"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Devastante terremoto nel Centro Italia: paesi distrutti, vittime e feriti. Il ministro Alfano costretto ad occuparsi anche degli italiani

Da Redazione. Dalle prime notizie le località più colpite sembrano essere Amatrice e Accumoli (Rieti). Attivata la procedura di emergenza massima della protezione civile
Il forte sisma (6,3 scala m.) è stato registrato  nella notte ed ha  colpito  il Centro Italia. La prima e più forte (magnitudo 6) è avvenuta alle 3:36 con epicentro a 2 chilometri da Accumoli (Rieti) e 10 da Arquata del Tronto (Ascoli Piceno) ed Amatrice (Rieti). Quest’ultima località ha subito gravissimi danni, il sindaco parla di città rasa al suolo. Forti danni nelle Marche. Due morti nell’Ascolano, 5 ad Amatrice, 6 ad Accumoli e 3 a Arquata del Tronto.
Fonti ospedaliere: “Tre vittime ad Arquata del Tronto”

Secondo fonti di informazione, per il terremoto che ha colpito nella notte il Centro Italia si contano anche tre vittime ad Arquata del Tronto, in provincia di Ascoli Piceno. Il direttore della Protezione Civile delle Marche, Ferretti, non ha confermato ufficialmente la notizia delle vittime,anche se ha ammesso che si sta cercando di fare un bilancio preciso.

Nota: Il ministro Alfano sarà costretto a distogliersi dalla sua intensa attività di assistenza e reperimento alloggi (tramite i prefetti) per gli immigrati clandestini che sbarcano in Italia e dovrà occuparsi adesso di provvedere anche   a dare assistenza ed alloggio agli italiani colpiti dal terremoto e rimasti senza casa e senza risorse. Non sappiamo se questo provochi “disturbo” al titolare del Viminale ma di sicuro questa situazione costringerà  i prefetti a rivedere le direttive del Viminale per cui i cittadini italiani, in particolare  le famiglie in difficoltà, venivano fino ad oggi escluse dalla possibilità di alloggiare negli Hotel a 3/4 stelle riservati ai soli immigrati di fresco arrivo.

*

code

  1. Paolo 1 anno fa

    Terremoto tremendamente identico a quello di L’Aquila. Anche l’ora è la stessa. Non credo che la natura abbia l’orologio e li scateni sempre la notte. Qui gatta ci cova ed io immagino chi sia questa gatta.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. paolo 1 anno fa

    una tragedia nella tragedia chiamata italia.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. PieroValleregia 1 anno fa

    salve
    al momento si parla solo di tendopoli allestite da Protezione Civile ed FF.AA
    saluti
    Piero e famiglia
    pa: leggete cosa dice una deputata verde e vegana sul sisma: Terremoto, Daniela Martani: «L’amatriciana inventata ad Amatrice? Allora è il karma» Daniela Martani, l’amatriciana e il terremoto: il commento dell’ex gieffina ora vegana convinta convinta scatena Facebook
    questa è contenta che Amatrice sia stata distrutta perchè lì è nata la pasta all’amatriciana (condita con il guanciale di maiale)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. giannetto 1 anno fa

    Hotel 3/4 stelle per i nostri terremotati? Staremo a vedere quel che combina e quanto cerume si spalmerà sulla sua faccia tonda il Grande Elemosiniere dei Baluba. Intanto ho appena visto un clip postato da Blondet sul suoi sito, un clip che non c’entra col terremoto: lumpenproletari italiani in tenda a due passi da strutture riservate all’ “accoglienza” di “profughi” fasulli…. ex scuole sequestrate e rimesse a nuovo (nei muri e negli arredi) per migranti misteriosi, e gestite da rumeni, in aria di delinquenza, che alzan le mani sui nostri sfigati perché avrebbero invaso, ohibò!, una “proprietà privata”. Allucinante! Grida vendetta al Cielo, che non è certo quello di Gorgoglio. E noi tolleriamo ancora assiso in seggetta il Grande Elemosiniere dei Baluba? Incredibile! Allora siam davvero anche noi un alter ego dei baluba! Fossimo in Corsica ci sarebbe una rivolta del popolo in piazza. Invece siamo a Roma, e questo spiega moltissimo. Il popppolo più fancazzista d’Italia, messo alle prove, rivela il suo menefreghismo nel vuoto totale – pubblico e privato – di solidarietà….. Degenerato sto paese, e degenerata tutta quanta sta razza porca, che mai fu popolo, e mai come adesso lo dimostra.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. mimmo 1 anno fa

      “gli Italiani”… P.P.P. ci aveva gia abbondantemente misurati oltre cinquanta anni fa.
      Nel frattempo, abbiamo dato solo conferme e raramente smentite…e così…ci meritiamo quello che ci succede.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. giannetto 1 anno fa

        Del Pasolini politico-sociale ricordo tre cose: 1. la denuncia dello scempio ecologico-culturale dell’Italia fatto allora dai democristiani. 2. l’idealizzazione delle plebi contadine, soprattutto del Friuli. 3. l’idealizzazione, più tarda, del sotto-proletariato para-delinquenziale delle borgate romane.- Di lui però non ricordo una critica specifica dell’antropologia culturale del popolo (o dei popoli) italiano. – E’ vero che questa critica è venuta “di moda” più tardi, soprattutto negli ultimi anni, quando si è fatto evidente lo sfascio dell'”unità” del popolo italiano, in quanto gli mancano presupposti culturali indispensabili per sentirsi un solo popolo. Né la Chiesa né lo Stato son riusciti in quest’opera di “cucitura”. Perfino la lingua nazionale è in regresso: la filmografia italiarda ha sempre più parlata romanesca. L’attore-icona è ancora Alberto Sordi, come se rappresentasse tutti gli italiani, invece rappresenta solo la mimica del romano interclassista, completamente diversa da quella di un popolano friulano, o piemontese, o sardo o … Le news, poi, vengono recitate in tutt’altro che in italiano-standard… e non parliamo dei talk-shows, dei Santoro and company. -Solo il Fascismo si sforzò strenuamente di costruire un’ “italianità” e un orgoglio nazionale, ed ebbe anche un effimero successo. Anche i notiziari dell’Istituto Luce erano emessi in lingua italiana standard impeccabile. Purtroppo il modello culturale del Fascismo, l’Impero Romano, era obsoleto. Ma quale altro modello era praticabile per uno scopo del genere? L’Italia dei Comuni e delle Signorie, cioè proprio l’antifrasi dell’ “unità”? Comunque sia, caduto il Fascismo, l’Italia repubblicana non ha trovato valore alcuno per ribaltare il progressivo sfascio antropologico indotto da una unità fittizia, e tradurla in unità reale.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. giannetto 1 anno fa

    Quanto alla vegana demente – il cui veganismo – immagino io, forse a torto – è l’estrema evoluzione dell’ultima variante del Femminismo (come i pédé sono l’estrema evoluzione dei comunisti d’un secolo fa)…. insomma, quanto alla vegana demente non fateci caso: incarna uno dei “bijoux indiscrets” di Diderot (consiglio vivamente la lettura)… donne che hanno cervello e voce situati in quella parte del corpo che per noi machos dovrebbe essere la fabbrica della felicità. Siccome nel romanzo di Diderot i bijoux avevano forma di figure geometriche, bisogna solo indovinare quale sarà quella della nostra vegana.

    Rispondi Mi piace Non mi piace