Dopo l’annuncio degli Stati Uniti dell’invio di armi a Taiwan, la Cina giura di sopprimere qualsiasi tentativo di secessione di Taiwan

L’esercito cinese ha annunciato oggi, mercoledì, di essere pronto a “schiacciare risolutamente qualsiasi forma di indipendenza di Taiwan”, in risposta alla notizia della disponibilità degli Stati Uniti ad accelerare la vendita di armi difensive e altri aiuti militari all’isola.

Questo avviso è avvenuto in risposta alle notizie secondo cui il presidente degli Stati Uniti Joe Biden si appresta ad approvare una vendita di armi da 500 milioni di dollari a Taiwan, oltre a inviare più di 100 esperti militari per valutare i metodi di addestramento e dare suggerimenti per migliorare le difese dell’isola.

Un portavoce del ministero della Difesa cinese, Tan Ke, ha confermato che la recente escalation nei rapporti tra gli eserciti Usa e Taiwan è un “passo molto sbagliato e pericoloso”.

Ha aggiunto che l’esercito cinese “continua a rafforzare l’addestramento e i preparativi militari, e schiaccerà risolutamente qualsiasi forma di secessione o indipendenza taiwanese, nonché tentativi di interferenza esterna, e difenderà risolutamente la sovranità nazionale e l’integrità territoriale”.

Il portavoce del ministero degli Esteri cinese, Mao Ning, ha affermato in precedenza che la Cina si oppone fermamente alle recenti vendite di armi statunitensi a Taiwan.

Commentando l’accordo recentemente annunciato da Washington con Taiwan, Mao Ning ha affermato: “Le vendite di armi statunitensi minano seriamente la sovranità e gli interessi di sicurezza della Cina, le relazioni sino-americane e la pace e la stabilità attraverso lo Stretto di Taiwan”.
Mao ha aggiunto che Pechino continuerà ad adottare misure risolute e energiche per salvaguardare la propria sovranità e gli interessi di sicurezza.

In precedenza, il ministero della Difesa taiwanese aveva dichiarato di aver rilevato 9 navi da guerra e 26 aerei cinesi nelle vicinanze dell’isola, oggi, martedì, il giorno dopo che Pechino ha annunciato la fine delle sue vaste esercitazioni militari.

Aerei Cinesi su Taiwan

E Pechino ha annunciato di aver portato a termine con successo le sue manovre militari nello Stretto di Taiwan, durate 3 giorni, e volte a simulare un “cordone” attorno all’isola, che la Cina considera parte integrante dei suoi territori.

Le relazioni tra Cina e Taiwan stanno attraversando una fase di tensione, intensificatasi negli ultimi mesi, a causa dello scambio di visite tra funzionari taiwanesi e statunitensi.

Taiwan (Cina) è stata governata in modo indipendente dalla Cina continentale dal 1949.

Nota: Ci sono ormai pochi dubbi che gli Stati Uniti puntino ad istigare un conflitto con la Cina, puntando su Taiwan che svolgerebbe un ruolo simile a quello dell’Ucraina nei confronti della Russia, ovvero di piattaforma anti cinese. Non è chiaro se questa sarebbe in questo caso un’altra guerra per procura o se il piano di Washington preveda un intervento diretto degli Stati Uniti contro la Cina. Non è difficile pronosticare che l’oligarchia di potere di Washinton, in particolare la triade Khazariana dei Antony Blinken, Jake Sullivan, Viktoria Nuland, stiano commettendo un grave errore di calcolo.
Fonte: Agenzie
Traduzione e nota: Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM