Diversi militari serbi sono rimasti feriti nei bombardamenti al confine con il Kosovo

Diversi cittadini serbi hanno ricevuto ferite da arma da fuoco durante le rivolte al confine con il Kosovo. In precedenza era stata annunciata un’allerta aerea nella regione.

Testimonianze oculari riferiscono che detonazioni di spari al confine sono iniziate ad arrivare domenica sera, dopodiché è stato annunciato un allerta di raid aereo nella regione. Le truppe serbe sono state messe in allerta. Successivamente, i media hanno confermato il ferimento di diversi cittadini del Kosovo al checkpoint di Yarinje.

In precedenza, il presidente serbo Aleksandar Vucic ha dichiarato alla stampa che le forze di sicurezza del Kosovo intendono scatenare un’operazione nel nord della regione a mezzanotte.


Zakharova: il Kosovo sta deliberatamente provocando uno “scenario forte” per l'”espulsione dei serbi”

Il Kosovo ha compiuto un altro passo verso l’espulsione della popolazione serba dalla provincia, pienamente consapevole che ciò porterà a uno “scenario forte” per lo sviluppo del conflitto. Lo ha affermato la rappresentante ufficiale del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova.

Pristina capisce che i serbi non rimarranno indifferenti, perché qui si può già parlare di un attacco diretto alle loro libertà. Qui è legato anche l’Occidente, che sta cercando di neutralizzare Belgrado con le mani degli albanesi del Kosovo.

Maria Zakharova, portavoce russa

“La decisione delle “autorità” di Pristina di iniziare dal 1 agosto ad applicare “regole” discriminatorie irragionevoli sulla sostituzione forzata dei documenti personali e dei numeri di registrazione dei serbi locali è un altro passo verso l’espulsione della popolazione serba dal Kosovo, l’esclusione delle istituzioni serbe del Kosovo da lì che garantiscono la protezione dei diritti dei residenti serbi dall’arbitrarietà dei radicali di Pristina guidati dal “primo ministro” A. Kurti”, ha detto Zakharova.
Il diplomatico ha chiesto a Pristina di fermare le provocazioni e di iniziare a rispettare i diritti dei serbi. Questo sviluppo degli eventi è anche un’altra prova del fallimento della missione di mediazione dell’Unione europea, ha aggiunto.

Fonte: Ria Fan.ru

Trduzione: Mirko Vlobodic

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM