Diplomatico russo a Pompeo: ” mr. Pompeo, falla finita e smetti di fare il poliziotto del mondo”

L’assistente rappresentante della Russia alle Nazioni Unite, Dmitry Poliansky, ha assicurato che il suo paese continuerà a commerciare con l’Iran, invitando il segretario di Stato americano Mike Pompeo a impedire al suo paese di svolgere il ruolo del “poliziotto del mondo”.
Questo avvertimento è arrivato in un tweet scritto lunedì da Poliansky in risposta alla minaccia avanzata dal segretario di Stato americano Mike Pompeo di impedire il commercio con la compagnia di navigazione iraniana.
Il vice ambasciatore delle Nazioni Unite della Russia, Dmitry Polyansky, ha risposto a Pompeo con un tweet esortando gli Stati Uniti ad aiutare la pace in Medio Oriente non provocando l’Iran. “E per favore cambia le parole” sanzioni “e” punizione “nel tuo vocabolario in” dialogo “e” impegno “. Questo aiuterebbe molto! Rendi gli USA di nuovo rispettati!”, Ha aggiunto.

“Ancora una volta, stai andando nella direzione sbagliata”, ha scritto Poliansky nella sua risposta a Pompeo … È un male per l’America sostituire il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite e svolgere il ruolo di “poliziotto del mondo”. Attualmente stiamo commerciando con l’Iran e continueremo a farlo, l’America non può dire a noi o ad altri cosa dovremmo fare. Meglio per voi mettere fine all’umiliazione dell’America con questi inutili tentativi “

Mike Pompeo furibondo per il fallimento della sua campagna contro l’Iran

.
La scadenza dell’embargo sulle armi di domenica è stata, infatti, la causa prossima della decisione degli Stati Uniti del mese scorso di andare avanti con il cosiddetto “snapback” delle sanzioni internazionali in Iran. Gli americani hanno tentato senza successo di convincere il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite a estendere l’embargo, ma hanno subito un’umiliante sconfitta quando solo un paese del pannello di 15 membri lo ha sostenuto.

Il Dipartimento del Tesoro americano, nell’ambito di una serie di misure illegali, ha annunciato ieri, lunedì, l’imposizione di sanzioni relative all’Iran, a 5 compagnie di navigazione di Hong Kong e ad un gruppo di investimento cinese.
Ha inoltre imposto sanzioni a 3 persone per i loro rapporti con l’Iran.

Sanzioni e sempre sanzioni, la musica suonata dall’Amministrazione di Washington è sempre la stessa ma è una musica ormai stonata che il mondo si è stancato di ascoltare……hanno commentato alcuni diplomatici al palazzo delle Nazioni Unite.

Fonti: CTNewsca/worldAl Alamtv.net

Traduzione: Fadi Haddad

5 Commenti

  • Manente
    20 Ottobre 2020

    In una intervista rilasciata da Soros qualche giorno fa, alla domanda dell’intervistatore su Trump e sulle prossime elezioni politiche americane, rispondeva più o meno in questi termini: “A noi basta aspettare che Trump si distrugga da solo”. Non è dato sapere se Trump, Pompeo o chi per loro leggano i “vaticini” di Soros, ma bene farebbero a non sottovalutare le parole di questo vecchio bastardo, non foss’altro per il fatto che parla in nome e per conto dei peggiori nemici non solo dell’attuale presidente, ma dell’intera umanità. Dall’affermazione di Soros traspare infatti quella che è la collaudata strategia della lobby sionista globale di far scontare fra loro le potenze economiche e militari del momento, finanziando lo sforzo bellico di entrambi i contendenti, al fine di farle distruggere vicendevolmente e continuare a dominare sulle loro rovine. E’ quello che è accaduto con la prima guerra mondiale e sopratutto con la seconda, dove le banche degli “innominabili” finanziavano alla stesso tempo gli “alleati” e la Germania nazista. Un copione che i circoncisi di Wall-street e della City vorrebbero adesso replicare spingendo Trump ad una guerra, in particolare contro la Cina con la quale la finanza mondialista intrattiene un fitto intreccio di rapporti economici e commerciali., come dimostra il laboratorio di Wuhan gestito da cinesi, francesi ed americani incredibilmente insieme.. Voglia il Cielo che Trump, Pompeo ed il loro entourage comprendano in tempo che scatenare la terza guerra mondiale per fare un piacere ad Israello sarebbe la più idiota delle follie suicide ! (P.S. Se avessimo avuto dei Pontefici come Pi0 XII o Benedetto XVI al posto dell’apostata Bergoglio, certamente non avrebbero perso l’occasione per “illuminare” il cattolico Pompeo su questioni di una tale enorme portata!)

    • atlas
      20 Ottobre 2020

      Trump è un porco democratico come tutti i destri. E sinistri

      e basta con la storia giudaica che i Nazional Socialisti Tedeschi sono stati sostenuti da loro. Adolf Hirler è innocente, per tutto quanto sta accadendo devi ringraziare solo i tuoi democratici e repubblicani. W Il RE Borbone Due Sicilie libere. E W le belle donne, la birra e l’Heavy Metal

      • Manente
        20 Ottobre 2020

        Premesso che Trump rappresenta il “male minore” rispetto alla setta massonico-satanista di Biden/Obama/Clinton, il fatto che i soliti e ben noti esponenti della finanza apolide abbiano sostenuto economicamente il nazismo nelle sue prime fasi, è un fatto storicamente accertato e, contrariamente a quanto affermi tu, accuratamente nascosto dalla storiografia giudaica per la ovvia ragione che, divulgando una tale verità, verrebbe meno la “narrativa olocaustica” con la quale ancora oggi ricattano moralmente la Germania ed il mondo intero. Rendere noto che, mentre gli ebrei “poveri” morivano nei campi ci concentramento, gli ebrei ricchi come i Rothschild traevano enormi profitti dai prestiti fatti a tutti i Paesi belligeranti, Germania compresa, serve invece a smascherare l’ipocrisia criminale della cabala sionista che, oggi come allora, fanno le vittime per nascondere di essere i veri carnefici e che fossero tali Hitler lo aveva capito molto bene ! .

        • atlas
          20 Ottobre 2020

          così va bene, ma non che ‘Hitler era ebreo’ o ‘che lo abbiano creato loro, appositamente per i loro sporchi piani’, queste sono invenzioni giudaiche messe in giro da loro stessi

  • Farouq
    20 Ottobre 2020

    Ma quale poliziotti, quelli sono criminali

Inserisci un Commento

*

code