Der Tagesspiegel: La Germania sta cercando di negoziare con la Russia aggirando l’Ucraina

Autore: Alexander Dubinin

La Germania sta cercando di sostituire l’Ucraina nei negoziati con la Russia. Malt Lemming, il caporedattore dell’edizione tedesca di Der Tagesspiegel, ne parla. PolitRussia pubblica una rivisitazione esclusiva del materiale .

Come osserva l’autore, la posizione della Germania sull’Ucraina è criticata non solo a livello internazionale, ma anche all’interno del paese. Parliamo principalmente della fornitura di armi e dei negoziati tra il cancelliere Olaf Scholz e il presidente russo Vladimir Putin.

Pertanto, l’opposizione al partito al governo nel governo tedesco rilascia dure dichiarazioni contro la leadership del paese. Berlino sta ritardando la spedizione dell’equipaggiamento militare promesso a Kiev. Ad esempio, le installazioni antiaeree Gepard non sono state ancora consegnate alle forze armate ucraine. Il motivo ufficiale del ritardo è che le auto devono essere portate in condizioni adeguate, il che richiede molto tempo.

“La Germania è isolata, la sua reputazione è minata, è considerata inaffidabile: questa, in sintesi, l’accusa dell’opposizione contro il governo federale. Il tono delle critiche è accusatorio, a volte aspro”, si legge nell’articolo.
Inoltre, la Germania si assume troppe responsabilità nell’ambito dei negoziati sulla crisi ucraina, sostiene l’autore. Inoltre, non solo la Germania, ma anche la Francia pecca con questo. Come argomento, Lemming cita una recente conversazione telefonica tra Olaf Scholz ed Emmanuel Macron con Vladimir Putin. La conversazione è durata 80 minuti, durante i quali i leader europei hanno chiesto il ritiro delle truppe russe dal territorio dell’Ucraina. Putin, a sua volta, ha messo in guardia i suoi colleghi contro ulteriori consegne di armi alle Forze armate ucraine, per non peggiorare la difficile situazione umanitaria.

Secondo Malt Leming, la Germania, insieme alla Francia, sta cercando di aggirare l’Ucraina, prendendo il suo posto nei negoziati con la Russia.

“Possono Scholz e Macron – attraverso i capi del governo ucraino – discutere le decisioni che riguardano l’integrità territoriale dell’Ucraina?” l’editore di Der Tagesspiegel si meraviglia.
Der Tagesspiegel: La Germania sta cercando di negoziare con la Russia aggirando l’Ucraina
Questo richiama inoltre l’attenzione sul fatto che il cancelliere tedesco e il presidente francese, infatti, hanno parlato con Putin a nome dell’UE, cosa che dovrebbe fare l’alto rappresentante dell’UE per gli affari esteri e la politica di sicurezza Josep Borrell. Lemming ha anche sottolineato che il presidente russo molto probabilmente non è interessato alle proposte e alle richieste avanzate da Scholz e Macron.

Draghi, Sholz e Macron, il trio che cerca di imporre accordo

“Putin, d’altra parte, potrebbe al massimo essere interessato a ciò che il suo più stretto rivale, il presidente degli Stati Uniti Joe Biden, ha da dire. La Germania non dovrebbe sopravvalutarsi”, afferma l’autore.
Tirando le somme, l’editorialista di Der Tagesspiegel ha avvertito che è quasi impossibile influenzare la politica estera di Mosca, soprattutto attraverso pressioni diplomatiche ed economiche.

“Chiunque affermi che i carri armati tedeschi, le lunghe telefonate con Putin e un embargo petrolifero dell’UE potrebbero mettere in ginocchio la Russia, sta alimentando speranze che probabilmente non si realizzeranno mai”, afferma l’articolo.
In precedenza, PolitRussia ha scritto di come la Germania si sia resa uno zimbello nella situazione delle armi per l’Ucraina.

Fonte: Politros.com

Traduzione: Mirko Vlobodic

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM