Dichiarazione di guerra? La Russia protegge il confine siriano con la Turchia

placeholder

La Russia sta rafforzando la sua flotta aerea schierata nella città strategica di Al-Qamishli, situata nel nord-est della Siria e al confine con la Turchia.

In un “messaggio” dissuasivo alla Turchia, la Russia ha inviato venerdì nuovo equipaggiamento per la sua flotta aerea dispiegata ad Al-Qamishli, nella provincia di Al-Hasaka, in risposta alle minacce avanzate da Ankara di lanciare nuovi attacchi contro la Siria, il Paese arabo.

Le forze russe hanno ricevuto sei elicotteri, due caccia e altro equipaggiamento militare alla base che gestiscono all’interno dell’aeroporto di Al-Qamishli, secondo l’agenzia di stampa spagnola Efe , citando una fonte militare assegnata all’aeroporto.

Secondo la fonte, che ha preferito l’anonimato, questo rinforzo proietta un “messaggio” al presidente turco Recep Tayyip Erdogan, che lunedì scorso ha annunciato che la Turchia sta preparando una nuova operazione militare nel nord della Siria per stabilire una zona sicura di 30 chilometri lungo il suo confine meridionale al fine di frenare quelle che definiva “minacce terroristiche”.

Su queste linee, una pattuglia congiunta russa e siriana ha visitato diversi punti di confine controllati da Damasco ad Al-Hasaka lo stesso venerdì mattina (ora locale).
Data questa situazione, il ministero degli Esteri siriano ha criticato le pretese della Turchia di stabilire una “zona sicura” nel nord del territorio arabo e l’ha classificata come un atto di aggressione e attività coloniale .

Pattuglia di soldati russi in Siria

La Turchia ha schierato soldati nelle aree settentrionali del Paese levantino, con il pretesto di combattere le milizie curde, che considera terroristi. Tuttavia, Damasco ha più volte denunciato la presenza della Turchia nel suo territorio, definendolo un’occupazione, e sottolinea che il motivo principale dell’escalation delle tensioni nel nord del territorio siriano è “l’occupazione” di Ankara.

Fonte: Hispan Tv

Traduzione: Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM