Dipartimento di Stato: se necessario, gli Stati Uniti agiranno senza esitazione contro Nord Stream 2

Il capo del servizio stampa del Dipartimento di Stato, Ned Price, ha affermato che le autorità statunitensi, se necessario, non esiterebbero a prendere ulteriori misure contro i partecipanti al progetto Nord Stream 2 (il gasdotto fra Russia e Germania).
“Continueremo a osservare, valutare, se ci sono motivi per ulteriori risposte politiche, non esiteremo ad attuarle”, ha affermato Price, citando TASS.

Almeno 18 società europee hanno interrotto la loro partecipazione al gasdotto Nord Stream 2 o si sono impegnate a ritirarsi dal progetto per minacce di sanzioni statunitensi, secondo un rapporto del Dipartimento di Stato americano per il Congresso.
“Questo dimostra che gli obiettivi legislativi e le nostre azioni hanno avuto successo”, ha detto Ned Price, portavoce del Dipartimento di Stato americano. “

In precedenza, il rappresentante ufficiale del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova ha commentato le azioni degli Stati Uniti nella situazione con il “Nord Stream 2”.

A suo avviso, “Il Dipartimento di Stato ha ammesso che gli Stati Uniti stanno minando i principi fondamentali del libero scambio e della concorrenza, subordinando le leggi del mercato ai propri interessi geopolitici, agendo contro la volontà dei paesi sovrani e contro gli interessi dei cittadini di stati indipendenti “.

Nord Stream 2 gasdotto


Nota: Si finge di non capire che Washington considera gli alleati europei come vassalli che devono uniformarsi alle sue direttive e marciare allineati e coperti con l’Impero USA.
Se qualcuno in Germania pensava di avere idee difformi oggi deve ricredersi, l’Impero non ammette dissidenza.

Fonte: DW.com

Traduzione (sintesi) e nota: Luciano Lago

4 Commenti

  • Prowall
    24 Febbraio 2021

    E si. Parlare a nuora perché suocera intenda…. è arrivato. Bisogna capire se la suocera non possa fare diversamente.

  • Eugenio Orso
    24 Febbraio 2021

    La guerra degli oleodotti e dei gasdotti non è mai finita, data la connatazione di “era dei combustibili fossili” che ha il nostro tempo storico.
    Queste guerre si sviluppano parallalamente a quelle di aggressione usa-nato e sioniste e, non di rado, ne costituiscono una delle cause principali (vedi la Siria).

    Cari saluti

  • Sublime
    24 Febbraio 2021

    I 3 giorni delCondor(1975)

  • antonio
    24 Febbraio 2021

    non c’ è alcun rispetto della libera concorrenza nel falso paese delle libertà, l’ ONU fa pena in casa dei masnadieri, deve traslocare a Vienna

Inserisci un Commento