo e ne sostiene i decreti.

    Cari saluti

    • atlas
      Inserito alle 09:01h, 23 Luglio Rispondi

      se sono forze di occupazione nemiche per te che sei italiano figurati per me che sono siciliano

  • Gian
    Inserito alle 08:50h, 23 Luglio Rispondi
    • atlas
      Inserito alle 10:43h, 23 Luglio Rispondi

      San Marino è “covid free”. Primo Stato in Europa. La campagna vaccinale con Sputnik V ha funzionato. Ma chi ha ricevuto il Vaccino russo Sputnik V è escluso dal ‘Green Pass’ europeo. L’efficacia di Sputnik V a San Marino è stata comprovata dai numeri. La contropartita è che i sanmarinesi che si sono immunizzati con Sputnik non possono per ora accedere al Green Pass europeo, visto che il siero russo non è stato approvato da Ema … https://www.ilgiorno.it/cronaca/san-marino-covid-free-1.6560859

      • atlas
        Inserito alle 11:10h, 23 Luglio Rispondi

        Sputnik. La Romagna teme la fuga dei russi in Croazia e Grecia. Il nodo di San Marino dove è stato utilizzato il prevalenza il Vaccino russo e non i sieri ameri cani. Il divieto per Sputnik. Si può viaggiare liberamente, dunque, a patto di aver certificato l’avvenuta guarigione dal virus, di possedere il referto negativo al tampone molecolare e il certificato di completamento del ciclo vaccinale con due dosi (in alcuni Stati ne basta una) dei sieri autorizzati in Europa dall’Ema: Pfizer, Moderna, Astrazeneca e Johnson & Johnson. Niente Sputnik, dunque, nella lista dei vaccini riconosciuti come sicuri ed efficaci anche se alcuni Paesi Ue hanno di fatto autorizzato la libera circolazione anche agli immunizzati con il Vaccino russo. I malumori in Romagna. Anche per questi motivi, come vedremo, in Romagna serpeggiano malumori e polemiche per due ragione diverse: da una parte protestano gli operatori turistici preoccupati per il mancato arrivo dei vacanzieri dalla Russia, dall’altra si sentono gli echi del dibattito in corso nella vicina Repubblica di San Marino dove il 70% della popolazione è stata immunizzata con il Vaccino prodotto da Mosca. Il problema è che la gran parte degli Stati non riconoscono lo Sputnik come vaccino con cui poter certificare l’avvenuta immunizzazione. Non tutti: in Grecia, Serbia, Slovenia, Croazia, Cipro, Ungheria e Slovacchia lo Sputnik è riconosciuto e fino a prova contraria i turisti immunizzati con il Vaccino russo non avranno problemi. Grecia e Croazia invece riconoscono Sputnik. Scorrendo l’elenco degli Stati che hanno riconosciuto lo Sputnik agli occhi degli albergatori spiccano i nomi di Grecia e Croazia. Il loro timore è che i russi possano preferire quelle mete all’Italia. «le regole, attacca Patrizia Rinaldis, presidente degli albergatori di Rimini, devono valere per tutti gli Stati. La cosa più grave è che il governo italiano abbia deciso di penalizzare il turismo non riconoscendo il vaccino russo: i turisti russi rappresentano una vasta fetta di mercato in Italia. A Rimini ci toccherà rinunciare alla quota di vacanzieri più alta assieme a quella in arrivo dalla Germania. Senza considerare che i russi in Romagna non solo pernottano ma spendono e pure tanto, per esempio nei negozi ma anche nei ristoranti https://corrieredibologna.corriere.it/bologna/cronaca/21_luglio_01/green-pass-pasticcio-sputnik-romagna-teme-fuga-russi-croazia-grecia-adcc8d4c-dab1-11eb-8528-bfbb609eaf1e.shtml

        • robespierre
          Inserito alle 16:44h, 23 Luglio Rispondi

          La scorsa estate, dopo le stesse restrizioni invernali dell’Italia, San Marino si era distaccata annullando qualsiasi obbligo di mascherina pure nei luoghi chiusi. A seguito di tale differenza (ma pure di altre a livello di orari limite di uscita da casa) lo scorso inverno successe che ci fossero diversi riminesi e non solo che, pur di essere parzialmente liberi, si trasferissero la sera sotto il Titano. Altolà. Ci fu l’immediata risposta degli esercenti italiani che senz’altro indusse il nostro Governo e quindi quello sammarinese, ad adottare la stessa assurda politica invernale italiana, ovvero tutti chiusi a casa. Quest’anno, guarda caso, anche la politica relativa alle mascherine da parte di S.Marino è stata la stessa dell’Italia. In pratica, se uno Stato concede più libertà dell’Italia, sono gli stessi commercianti-esercenti italiani a bloccare il tutto per non perdere clienti: il classico cane che si morde la coda. P.S: Racconto queste cose perchè le ho anche vissute, essendo di Rimini, ovvero a 15 km. dalla Repubblica.

        • Paperinik
          Inserito alle 17:02h, 23 Luglio Rispondi

          La scorsa estate, dopo le stesse restrizioni invernali dell’Italia, San Marino si era distaccata annullando qualsiasi obbligo di mascherina pure nei luoghi chiusi. A seguito di tale differenza (ma pure di altre a livello di orari limite di uscita da casa) lo scorso inverno successe che ci fossero diversi riminesi e non solo che, pur di essere parzialmente liberi, si trasferissero la sera sotto il Titano. Altolà. Ci fu l’immediata risposta degli esercenti italiani che senz’altro indusse il nostro Governo e quindi quello sammarinese, ad adottare la stessa assurda politica invernale italiana, ovvero tutti chiusi a casa. Quest’anno, guarda caso, anche la politica relativa alle mascherine da parte di S.Marino è stata la stessa dell’Italia. In pratica, se uno Stato concede più libertà dell’Italia, sono gli stessi commercianti-esercenti italiani a bloccare il tutto per non perdere clienti: il classico cane che si morde la coda. P.S: Racconto queste cose perchè le ho anche vissute, essendo di Rimini, ovvero a 15 km. dalla Repubblica.

      • Hannibal7
        Inserito alle 13:48h, 23 Luglio Rispondi

        ATLAS questa è una bella notizia
        Ora dovrebbero scendere in piazza anche i sanmarinesi perché discriminati-guariti
        È UNA VERGOGNA ASSOLUTA
        Per quanto mi riguarda, lo dissi dall’inizio
        Se proprio mi devo vaccinare obbligatoriamente voglio farlo con lo Sputnik V altrimenti NIET
        Dasvidania

        • Hannibal7
          Inserito alle 13:53h, 23 Luglio Rispondi

          Che poi,sapete come funziona?
          Almeno dove abito io e da quello che mi è stato riportato da chi si è fatto ino-culare….
          Tu ti prenoti
          Ti dicono quando andare
          Ma poi il vaccino da fare mica lo scegli tu…
          Ti devi sucare quello che hanno in quel hub ed in quello che c’è in quel giorno a disposizione
          Esempio, vai oggi e fanno il Moderna
          Fra due giorni il Pfizer o Astra Zeneca e così via…
          Cioè è ASSURDO!!!
          Oltre ad essere obbligato non sei nemmeno libero di scegliere di che cosa vuoi morire ziofà!!!

          • atlas
            Inserito alle 10:51h, 24 Luglio

            non sarà semplice ma dobbiamo resistere ancora un pò. A chi come l’ardito mi spappina ‘regole’ e ‘leggi’ democratiche di merda, europee o dell’italia, direi: ma non vedi che tutto quello che prima hanno detto che non avrebbero fatto mai poi progressivamente lo stanno attuando ? E per evitare scambi di app, telefonini, documenti, falsificazioni da persona a persona ? Il ‘microchip’. Arriverà anche quello. E sarà l’apoteosi dell’anticristo democraticogiudeo. Due Sicilie con la Russia. A costo di ruttare fuoco dall’Etna e dal Vesuvio, gli altri facciano liberamente ciò che vogliono

  • Giorgio
    Inserito alle 09:02h, 23 Luglio Rispondi

    Ottimo …… quelle immagini sono musica per le orecchie e cibo per la mente …….. e accrescono la motivazione e l’autostima di chi vuole resistere …..
    Naturalmente i tg notturni hanno definito i partecipanti estremisti antisociali …..
    I quotidiani in edicola oggi li definiranno possibili terroristi …..
    Resisteremo a qualsiasi costo ……

    • atlas
      Inserito alle 09:27h, 23 Luglio Rispondi

      il Sig. Roberto Burioni, democratico in un sistema democratico https://twitter.com/ItalianiZ/status/1418345691559170049/photo/1

      • atlas
        Inserito alle 09:38h, 23 Luglio Rispondi

        e il ragazzo morto per un malore che gli ha causato la perdita del controllo del pullman a Capri era stato siringato con Pfizer 48 ore prima. Capri è isola ‘covid free’, non si lavora senza ‘greenpass’. Quanti episodi come questo succederanno ancora ? Non si potrà più scendere in strada ? Gli ospedali diverranno centri di sevizie, non c’è da farsi prendere vivi. Polis e Impero, i valori politici della tradizione. La quarta teoria politica con Alexander Dugin. Introduce Lorenzo Maria Pacini https://www.youtube.com/watch?v=Gp5mNsaHgkM

  • Мосин
    Inserito alle 09:11h, 23 Luglio Rispondi

    Obbiettivo: RESISTERE.
    Speriamo che Torino sia un l’ inizio di qualcosa di grande.

    • blackarrow
      Inserito alle 09:48h, 23 Luglio Rispondi

      Gli effetti del menefreghismo

      Questa è la storia di quattro persone chiamate Ognuno, Qualcuno, Ciascuno e Nessuno.

      C’era un lavoro importante da fare e Ognuno era sicuro che Qualcuno lo avrebbe fatto, Ciascuno avrebbe potuto farlo, ma Nessuno lo fece.

      Finì che Ciascuno incolpò Qualcuno perché Nessuno fece quello che Ognuno avrebbe dovuto fare.

      • atlas
        Inserito alle 10:01h, 23 Luglio Rispondi

        sono gli effetti della democrazia

      • Hannibal7
        Inserito alle 16:23h, 23 Luglio Rispondi

        Questo è uno dei commenti più belli e significativi che abbia mai letto
        Complimenti BLACKARROW
        Dasvidania egregio

  • atlas
    Inserito alle 09:15h, 23 Luglio Rispondi

    se un non sierizzato è un pericolo per un vaccinato significa che la protezione ficcata è nulla e quindi è una truffa, è evidente. Ma poi, perchè non sono libero di vaccinarmi con lo Sputnik V ? San Marino l’ha fatto, i loro cittadini non entreranno più in italia ? In fondo la fede nei vaccini è una forma di culto new age …… nel 2020 l’asintomatico era l’untore contagioso e pericoloso, nel 2021 il vaccinato è sano e sicuro e lo certifica il ‘greenpass’. L’asintomatico non contagiava (al massimo trasmetteva immunità), Il vaccinato contagia

  • Pietro
    Inserito alle 09:40h, 23 Luglio Rispondi

    Domani so che sono previste manifestazioni in varie città, partecipate invece di chiacchierare

  • Sandro
    Inserito alle 09:58h, 23 Luglio Rispondi

    Ci hanno importunato per oltre settant’anni, anno dopo anno, sistematicamente, tramite le t.v. di Stato a reti unificate, per imporci il ricordo del trattamento a carico dei cosiddetti ebrei ai tempi del fascio, ed ora lo stesso trattamento lo vogliono riservare a chi non vuol essere contaminato con una terapia o.g.m. dagli esiti a lungo termine sconosciuti (quelli a breve, infausti, li conosciamo) in quanto sperimentale. Ma allora i vari giorni della memoria non sono serviti a nulla! Oppure per ricordare certe atrocità, al fine che non si ripetano, le devono reiterare giornalmente?
    E per gli infettati dagli o.g.m. dedico questo video che, però, ” deve essere “preso con le molle”
    Il Green Pass non deve passare! | 100 Giorni da Leoni
    https://100giornidaleoni.it/tv/ilgreen-pass-non-deve-passare/
    E’ bene ricordare che un nesso a tutto questo c’è: Prima dell’ultima guerra mondiale gli italiani erano tutti, o quasi, fascisti, subito dopo la fine della guerra i fascisti divennero tutti, o quasi, democratici. Non vorrei che quei quasi rimasti fascisti ci stanno comandando.

    • atlas
      Inserito alle 10:03h, 23 Luglio Rispondi

      ma non ci rompere la minkia

      • veritas fa male
        Inserito alle 10:59h, 23 Luglio Rispondi

        eccolo l untore!
        Vuole convincere la gente ad avvelenarsi con lo Sputo-nik!
        Non lo sa lei che sono tutti veleni?
        Certo che si

        • atlas
          Inserito alle 11:11h, 23 Luglio Rispondi

          la mia strategia è sempre la stessa, anche dovessi scrivere contro tutti: non do da mangiare ai troll democratici (non gli rispondo nemmeno nel merito dei loro commenti contrari all’orientamento sovranista del sito). E’ Luciano Lago che li deve definitivamente cancellare tutti, il sito è il suo. Finchè non lo fa è uno che dimostra solo di scrivere chiacchiere (democrazia)

        • Hannibal7
          Inserito alle 16:25h, 23 Luglio Rispondi

          VERITAS commentare sull’articolo invece di scrivere a vanvera come sempre
          Grazie

          • atlas
            Inserito alle 10:11h, 24 Luglio

            la mia strategia è sempre la stessa, anche dovessi scrivere contro tutti: non do da mangiare ai troll democratici (non gli rispondo nemmeno nel merito dei loro commenti contrari all’orientamento sovranista del sito). E’ Luciano Lago che li deve definitivamente cancellare tutti, il sito è il suo. Finchè non lo fa è uno che dimostra solo di scrivere chiacchiere (democrazia)

  • Sandro
    Inserito alle 10:06h, 23 Luglio Rispondi

    se il secondo indirizzo risulta oscurato, provare con il primo operando un copia incolla.

  • Prowall
    Inserito alle 10:32h, 23 Luglio Rispondi

    Intanto l’Italia è il paese di Galileo. Ogni esperimenti prevede un gruppo di trattati e un gruppo di controllo. E naturalmente i due gruppi devono essere omogenei salvo la variabile oggetto di studio , cioè l’inoculazione degli esperimenti v-accinali. Quindi se il gruppo dei trattati è metà della popolazione il gruppo di controllo DEVE avere la stessa dimensione.

    • Scacchista
      Inserito alle 20:43h, 23 Luglio Rispondi

      Sanno bene che stanno ammazzando la gente ed è proprio il gruppo di controllo che li terrorizza. Per questo vogliono vaccinare tutti. Quando i gonzi vaccinati cominceranno a morire come le mosche, e stanno già morendo come le mosche, il gruppo di controllo renderà impossibile la negabilità plausibile del vaccino come causa di morte o di danni gravissimi. La verità prima o poi salterà fuori e salteranno letteralmente anche le teste.

  • Hannibal7
    Inserito alle 10:48h, 23 Luglio Rispondi

    Ieri sera c’ero anch’io in piazza Castello a Torino
    Avrei dovuto andarci con mia moglie,in quanto essendo stato operato poco meno di un mese fa,non sono ancora in grado di guidare.
    Ma al momento di partire da casa abbiamo avuto un imprevisto con la nostra cagnolina…
    Però DOVEVO esserci,perché ci credo in questa RESISTENZA…
    Allora mi sono fatto forza,ho preso la mia auto e sono sceso a Torino da solo,sopportando il dolore…
    Non so quantificare la presenza dei manifestanti,non ne ho la capacità se devo essere sincero
    Qualche sito parla di 5000 persone,altri di 3000,altri ancora di 2000…
    In realtà, da quello che ho potuto vedere,non eravamo pochi…ma neanche così tanti
    In certe occasioni non si è mai abbastanza…
    Voglio essere sincero,non mi sono fermato tanto…ahimè non ce la facevo più a stare in piedi,il dolore cominciava a diventare fastidioso
    Alle 22e30 mi sono incamminato a passo lento verso il punto dove avevo parcheggiato l’auto…proprio nella via adiacente alla Mole Antonelliana,camminando sotto i portici di via Po
    Sono arrivato a casa non dico distrutto ma quasi…
    Però ero contento,soddisfatto per il fatto comunque di ESSERCI STATO…
    È vero che,per una città come Torino che conta poco meno di 850mila abitanti,circa un milione e 500mila contando i piccoli comuni adiacenti tipo Grugliasco, Moncalieri, Nichelino ecc, ieri si era poche migliaia.
    Però è pur sempre un segnale.
    Speriamo possa essere servito a qualcosa.
    RESISTENZA…RESISTENZA AD OLTRANZA!!!
    Dasvidania gente

    • Eugenio Orso
      Inserito alle 13:30h, 23 Luglio Rispondi

      Ricordo che l’unica resistenza con speranza di successo si fa con le armi e con un organizzazione di tipo militare.
      A quando l’indispensabile aiuto russo?

      Cari saluti

      • Annibal61
        Inserito alle 15:19h, 23 Luglio Rispondi

        Esatto.

      • Hannibal7
        Inserito alle 16:26h, 23 Luglio Rispondi

        Concordo pienamente

    • Giorgio
      Inserito alle 08:58h, 24 Luglio Rispondi

      Eroico Hannibal7 …… saluti

      • Hannibal7
        Inserito alle 12:11h, 24 Luglio Rispondi

        Ah ah ah GIORGIO non esageriamo
        Ho solo fatto quello che mi sentivo,ovvero esserci e far sentire la mia presenza in quanto CI CREDO…
        Comunque grazie amico
        Un saluto e un abbraccio…senza gomito però ah ah ah!!!
        Dasvidania egregio

  • Hannibal7
    Inserito alle 10:59h, 23 Luglio Rispondi

    Ci tengo a ripostare l’iniziativa del prof. Ugo Mattei
    C’è bisogno di più firme possibili se ci crediamo veramente in questa RESISTENZA
    https://generazionifuture.org/green-pass-appello-e-raccolta-firme/
    Magari potrò sembrare ripetitivo e forse anche invadente ma
    ME
    NE
    FREGO…
    …IO CI CREDO
    Dasvidania gente

    • atlas
      Inserito alle 11:17h, 23 Luglio Rispondi

      hannibal……è una guerra. Una brutta guerra. Praticamente chi non è democratico filoameric ano ed è filorusso Sovranista lo fanno diventare un’appestato da lapidare. Se si riesce a svicolare bene, se no non farsi prendere vivi

      • atlas
        Inserito alle 12:51h, 23 Luglio Rispondi

        ai posteri: Estate 2021. Tra sole e mare spuntò a terrorizzare un generale democratico ricattatore di un’italia democratica che disse: o vi ficcate i sieri della nato liberamente o ve lo ficcheranno la mia gentaglia in divisa, senza divisa, però armata. Ma lo Sputnik russo MAI, non è un vaccino democratico

  • cosedapazzi
    Inserito alle 12:39h, 23 Luglio Rispondi

    Hanno già detto nei vari TG che è la camorra…..?

    • atlas
      Inserito alle 12:52h, 23 Luglio Rispondi

      la mia strategia è sempre la stessa, anche dovessi scrivere contro tutti: non do da mangiare ai troll democratici (non gli rispondo nemmeno nel merito dei loro commenti contrari all’orientamento sovranista del sito). E’ Luciano Lago che li deve definitivamente cancellare tutti, il sito è il suo. Finchè non lo fa è uno che dimostra solo di scrivere chiacchiere (democrazia)

      • veritas fa male
        Inserito alle 13:26h, 23 Luglio Rispondi

        Va Allah!Che di Qua ci stiamo noi!

        • atlas
          Inserito alle 13:29h, 23 Luglio Rispondi

          la mia strategia è sempre la stessa, anche dovessi scrivere contro tutti: non do da mangiare ai troll democratici (non gli rispondo nemmeno nel merito dei loro commenti contrari all’orientamento sovranista del sito). E’ Luciano Lago che li deve definitivamente cancellare tutti, il sito è il suo. Finchè non lo fa è uno che dimostra solo di scrivere chiacchiere (democrazia)

          • atlas
            Inserito alle 10:14h, 24 Luglio

            la mia strategia è sempre la stessa, anche dovessi scrivere contro tutti: non do da mangiare ai troll democratici (non gli rispondo nemmeno nel merito dei loro commenti contrari all’orientamento sovranista del sito). E’ Luciano Lago che li deve definitivamente cancellare tutti, il sito è il suo. Finchè non lo fa è uno che dimostra solo di scrivere chiacchiere (democrazia)

    • Hannibal7
      Inserito alle 16:28h, 23 Luglio Rispondi

      Cioè???

  • Arditi, a difesa del confine
    Inserito alle 16:20h, 23 Luglio Rispondi

    e bravi i bogianen
    speriamo che rientri in quella serie di eventi, come dicono in Piemonte, per cui tutto parte da loro : l’unità d’Italia, la rai, il cinema, l’automobile
    sig. Hannibal, lei è uno dei pochi che rispetto qui e quello che ha fatto ieri non fa altro che dimostrare che ho ragione (tanto per cambiare) per quel che penso nei suoi confronti, non importa se eravate 2000, 3000 o 5000, eravate lì uniti dalla stessa motivazione
    ed ora speriamo che altre città seguano l’esempio per dimostrare che una parte del Paese è ancora sana e pronta a lottare per cause giuste.
    onore e Lei e a chi era in piazza l’altra sera

    • Hannibal7
      Inserito alle 16:38h, 23 Luglio Rispondi

      Grazie ARDITI
      Sinceramente non so come e da chi sia partita questa iniziativa
      Il messaggio mi è arrivato da una mia cugina
      Sicuramente dopo la serata di ieri in altre città si organizzeranno manifestazioni CONTRO…sono fiducioso
      Poco conta poi se la cosa sia partita da Torino o Verona o Caltanissetta per dire…
      L’importante è che si sia messo in moto (speriamo) un meccanismo di rigetto verso questa che si rivela essere sempre di più una dittatura…qualcuno ha fatto una specie di paragone al fascismo…beh,non ho risposto solo perché,per me,sarebbe stato una perdita di tempo

      • Arditi, a difesa del confine
        Inserito alle 18:47h, 23 Luglio Rispondi

        lo scrivo a lei ma è da fare girare il più possibile
        .
        Draghi ha firmato un DCPM per il Green Pass, NON un decreto legge deliberato dalle Camere.
        Non potrebbero farlo per decreto legge. La Costituzione lo vieta.
        Il testo del DPCM non cita mai che è obbligatorio.
        Leggere la Gazzetta Ufficiale per conferma – e usciamo da questo ennesimo inganno che lede altre norme costituzionali.
        Il Green Pass non è obbligatorio, come riportato nel regolamento (UE) 2021/953, non è una realtà come vogliono far credere ma l’ennesimo esperimento mediatico-sociale, perché vogliono farvi preoccupare preventivamente del fatto che non possiate fare nulla se non lo avete.
        Il Green Pass nemmeno esiste.
        Se la gente lo accetta il suo uso verrà esteso sempre di più, (come il vaccino) perché puntano alla “consuetudine”.
        In caso contrario decadrà fino a sparire, come l’app immuni.
        Inoltre prevede l’utilizzo attraverso un’app sul telefonino.
        Questo non è possibile per chi ha cellulari di vecchie generazione.
        Il che significa che è *volontario* e non obbligatorio.
        Difatti il DPCM viola gli artt. 13 e 16 della Costituzione.
        E il Governo ad ogni ricorso soccomberà come per tutti i DPCM precedenti, dichiarati incostituzionali con sentenza 20/12/2020.
        fonte : https://www.maurizioblondet.it/attenzione-alla-truffa-mediatica-del-green-pass/
        .
        in sostanza se non si usa farà la fine di “immuni”, se lo si userà sarà invece la nostra fine ed il loro trionfo completo

        • Hannibal7
          Inserito alle 19:00h, 23 Luglio Rispondi

          Ok ARDITI grazie
          Faccio girare con l’invito a divulgare il più possibile
          ….
          Qualcosa si muove anche tra le forze dell’ordine
          Questo è un pezzetto da TG COM24…

          A Roma “i vigili non faranno multe” – Nella Capitale il malcontento per il certificato verde serpeggia tra le forze dell’ordine. Sempre secondo Milani, infatti, “il tasso di applicazione delle contravvenzioni per il Green pass sarà nullo”. E aggiunge: “Io farò di tutto per non essere assegnato ai controlli sul certificato. E poi stiamo parlando di dpcm, che sono solo atti amministrativi e non hanno obbligo di contravvenzione”.

          • atlas
            Inserito alle 10:39h, 24 Luglio

            eh certo. Anche fra chi ha una divisa della milizia dell’italia democratica ci sono molti che il ‘greenpass’ non ce l’hanno. Basta vedere a Napoli. Interi reparti hanno rifiutato il siero maledetto. Hannibal, ieri sera a Gallipoli era una serata stupenda, con un bel venticello, ideale per stare su in terrazza del B&B del mio amico, con panorama mare (stupendo). C’erano degli stranieri di Vicenza, una Famiglia educatissima e amabile, lavoratori da sempre, piccoli imprenditori, a cui piace il nostro Stato, è stata una serata passata insieme serena e tranquillamente gioiosa a base di Aperol. Solo che parlavano un pò in veneto e io e il mio amico, il titolare, avevamo un pò di difficoltà a comprenderli. Ciò per chiarire che è l’italia, a parte il Cameratismo Fascista, che è tutta un’invenzione massonica di merda, non la gente, per cui a ognuno la sua Nazione. Buoni e cattivi ci sono in tutto il mondo, fra i veneti e fra i napolitani

          • Hannibal7
            Inserito alle 12:16h, 24 Luglio

            ATLAS….quando si dice che tutto il mondo è paese

  • Robespierre
    Inserito alle 17:03h, 23 Luglio Rispondi

    La scorsa estate, dopo le stesse restrizioni invernali dell’Italia, San Marino si era distaccata annullando qualsiasi obbligo di mascherina pure nei luoghi chiusi. A seguito di tale differenza (ma pure di altre a livello di orari limite di uscita da casa) lo scorso inverno successe che ci fossero diversi riminesi e non solo che, pur di essere parzialmente liberi, si trasferissero la sera sotto il Titano. Altolà. Ci fu l’immediata risposta degli esercenti italiani che senz’altro indusse il nostro Governo e quindi quello sammarinese, ad adottare la stessa assurda politica invernale italiana, ovvero tutti chiusi a casa. Quest’anno, guarda caso, anche la politica relativa alle mascherine da parte di S.Marino è stata la stessa dell’Italia. In pratica, se uno Stato concede più libertà dell’Italia, sono gli stessi commercianti-esercenti italiani a bloccare il tutto per non perdere clienti: il classico cane che si morde la coda. P.S: Racconto queste cose perchè le ho anche vissute, essendo di Rimini, ovvero a 15 km. dalla Repubblica.

Inserisci un Commento