Distruggere la Russia? “Alcuni hanno provato…”

di Regis de Castelnau

La prossima settimana sarà il 79° anniversario della fine dell’assedio di Leningrado da parte dei sovietici che respinsero i tedeschi dopo 872 giorni a costo della vita di 800.000 soldati e un milione di civili.

È necessario ricordare quale fosse il progetto della Germania hitleriana per l’ex capitale degli zar. Far morire di fame i suoi abitanti e radere al suolo completamente questa città ammirevole in modo che non rimanga una pietra. I tedeschi furono aiutati a completare l’accerchiamento dai finlandesi. Sì sì, le stesse persone che oggi hanno guidato un agente americano, e in violazione dei trattati che le legano al loro vicino russo, vogliono aderire compulsivamente alla NATO e installare missili nucleari sul loro territorio.

Sappiamo cosa hanno fatto i tedeschi all’Unione Sovietica in tutte le parti che hanno occupato. I massacri su larga scala, l’Olocausto a colpi di proiettile, l’Oradour-sur-Glane a decine di migliaia, la distruzione di tutte le infrastrutture, ecc. A ciò si aggiunge ora la prova inconfutabile dell’abominevole crimine di allestire campi per i bambini sovietici radunati e imprigionati in modo che il loro sangue potesse essere prelevato fino alla morte per rifornire gli ospedali da campo tedeschi a beneficio dei loro soldati feriti.

Oggi, guidata da isterici ministri “verdi” guerrafondai, la Germania vuole inviare nuovamente i panzer in Ucraina!

Allo stesso tempo, gli immediati discendenti degli autori di questi abomini sfilano a Davos dando lezioni morali al mondo intero. Come il fondatore del forum Klaus Schwab, ma soprattutto un’urtante Ursula von der Leyen, che perde ogni misura annunciando la sua volontà di far morire di fame la Russia per i prossimi 10 anni.

Quindi ricorderemo ai Baerbock, von der Leyen, Schwab, la spergiura Merkel, Scholtz che vorrebbero distruggere la Russia, ” alcune persone ci hanno provato, hanno avuto problemi… “. Ovviamente non basta visto che vogliono ricominciare da capo.

Durante questo periodo, l’incoerente frusta che funge da nostro presidente si prende la libertà di spiegare alla Russia quale deve essere il suo destino! “ La Russia come potenza… è alla ricerca di un nuovo sé (!) e alla ricerca di un destino ”. Aggiungendo che l’Occidente deve in qualche modo “ aiutare ” la Russia a trovare quel destino.

Noi sogniamo ! E chi sei tu, signor Macron, per insegnare questa lezione? Povero nano intellettuale, morale e politico insediato dall’oligarchia a capo di un Paese che non sai governare come si deve. Hai solo un’idea della tua immagine internazionale? E gli sberleffi che accoglieranno questa nuova proiezione nelle cancellerie, e non solo a Mosca?

Non è la Russia che è “sull’orlo dell’abisso”, siamo noi. Grazie a te e ai maestri che servi.

Fonte: https://www.vududroit.com/2023/01/detruire-la-russie-y-en-a-quont-essaye/

Traduzione: Gerard Trousson

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by madidus