Destabilizzazione della Bielorussia: Mosca schiera missili nucleari tattici Iskander M sul suo fianco occidentale …

La situazione in Bielorussia è sempre più classica e ricorda casi simili in Ucraina e Venezuela. Il presidente Alexander Lukashenko afferma di difendere il paese come la fortezza di Brest contro una rivoluzione colorata unita a una guerra ibrida. Da parte sua, la Russia sembra aver valutato la situazione strategica e non nasconde più nemmeno l’effettivo spiegamento di testate nucleari tattiche (vettore Iskander M)nel suo distretto occidentale con la scusa di un esercitazione. Il messaggio non è codificato.

Il dispiegamento dei 12 ° veicoli GUMO e Vystrels generalmente associati a missili balistici intercontinentali o missili balistici intercontinentali è deliberatamente incoraggiato da Mosca, che dovrà dimostrare che la dottrina nucleare russa consente il dispiegamento dell’ombrello nucleare russo nei paesi alleati come la Repubblica di Bielorussia.

Questa dispersione di testate nucleari tattiche russe vicino alla Bielorussia significa che in caso di minaccia di un’invasione straniera e più specificamente della NATO della Bielorussia dalla Polonia o dall’Ucraina, la Russia agirà come se si trattasse di un’aggressione contro il proprio territorio e invariabilmente si tradurrà in massicci attacchi nucleari tattici contro l’aggressore.
Le forze della NATO sono dispiegate in Lituania e Polonia e possono essere dispiegate a tempo di record nel nord dell’Ucraina.

Basti dire che siamo di fronte a un potenziale esplosivo e questo è il minimo che possiamo dire.

fonte: https://strategika51.org/2020/08/17/destabilisation-de-la-bielorussie-moscou-deploie-des-missiles-nucleaires-tactiques-iskander-m-sur-son-flanc-occidental/

Traduzione: Luciano Lago

15 Commenti

  • Giorgio
    17 Agosto 2020

    Da bambini si impara presto che a scherzare con il fuoco ci si scotta ……. gli anglo sionisti nella loro infinita arroganza pensano di essere immuni alle fiamme ……… il risveglio sarà brusco,,,,, Polonia e Ucraina fatevi avanti ,,,,, i servi devono morire per i loro padroni ……. la Bielorussia non sarà inglobata dalla Nato ne va della sopravvivenza della Russia

  • Idea3online
    17 Agosto 2020

    Tratto dall’articolo del link:

    Importantissimo è, quindi, per la Bielorussia non un accordo con l’Occidente, ma con Mosca, poiché da quest’ultima dipende l’esito di questo maidan. Se Lukashenko non concede a Mosca quello che vuole (basi militari, sfere di controllo economico, integrazione assoluta nella sfera eurasiatica, diminuzione dell’influenza cinese), Lukashenko cadrà.

    https://www.ilprimatonazionale.it/esteri/lukashenko-vincera-maidan-bielorusso-destinato-a-fallire-165328/

    • Teo
      18 Agosto 2020

      I sionisti non impareranno mai…
      … Perché l avidità non conosce limiti…

  • Hannibal7
    18 Agosto 2020

    Molto interessante l’articolo postato da IDEA3ONLINE…grazie, informazioni in più sono sempre utili
    Per quanto riguarda lo schieramento degli Iskander sul fianco occidentale russo,il messaggio di Putin alla NATO mi sembra forte e chiaro….VI STATE AVVICINANDO TROPPO
    La Bielorussia non entrerà mai nella sfera della NATO…e se gli anglo-sionisti non lo capiranno….beh,sarà molto interessante vedere chi per primo avrà sangue freddo per iniziare uno scontro (nucleare?)

  • maurizio
    18 Agosto 2020

    Mia moglie è Bielorussia ed ha vissuto lei come tanti, fino a 18 anni gli orrori del regime comunista sovietico, e sa che i Bielorussi si farebbe uccidere pur di non tornare ad essere uno Stato socialista sovietico.
    Leggo che la Russia con il suo dittatore Putin minaccia l’occidente e non vuole rinunciare alla Bielorussia, ma si arrenderà perchè il popolo Bielorusso è più determinato di quanto crediate, e io confido e spero che come successo in Polonia con Solidarnosc, alla fine si troverà un accordo di elezioni e la pacifica neutralità di questo meraviglioso paese..
    Io credo che tutti i tatticismi militari e politici di adesso si andranno presto a far benedire perchè l’unica soluzione tra Europa e Russia, è niente per nessuno..
    Tra l’altro i missili nucleari schierati a destra e sinistra, mi sembrano i giochi dei bambini stupidi, e non spaventano più di tanto..Le guerre nucleari non le inizierà mai nessuno perchè nessuno vuole risposte nucleari..
    Non ci sarebbe mai un vincitore, averli tutti i missili nucleari equivale ad non averli nessuno..
    W la Bielorussia libera.

    • atlas
      20 Agosto 2020

      w tua moglie (solo se è bella). Le faccio una doccia per pulirla bene da te e poi me la chiavo, davanti e di dietro

      anche perchè sto già godendo, Navalny è in brutte condizioni, come le tue del resto, essere cornuti non è mai stata una virtù

  • mondo falso
    18 Agosto 2020

    Visto questa situazione del virus e di Come è diventato uno schifo l’umanità Quasi quasi Spero nella terza guerra mondiale, che l’agonia non mi piace e questa situazione è sempre più insopportabile

  • prowall
    18 Agosto 2020

    Peccato. Perchè l’orso sarà costretto a fare il CD. livellamento di alcuni obiettivi simbolici e strategici. Ove siamo noi!

  • Paolo
    18 Agosto 2020

    Concordo sulla valutazione dell’articolo del “ilprimatonazionale”. Una analisi interessantissima, logica e veritiera. Vero giornalismo e vera informazione. Che differenza con gli articoli della disinformazione mass-mediatica occidentale. Oggi ho letto un articolo di Micol Flammini (che strano nome….?!?!) su Il Foglio, da far cascare le braccia. Un grazie a Idea3online.

    • atlas
      18 Agosto 2020

      ‘il foglio’ sono giudei giudeizzati, ti piacciono ?

      questo invece io personalmente lo giudico un’ottimo articolo, dal sito Aurora, che difficilmente sbaglia un colpo

      ” la divisione di ciascun cluster tecnologico in tre zone territoriali: bianca, grigia e nera.
      La “Zona Bianca” è il centro del cluster tecnologico, dove si concentrano management, tecnologia, scienza, dove vive la popolazione più istruita e si ha il più alto tenore di vita.
      La “Zona Grigia” intorno alle zone bianche, sono i fornitori di risorse e persone. Qui il tenore di vita è più basso, la gestione più dura e fa da cuscinetto tra zone bianche e nere.
      La “Zona Nera”, territori tra diversi cluster tecnologici dove non ci sono risorse ma caos, dove diversi cluster tecnologici possono “farsi la guerra”, dare l’adrenalina ai manager, temprare l’esercito, testare nuove tecnologie militari, in più questo è un buon cuscinetto tra diversi cluster tecnologici, altrimenti è possibile la guerra diretta tra essi, e nessuno ne ha bisogno.

      La Bielorussia si trova ora di fronte a una domanda a bruciapelo: o cade nella zona bianca della galassia russa o nella zona grigia. Ma l’ingresso nella zona bianca va guadagnato e mi sembra che il popolo bielorusso abbia già deciso: non vuole unirsi alla Russia (qui, oggettivamente, le élite vogliono guidare se stesse). Si scopre avanzare nella “zona grigia”. La cosa più interessante è che i grandi attori del cluster europeo (Germania e Francia) comprendono perfettamente le prospettive della Bielorussia, non ha nulla di valore, ed è al 100% una zona grigia o nera, quindi non si agitano nemmeno, incaricavano di risolvere politicamente la questione nelle stesse “future zone grigie” Lituania e Polonia.
      Per la Russia, lo sviluppo della situazione in Bielorussia non è importante. Nel caso dell’integrazione alla Russia (probabilità è inferiore al 30%), è necessario spendere risorse per integrarne l’economia in quella russa, compresa la chiusura di una serie di imprese non competitive e di servizi sociali per l’invecchiamento della popolazione. Nel caso in cui la Bielorussia lasci la “zona grigia” (70% di probabilità), la Russia risparmierà risorse sostenendo l’economia bielorussa con bassi prezzi energetici, ci sarà una crescita dell’agricoltura russa a causa del ritiro dal mercato dei prodotti agricoli bielorussi, la migrazione in Russia sarà di 3-4 milioni di bielorussi altamente qualificati che inoltre non farà male.
      Cosa dovrebbe fare la Russia in questa situazione, costruire comodi ostelli per la KAMAZ, e i legislatori si sono già occupati della rapida acquisizione della cittadinanza russa dai bielorussi.

      http://aurorasito.altervista.org/?p=13369

      • atlas
        18 Agosto 2020

        il titolo

        ‘Perché la Bielorussia è condannata e questo è oggettivo’

      • maramaldo
        18 Agosto 2020

        cosí la Bielorussia é poco importante per la Russia?
        …certo avere la Nato tra i peli del culo é lo stesso che averli sulle palle.
        il cluster europeo Francia-Germania, dove sarebbe collocato nella zona arlecchino riservata alle entitá non bene identificate?
        I Cluster Tecnologici Nazionali sono reti “aperte e inclusive” formate dai principali soggetti pubblici e privati…prego definire “Nazionali”…perché cluster, per me, sta per modulo telecomandato dalla Elite(“quella “) per il controllo del bestiame umano e dei suoi pastori e controllori.
        Vabbé…vedremo se Putin ha collocato supposte nucleari tattiche per un mal di pancia passeggero o se lo fa perché é stufo della diarrea spastica da tensione nervosa.
        Anche io ho una teoria interessante…Usa e Russia prenderanno a calci nel sedere il Drago, di comune accordo…se non faranno fuori Trumputin in tempo utile.
        Comunque sti esperti da tastiera domestica dovrebbero ogni tanto leggere in giro prima di elaborare strampalate teorie…

  • antonio
    18 Agosto 2020

    no pasaran

  • Giuseppe Grande
    18 Agosto 2020

    Non bastava la Jugoslavia, l’Iraq, l’Afganistan, la Libia, la Siria, il Venezuela, il Libano.
    Al solito i polacchi sempre dalla parte degli aggressori della Russia, come nel 1917 assieme agli inglesi.
    Che non si lamentino se Stalin fece fucilare circa 4000 ufficiali dell’esercito polacco filo-inglese.
    Ora l’Occidente (cioé noi criminali) con il sostegno della Mekel stiamo cercando di destabilizzare la Bielorussia.
    PUTIN non permetterà mai questo.
    Pertanto prepariamoci ad assaggiare le testate nucleari anche in Italia visto che ci intrufoliamo sempre in Alleanze-Intese criminali che hanno già segnato nel ‘900 le tragedie italiane.
    NESSUNO POLITICO PENSA CHE LA NEUTRALITA’ DELL’ITALIA SIA IL BENE SUPREMO CHE DOVREBBE FIGURARE AL 1° POSTO DELLA NS COSIDDETTA “GRANDE COSTITUZIONE”?

  • eusebio
    18 Agosto 2020

    La situazione in Bielorussia è incandescente, Putin ha parlato con Merkel e Macron poi con Lukashenko, e la Bielorussia ha fatto alzare in volo i caccia per pattugliare il confine, dopo aver schierato le truppe.
    Ormai sembra esserci un accordo tra Putin e Lukashenko, in Bielorussia verrà approvata una nuova costituzione, forse affine alla nuova costituzione russa, quindi dovrebbe diventare presidente il figlio di Lukashenko Victor, e a quel punto forse un referendum potrebbe far entrare la repubblica bielorussa nella Federazione Russa.
    Gli ambasciatori UE sono andati a deporre corone di fiori dove il terrorista coglione che stava per tirare una bomba a mano sulla polizia se l’è fatta cadere ed è saltato in aria, tipo i terroristi wahabiti in Siria che sparavano con l’RPG dalla finestra ma prendevano il muro, in Siria hanno ammazzato un generale russo forse per punire Putin, è evidente che la UE è completamente succube dell’entità sionista la quale vuole il cambio di regime non solo a Minsk ma pure a Mosca, per poi cercare di abbattere il governo cinese per isolare l’Iran.
    Cina e Russia devono tenere il punto, recuperare Taiwan e Bielorussia e quindi dare il via libera all’asse sciita contro i sionisti.

Inserisci un Commento

*

code