Dopo i nuovi bombardamenti statunitensi sullo Yemen, gli Houthi attaccano le navi da trasporto del Dipartimento della Difesa

di Moon of Alabama

Due giorni fa ho parlato della speranza dell’amministrazione Biden nell’aiuto della Cina nel conflitto USA-Yemen..

Sperare che la Cina aiuti lo Yemen è una stronzata pazzesca ”, Moon of Alabama , 23 gennaio 2024

Le navi cinesi non sono disturbate dalle forze yemenite. Hanno preso di mira solo le navi legate a Israele e, da quando gli Stati Uniti e il Regno Unito hanno bombardato le posizioni degli Houthi, anche le navi collegate a quei paesi vengono attaccate.

Abbiamo appena appreso perché i funzionari statunitensi avevano espresso speranza negli aiuti cinesi. Il Financial Times riporta le discussioni dietro le quinte con la Cina su questo argomento.

“ Gli Stati Uniti chiedono alla Cina di aiutare a frenare gli attacchi Houthi sostenuti dall’Iran nel Mar Rosso ”, FT – 24 gennaio 2024

Gli Stati Uniti hanno chiesto alla Cina di sollecitare Teheran a frenare gli attacchi dei ribelli Houthi sostenuti dall’Iran contro le navi commerciali nel Mar Rosso, ma secondo i funzionari statunitensi hanno ricevuto pochi segnali di aiuto da Pechino.

Negli ultimi tre mesi le autorità hanno ripetutamente sollevato la questione con gli alti funzionari cinesi, chiedendo loro di avvertire l’Iran di non infiammare le tensioni in Medio Oriente dopo l’attacco di Hamas contro Israele il 7 ottobre e la guerra che ne è seguita.

Secondo funzionari statunitensi, il consigliere per la sicurezza nazionale Jake Sullivan e il suo vice, Jon Finer, hanno sollevato la questione durante gli incontri di questo mese a Washington con Liu Jianchao, capo del dipartimento internazionale del Partito comunista cinese. Anche il segretario di Stato Antony Blinken ha sollevato la questione, ha detto il segretario di stato americano .

È così ridicolo che è quasi triste.

Ancora una volta, le navi cinesi non vengono ostacolate dallo Yemen. Il fatto che altre navi debbano ora evitare la rotta del Mar Rosso e impiegare 14 giorni in più per doppiare l’Africa dà alla flotta portacontainer cinese un vantaggio commerciale. Allora perché qualcuno alla Casa Bianca ha pensato di chiedere aiuto alla Cina?

Come ha osservato Lambert Strether di Naked Capitalism a proposito della richiesta di aiuto alla Cina:

Prima di entrare in guerra con loro, o dopo?” »

La scorsa notte, la Marina americana ha tentato di scortare due navi portacontainer battenti bandiera americana, la Maersk Detroit e la Maersk Chesapeake, attraverso lo stretto di Bab el-Mandeb nel Mar Rosso.

Gli yemeniti hanno risposto lanciando tre missili antinave. Due missili sono stati intercettati da una nave della marina americana, la USS Gravely, ma uno di essi è esploso vicino a una delle navi portacontainer :

Il Comando Centrale americano ha confermato i dettagli dell’incidente in un comunicato pubblicato su “X”.

“ Il 24 gennaio intorno alle 14:00 (ora di Sanaa), i terroristi Houthi sostenuti dall’Iran hanno lanciato tre missili balistici antinave dalle aree dello Yemen controllate dagli Houthi verso la nave portacontainer battente bandiera M/V Maersk Detroit American e gestita da quest’ultima, che transitò nel Golfo di Aden. Uno dei missili si è schiantato in mare, gli altri due sono stati intercettati con successo e abbattuti dalla USS Gravely (DDG 107). Non ci sono stati feriti o danni alla nave”, si legge nella nota .

Non si trattava di navi puramente civili adibite al trasporto privato di beni di consumo:

“ La Maersk Detroit e la Maersk Chesapeake sono gestite da Maersk Line, Limited (MLL), la filiale battente bandiera statunitense della Maersk. Entrambe le navi sono iscritte al Programma di sicurezza marittima dell’Amministrazione marittima degli Stati Uniti e all’Accordo volontario di trasporto marittimo intermodale (VISA) con il governo degli Stati Uniti.

Maersk ha affermato che le navi trasportano carichi appartenenti al Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti, al Dipartimento degli Affari Esteri degli Stati Uniti, all’USAID e ad altre agenzie governative statunitensi e quindi “beneficiano della protezione della Marina americana durante la loro traversata.

Fore USA nel Mar Rosso

Di conseguenza, Maersk Line, Limited ha preso la decisione di sospendere i transiti nella regione fino a nuovo avviso, il che rappresenta uno sviluppo significativo dato il ruolo di MLL nel trasporto di merci militari e governative statunitensi. MLL non è solo il più grande proprietario e operatore di navi battenti bandiera statunitense che operano a livello internazionale, ma anche il maggiore partecipante ai programmi VISA/MSP ”.

Molto probabilmente queste navi trasportavano munizioni per Israele. La Marina americana ha perso la battaglia perché le navi non potevano passare.

L’incidente è avvenuto dodici ore dopo che gli Stati Uniti e il Regno Unito avevano bombardato per la nona volta le posizioni yemenite .

Il CENTCOM ha riferito sull’attacco :

“ Il 24 gennaio, intorno alle 2:30 (ora di Sana’a) , le forze del Comando Centrale degli Stati Uniti hanno condotto attacchi contro due missili antinave Houthi puntati verso il Mar Rosso meridionale e pronti per il lancio. Le forze statunitensi hanno identificato i missili nelle aree dello Yemen controllate dagli Houthi e hanno stabilito che rappresentavano una minaccia imminente per le navi mercantili e le navi militari statunitensi nella regione. Le forze americane hanno quindi colpito e distrutto i missili per legittima difesa. Questa azione proteggerà la libertà di navigazione e renderà le acque internazionali più sicure per le navi della marina americana e le navi mercantili ”.

Questa è l’ennesima prova evidente che il bombardamento delle forze governative Houthi dello Yemen non ha alcun impatto sulle loro capacità e motivazioni. In effetti, li incoraggia a impegnarsi di più.

La politica statunitense di “aiutare Israele” opponendosi (senza successo) al blocco delle navi israeliane da parte degli Houthi è stata sbagliata fin dall’inizio. Il fallimento del blocco dei trasporti imposto dal Dipartimento della Difesa americano dimostra che questa politica è fallita.

Ma tutta questa operazione ha aumentato i costi di trasporto delle merci tra Europa e Asia e mette in pericolo le navi che non hanno nulla a che fare con il conflitto.

Gli Houthi hanno annunciato il blocco delle navi legate a Israele nel Mar Rosso il 9 dicembre 2023 . Gli Stati Uniti hanno annunciato il 21 dicembre la costituzione di una coalizione per proteggere le navi israeliane nel Mar Rosso. Solo in seguito il traffico attraverso il Canale di Suez è diminuito.
Ora chiedetevi come si sentiranno le popolazioni dell’Europa (e dell’Asia) riguardo all’operazione statunitense quando l’inflazione dei prezzi, indotta da queste azioni statunitensi, li colpirà nuovamente dove li danneggia di più.

Fonte: Moon of Alabama

Traduzione: Luciano Lago

4 commenti su “Dopo i nuovi bombardamenti statunitensi sullo Yemen, gli Houthi attaccano le navi da trasporto del Dipartimento della Difesa

  1. Gli anglosassoni nel Medio Oriente hanno deciso di andare incontro ad un nuovo Vietnam, e i popoli europei se non si liberano del loro abbraccio mortale, decadranno definitivamente. L’Europa è una propaggine dell’Asia, gli anglosassoni sono un altro mondo, possono solo danneggiarci come hanno fatto a noi italiani.

  2. Le fonti ufficiali Yemenite hanno fornito una versione differente della Battaglia di mercoledì scorso. Una squadra navale americana scortava 2 navi mercantili americane. Dal sud tentavano di entrare nello Stretto. Ansarollah ha ingaggiato un combattimento prolungato missilistico-navale. Le due navi mercantili e un cacciatorpediniere statunitensi sono stati colpiti direttamente da missili balistici. La squadra si è ritirata dallo Stretto del Mar Rosso.

  3. Dopo che avremo inviato le nostre navi militari, anche le nostre navi commerciali verranno prese di mira , un complimento alla saggezza dei nostri politici servi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by madidus