Documenti trapelati: spie britanniche stanno costruendo un esercito terroristico segreto in Ucraina

I documenti ottenuti da The Grayzone rivelano i piani di una cellula di figure dell’intelligence militare britannica creata per organizzare e addestrare un esercito segreto di “partigiani” ucraini con istruzioni esplicite per attaccare obiettivi russi in Crimea.

Il 28 ottobre, un attacco di droni ucraini aveva danneggiato l’ammiraglia della flotta russa del Mar Nero nel porto di Sebastopoli, in Crimea. Mosca ha immediatamente accusato la Gran Bretagna di aver aiutato e orchestrato l’attacco, oltre che di aver fatto saltare in aria gli oleodotti del Nord Stream, i peggiori atti di sabotaggio industriale di recente memoria.

Il ministero della Difesa britannico ha risposto con una feroce smentita, definendo le accuse “travisazioni di proporzioni epiche”. Chiunque sia dietro questi attacchi specifici, i sospetti di una mano britannica nascosta nella distruzione non sono infondati. La Grayzone ha ottenuto documenti trapelati, in cui agenti dell’intelligence britannica firmano un accordo con la filiale di Odessa dei servizi di sicurezza ucraini, per creare e addestrare un esercito segreto di partigiani ucraini.

I piani prevedevano che l’esercito segreto svolgesse operazioni di sabotaggio e ricognizione in Crimea per conto del Servizio di sicurezza ucraino (SSU), proprio il tipo di attacchi visti nelle ultime settimane.

Come riportato in precedenza dal Grazyone, è stata la stessa cerchia di agenti dell’intelligence militare che ha elaborato i piani per far saltare in aria il ponte di Kerch in Crimea. Questo obiettivo è stato raggiunto l’8 ottobre da un attentato suicida con un camion, che ha temporaneamente disattivato l’unico punto di collegamento tra la Russia continentale e la Crimea e ha innescato una forte escalation degli attacchi di Mosca alle infrastrutture ucraine.

Questi piani sono stati elaborati da un veterano dell’esercito di nome Hugh Ward, su richiesta di Chris Donnelly, un agente dell’intelligence britannica noto per aver istituito il programma segreto di guerra dell’informazione Integrity Initiative, finanziato dal Foreign Office.

I piani sono circolati attraverso la rete transnazionale privata di Donnelly di funzionari militari, legislatori e funzionari dell’intelligence. Queste connessioni di alto profilo sottolineano che è tutt’altro che un osservatore passivo in questo conflitto. Ha usato la sua posizione e i suoi contatti per ottenere le risorse necessarie per formare il battaglione segreto di sabotatori per attaccare obiettivi russi in Crimea. Questa strategia di sabotaggio aumenterà sicuramente la guerra e minerà qualsiasi slancio verso i negoziati.

British Special forces

Intitolato “sostegno alle operazioni di raid marittimo”, l’assalto pianificato alla Crimea mira a “degradare” la capacità della Russia di bloccare Kiev, “erodere” la “capacità di combattimento” di Mosca e isolare le forze di terra e le forze marittime russe in Crimea “rifiutando il rifornimento via mare e via terra via Kerch”.

I documenti ottenuti da The Grayzone mostrano che questi piani sono realizzati in stretto coordinamento con la SSU di Odessa, mentre un oligarca ucraino politicamente influente è stato incaricato di finanziare questa impresa dannosa.

Da quando un colpo di stato sostenuto dall’Occidente ha rovesciato il governo eletto dell’Ucraina nel 2014, Donnelly ha lavorato instancabilmente per fomentare una guerra per procura contro la Russia in Ucraina. Memo private scritte da Donnelly e ottenute da The Grayzone lo scorso ottobre rivelano che la sua sete di escalation si è solo intensificata da quando l’esercito russo ha invaso l’Ucraina a febbraio.

In una lettera del 21 settembre alla sua cerchia ristretta, Donnelly teme che l’amministrazione Biden non sia completamente impegnata in una guerra totale con la Russia. Citando dichiarazioni pubbliche di funzionari a Washington che sperano in un accordo negoziato tra Ucraina e Russia, Donnelly ha affermato (vedi sotto): “Questa posizione degli Stati Uniti deve essere contestata, fermamente e immediatamente”.

In un’altra dichiarazione, Donnelly ha criticato Biden per essere “così sconsiderato da non credere” per aver avvertito che il conflitto in Ucraina potrebbe portare all'”armageddon”…
Sebbene The Grayzone non possa verificare che gli attacchi ucraini alla Crimea siano opera diretta della squadra di Donnelly, gli eventi recenti rispecchiano da vicino le strategie e le tattiche delineate nei documenti che questo outlet ha ottenuto. Inoltre, gli attacchi hanno contribuito a raggiungere gli obiettivi crescenti perseguiti sia da Donnelly che dal governo britannico, che lo scorso aprile hanno fatto fallire con successo i negoziati tra Kiev e Mosca.
Il quartier generale della compagnia non è lontano da RM Hamworthy , un centro di addestramento militare britannico d’élite, pieno di terreni che ricordano le strade della città e una “corsia improvvisata per ordigni esplosivi” per provare scenari di combattimento.

La genesi del programma è stata il prodotto di lobby segrete condotte nel corso di diversi mesi da Donnelly, un veterano dell’MI6 di nome Guy Spindler, e Audrius Butkevičius, un ex ministro della Difesa lituano con legami di lunga data con l’apparato di sicurezza, militare e di intelligence ucraino.

I funzionari russi hanno affermato da tempo che considerano la Crimea un territorio russo e che qualsiasi attacco su di essa attraverserebbe una linea rossa brillante e susciterebbe una risposta escalation. Quando Donnelly e il suo team hanno delineato i piani per istituire un esercito “partigiano” ucraino segreto, sembra che questo fosse esattamente ciò che si erano prefissati di fare.

Fonte: https://thegrayzone.com/2022/11/03/british-spies-terror-army-ukraine/

Traduzione: Luciano Lago

6 Commenti
  • amico
    Inserito alle 17:58h, 10 Novembre Rispondi

    Quello che stanno facendo ora in Donbass da sempre.

  • Monk
    Inserito alle 18:15h, 10 Novembre Rispondi

    Gli anglo-sionisti-massoni-satanisti fanno paura e sono anche ottimi soldati: ci vorrebbero cinque o sei Satan II russi per incenerire quell’isola di mer.a

    • EnriqueLosRoques
      Inserito alle 18:24h, 10 Novembre Rispondi

      Si ma quando? Come mai i Russi non danno una bella risposta a questi psicopatici anglosionisti??

      • Monk
        Inserito alle 18:34h, 10 Novembre Rispondi

        Evitano la catastrofe nucleare, ma io sono pazzo e lo farei.

        • Giorgio
          Inserito alle 11:01h, 11 Novembre Rispondi

          Sono d’accordo … è necessario arrivare alla resa dei conti definitiva !

  • Spartacus
    Inserito alle 00:55h, 11 Novembre Rispondi

    Tanti bla bla inutili !
    La CIA o le forze armate USA oppure quelle UK -UE -ISRAELIANE fanno azioni militari contro la Russia sotto bandiera Ucraina ?
    Dove sta il problema ?
    Perché la Russia non crea subito dei gruppi Partigiani Russi e Internazionali affinchè facciano azioni di rappresaglia negli USA-UK-UE sotto false bandiere ?
    Mi rendo conto che queste operazioni terroristiche-militari -spionistiche fanno pochi danni però hanno costi finanziari elevatissimi e basta un piccolo errore perché tutto fallisca .
    USA-UK-UE sicuramente è certamente non si aspettano che la Russia usando sistemi Occidentali compia qualche azione eclatante sotto falsa bandiera in Occidente perciò la vittoria sarebbe quasi certa al 100 % cento !

Inserisci un Commento