Donald Trump sta sobillando una guerra fredda con la Cina per vincere le elezioni


Uno dei motivi per cui lo sta facendo è quello di deviare le critiche per aver malgestito il Coronavirus, urlando solo Cina, Cina, Cina!

di Patrick Cockburn

“Vai in Cina!”, Una donna di Denver, in Colorado, grida a due impiegati dell’ospedale davanti alla sua auto per impedirle di prendere parte a una protesta contro il blocco del coronavirus. Il suo grido è un segno che il presidente Trump sta avendo un certo successo nel demonizzare la Cina: afferma di avere un “alto grado di fiducia” che il virus mortale emanava da un laboratorio di Wuhan, sebbene non potesse rivelare la fonte delle sue informazioni.

Il livello di mendacia di Trump è molto più grave di quello usato per vendere la guerra in Iraq sostenendo che Saddam Hussein possedeva armi di distruzione di massa (WMD). Anche allora c’erano storie di laboratori segreti che sviluppavano armi biologiche. Sebbene Trump stia depurando i capi dell’intelligence USA e sostituendoli con i lealisti di Trump, anche loro non sono stati in grado di sostenere la sua ultima teoria della cospirazione. “L’intelligence concorda anche con l’ampio consenso scientifico sul fatto che il virus Covid-19 non sia stato creato dall’uomo o geneticamente modificato”, ha affermato una dichiarazione dell’ufficio del direttore dell’intelligence nazionale, Richard Grenell.

Lo scopo delle bugie di Trump non è convincere con argomentazioni razionali ma dominare l’agenda delle notizie con accuse oltraggiose. Questo semplice trucco di PR ha funzionato in precedenza per lui, ma indicare come capro espiatorio la Cina potrebbe non essere sufficiente a distogliere l’attenzione dal prezzo che gli americani hanno pagato per la sua disastrosa mala gestione della pandemia. Le cifre delle vittime raccontano la loro triste storia: in Cina ci sono stati 84.373 casi di malattia e 4.643 morti mentre negli Stati Uniti ci sono stati poco più di 1,1 milioni di casi e 64.460 morti.
I lealisti di Trump affermeranno che i cinesi mentono, ma poi devono anche spiegare la minore perdita di vite umane in Corea del Sud, Singapore e Taiwan.

La strategia è rozza, ma quella di demonizzare la Cina come “Il pericolo giallo” potrebbe funzionare solo il giorno delle elezioni. “Non difendere Trump, a parte il divieto di viaggio in Cina – attacca la Cina”, afferma un promemoria di 57 pagine inviato dal Comitato senatoriale repubblicano nazionale ai candidati repubblicani, che li consigliò su come confutare le critiche alle azioni del presidente.
Joe Biden, il candidato alla presidenza del Partito Democratico, è già stato messo alla berlina dai repubblicani come “Beijing Biden”. In un’epidemia, le persone hanno paura e cercano un capro espiatorio, gli stranieri in patria e all’estero sono un obiettivo ovvio. Probabilmente solo una teoria della cospirazione guidata dall’odio può mantenere Trump alla Casa Bianca quando 30 milioni di americani sono disoccupati.

Molti di coloro che hanno usato le armi di distruzione di massa per scatenare una guerra calda contro l’Iraq nel 2003, sono le stesse persone che oggi promuovono una guerra fredda contro la Cina. Questo approccio richiede uno straordinario grado di irresponsabilità: Trump sta lanciando la sua guerra fredda contro la Cina proprio quando è necessaria una risposta medica ed economica globale per contrastare un virus che si è diffuso dal Tagikistan nell’Amazzonia superiore e può essere soppresso o contenuto solo dall’azione internazionale .

È sicuramente disastrosa sfortuna storica che questa minaccia globale senza precedenti si stia verificando proprio mentre gli stati nazionali indipendenti stanno riemergendo, nella misura in cui sono mai scomparsi, in quanto attori essenziali sulla scena internazionale a spese delle istituzioni internazionali: le Nazioni Unite e L’UE stavano perdendo influenza pre-epidemica ed erano stati emarginati dagli ultimi sei mesi. Gli stati nazionali non sono solo tornati molto in auge negli affari, ma sono sempre più gestiti da leader populisti nazionalisti di estrema destra, di cui Trump è solo uno degli esempi più folli. La maggior parte di questi si sta dimostrando altamente incompetente nell’affrontare la pandemia e nessuno probabilmente favorirà la cooperazione internazionale.

Il vero problema qui sono gli Stati Uniti: organizzazioni internazionali come le Nazioni Unite e agenzie come l’Organizzazione mondiale della sanità hanno esercitato un’influenza reale solo quando erano sostenute da Washington. Spesso accusati di essere marionette americane, godevano di un certo grado di autonomia ed efficacia perché gli Stati Uniti avevano bisogno di esternalizzare parte del loro potere per mantenere la loro egemonia globale. Trump sta abbandonando questo calcolo.

La nuova guerra fredda contro la Cina stava già acquisendo slancio prima della pandemia. Le istituzioni politiche occidentali oscillano da tempo tra l’opposizione della Cina come superpotenza rivale e la coltivazione come una potenza economica la cui espansione esplosiva se alimentata dal debito ha aiutato a trascinare il resto del mondo fuori dalla recessione post 2008.

Forze Militari della RPC

La guerra fredda post-1945 fu combattuta dagli Stati Uniti e dai suoi alleati contro l’Unione Sovietica fino al suo crollo nel 1991; questo coincise dopo la rivoluzione islamica del 1979 con una guerra fredda contro l’Iran e l’Iraq che furono alternativamente rappresentati come la fonte di tutto il male.
È improbabile che Trump sminuisca l’Iran dal suo attuale stato di demonizzazione, ma è chiaramente intenzionato a ritrarre la Cina come ugualmente malvagia. Molte ragioni politicamente appetibili saranno avanzate nei prossimi mesi, ma la vera accusa contro la Cina è quella della efficacia del suo sistema. Si è dimostrata più competente di altri potenti stati nel far fronte a due crisi mondiali: la crisi finanziaria del 2008 e la pandemia del 2019-2020.

Il declino degli Stati Uniti come superpotenza non è totale: gioca un ruolo egemonico nel sistema finanziario mondiale. Ma le sue guerre post 11 settembre in Iraq e in Afghanistan, Libia e Siria, hanno dimostrato che, nonostante le ingenti spese, le sue forze armate non sono state in grado di ottenere la vittoria e la pandemia sta dimostrando che il suo altrettanto costoso sistema sanitario è terribilmente diseguale e inadeguato.

Trump è un sintomo e una causa della polarizzazione del sistema politico americano, più diviso ora che in qualsiasi momento dalla fine della guerra civile nel 1865. Eppure il declino degli Stati Uniti è molto più grande dell’ascesa della Cina, anche se può essere significativo , ed è ingenuo però immaginare che Pechino rimpiazzerà semplicemente Washington al primo tavolo.

In realtà, nessuno sostituirà gli Stati Uniti, ma ci sarà un impeto di altri paesi che si trasferiranno per riempire il vuoto lasciato dalla sua assenza. Gran parte di questo sarebbe accaduto comunque con l’erosione del primato economico e politico degli Stati Uniti. Ma il processo attraverso il quale ciò sta accadendo è stato accelerato da due jolly che nessuno sapeva nemmeno fossero nel mazzo: l’elezione di Trump come presidente nel 2016 e la pandemia di Covid-19. Il mondo è attualmente pieno di stati nazionali, e non solo quello della Cina, che vedono minacce e opportunità intorno a loro. Il risultato sarà un tumulto sempre crescente.

https://www.independent.co.uk/voices/coronavirus-trump-china-us-cold-war-election-economy-iraq-a9494451.html

Fonte: independent

Traduzione: Luciano Lago

12 Commenti

  • MDA
    9 Maggio 2020

    la cina liberal/comunista voleva far perdere elezioni a trump per tirare la volata a joe bidone che come tutti i democratici avrebbe fatto guerre e creato disoccupazione ,ma la verità sta venendo a galla: TRUMP HA DENUNCIATO PUBBLICAMENTE CHE IL VIRUS È CINESE, e rivincerà le elezioni.

  • MDA
    9 Maggio 2020

    La cina si è data zappa sui piedi con sto virus cinese: è vero che quest’anno l’unico PIL positivo sarà cinese, ma dall’annno prossimo usa riprenderanno a crescere e LA GLOBALIZZAZIONE LIBERAL-COMUNISTA È MORTA E SEPOLTA.

  • Blackcrow
    9 Maggio 2020

    Per me Trump può pure bombardare Italia e mezzo pianeta, basta che rivinca le elezioni, è fondamentale.

    Quella mezza pippa di Biden e la pedofila Hillary devono scomparire dalla faccia della terra e spero finiscano presto come Epstein.

    Fai un repulisti epico Donald, siamo con te in questa guerra alle merde sioniste!

  • eusebio
    9 Maggio 2020

    La Cina probabilmente sta osservando con un certo distacco i latrati di Trump, la marina USA è in pessime condizioni di manutenzione, è obsoleta e molti equipaggi sono stati contagiati dal coronavirus, mentre le forze armate cinesi sono in ottime condizioni operative, con due portaerei di 80000 tons pienamente operative, una consistente flotta di sottomarini anche lanciamissili, caccia di quinta generazione migliori degli F-35 e missili ipersonici in grado di affondare le portaerei USA.
    Non solo, ma anche le tecnologie aerospaziali cinesi hanno superato le controparti americane, il 5 maggio è atterrata con successo la nuova navicella spaziale senza equipaggio lanciata alcune ore prima dal vettore pesante Lungamarcia 5-B, una navicella che può portare un equipaggio e un carico per complessive 20 tons, in grado dunque di portare uomini e rifornimenti alla stazione spaziale internazionale e in futuro di portare uomini sulla Luna.
    Gli USA possono danneggiare la Cina sul piano finanziario ma ormai non possono intaccare la sua potenza militare, industriale e tecnologica, la quale si riverbera su tutto il blocco confuciano-buddista dell’estremo oriente asiatico il quale è il nuovo polo industriale e tecnologico globale.
    Se la Cina riuscisse ad annettersi Taiwan assorbirebbe una delle più avanzate industrie informatiche globali, portando la sua superiorità tecnologica, industriale e militare aldilà di ogni immaginazione.

  • PESCE ERNESTO
    9 Maggio 2020

    Fra 2 mali, il male minore. TRUMP

  • Mardunolbo
    10 Maggio 2020

    E concordo con Corvonero, dato che un articolo-bomba , è stato diffuso solo ieri e contiene notizie chiare ed inoppugnabili sul pensiero (sia pur contorto) di Trump !
    https://www.maurizioblondet.it/trump-e-putin-annunciano-un-piano-di-disarmo-e-cooperazione-russia-usa-cina/

    Dal che si deduce che Trump, dopo lo scorno dei democratici riguardo alla incriminazione di Flynn, può tirare un sospiro di sollievo e dedicarsi a afer lo statista come doveva.

  • atlas
    10 Maggio 2020

    a parte Eusebio leggo (mi tocca) commenti da vomito

    non starò mai con nulla che proviene dall’america, il mio è un limite invalicabile

    • eusebio
      10 Maggio 2020

      Grazie Atlas, non c’è da fidarsi di Trump, con ogni probabilità ha fatto i soldi riciclando nel settore immobiliare i soldi del mafioso ebreo Meyer Lansky, e per salvarsi da uno dei suoi molti fallimenti si è fatto finanziare dal padre ebreo di suo genero a cui ha venduto la figlia.
      Il padre di suo genero è amico personale di Netanyahu, con lui alla Casa Bianca i sionisti controllano gli USA, e attraverso il premier sionista fanno lo stesso i sauditi.
      L’unica differenza tra lui e Biden è che Biden è controllato da Soros e dai Fratelli musulmani come Erdogan, nemici dei sauditi.
      Infatti i qatarioti amici dell’Iran sono protetti dai turchi, che per questo sono sanzionati da Trump.
      Sono solo due facce della stessa medaglia, l’unica speranza che non vincano viene dal gigantesco riarmo cinese che sta portando gli USA alla bancarotta come gli amerikani portarono al fallimento l’URSS.
      Solo che Gorbaciov si arrese, Netanyahu spingerà Trump ad attaccare la Cina.

  • Hannibal7
    11 Maggio 2020

    Io non sto né con ameri-CANI né con Cina
    Io sto con Putin e basta
    Ma poi….leggo qui che la marina americana è infettata dal coronavirus….che cooosaaaaaa???
    Il coronavirus?????
    Ma allora mi chiedo,e lo chiedo anche a voi colleghi lettori e commentatori: MA STO C… DI CORONAVIRUS ESISTE DAVVERO???
    Eppure giorni fa qualcuno diceva che era una palla,una bufala,una manovra per questo e per quello…..mah….

    • Teoclimeno
      11 Maggio 2020

      Egregio Signor HANNIBAL7, sulle “verità” degli anglo-sionisti bisogna sempre praticare la cultura del sospetto. Ho appena fatto un commento su un altro articolo, e per aiutarla a dissipare i suoi dubbi ne metto qui di seguito una parte:
      “In Italia non c’è nessuna pandemia. L’unica emergenza è politica ed economica. Stanno distruggendo la nostra economia ed il nostro Paese col pretesto del Capra Virus. Un’ulteriore conferma è che quest’anno, diversamente da tutti gli anni precedenti, non c’è stata nessuna epidemia influenzale. Come mai? All’improvviso l’influenza è sparita? Ovviamente no. Semplicemente le hanno cambiato nome, da sindrome influenzale a Corona Virus. La morte per gli esseri umani è ineluttabile, ma qui stiamo morendo di stupidità”. Molti cordiali saluti. TEOCLIMENO

  • Blackcrow
    11 Maggio 2020

    Meno male che nessuno di voi è un capo di Stato, durereste 5 minuti a voler esser buoni.

    • Teoclimeno
      11 Maggio 2020

      Egregio Signor BLACKROW, prendo il suo commento come un complimento e la ringrazio. Se per raggiungere una qualsiasi posizione di potere devo vendere l’anima, preferisco ritirarmi a vita privata. Molti cordiali saluti. TEOCLIMENO

Inserisci un Commento

*

code