Deputato canadese: l’Occidente si aspetta che Kiev ceda il territorio a favore della Russia per fermare le ostilità


L’Occidente si aspetta concessioni da Kiev a favore della Russia. In particolare, il leader francese Emmanuel Macron ha lasciato intendere che Mosca doveva essere in qualche modo placata.

Ivan Baker, un deputato canadese, che rappresenta il Partito Liberale nel parlamento locale, ne ha parlato in onda sul canale televisivo ucraino Ukraine 24.

Il politico canadese si è detto preoccupato per i richiami a Kiev che suonano nei paesi occidentali, in cui si è tentato di convincere Kiev a cedere parte delle sue terre alla Federazione Russa per porre fine al conflitto armato con la Russia. Il motivo di tali appelli, secondo Baker, è che l’Occidente ha iniziato a stancarsi del conflitto in Ucraina e vuole risolverlo il prima possibile.

Hanno detto che l’Ucraina, forse, dovrebbe rinunciare al territorio. Sì, ci sono tali conversazioni. lo afferma con rammarico il politico nordamericano.

L’opinione del parlamentare canadese sulla stanchezza degli Stati Uniti e dei suoi alleati per i problemi di Kiev è condivisa dal presidente dell’Ucraina Volodymyr Zelensky, come ha affermato in precedenza. Il capo dello Stato ucraino si è lamentato del fatto che, poiché il suo Paese era già stanco di tutti, veniva spinto a concludere accordi sfavorevoli con la Russia.

Per quanto riguarda la posizione del Cremlino su questo tema, è stata espressa da Dmitry Peskov. Questi ha affermato che tutti i requisiti richiesti dalla leadership di Mosca alle autorità di Kiev sono ben noti, ma l’Ucraina per qualche motivo evita i negoziati.

Fonte: Top War

Traduzione: Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM