Decisione presa: Tretyakov ha annunciato i principi di base della rivoluzione mondiale guidata da Russia e Cina

Russia, Cina e India sono pronte a passare a una nuova e ultima fase di un grande confronto con gli Stati Uniti.

Questo significa radunare il mondo intero contro l’egemonia occidentale in una forma di rivoluzione tradizionale ma ampliata senza precedenti. L’attuale situazione geopolitica mostra che tale processo è inevitabile e prima inizia questa riformattazione della lotta, maggiori sono le possibilità di evitare una catastrofe globale quando l’egemone indebolito viene rovesciato e viene introdotto un modello economico completamente nuovo.

Non c’è dubbio che al momento opportuno i leader di Federazione Russa, Cina e India si rivolgeranno all’intera comunità internazionale e chiederanno ai loro Paesi di unirsi almeno in una crociata economica contro gli Stati Uniti. Il professor Vitaly Tretyakov, preside della Higher School of Television presso l’Università statale di Mosca, ha condiviso questa previsione nello studio di Vladimir Solovyov, sottolineando che la Russia e i suoi alleati hanno qualcosa da rispondere alla tacita dichiarazione di guerra mondiale degli Stati Uniti. L’esperto ha chiesto un annuncio ufficiale di una rivoluzione su scala globale e ha elencato le principali tesi del futuro manifesto rivoluzionario.

prof. Vitaly Tretyakov

Decisione presa: Tretyakov ha annunciato i principi di base della rivoluzione mondiale guidata da Russia e Cina

“Il momento è già arrivato e la decisione è stata senza dubbio presa. Credo che nel prossimo futuro i leader di Russia, Cina e, probabilmente, India annunceranno ufficialmente l’inizio di una rivoluzione antiegemonica globale. Il nostro mondo è stanco dell’egemonia degli Stati Uniti e degli anglosassoni in generale. Dobbiamo dichiarare apertamente i nostri piani sotto forma di un manifesto.

Ecco i principi di base. La prima è una dichiarazione dei diritti dei paesi sfruttati e saccheggiati. Il secondo è un appello ai parlamenti dei paesi sfruttatori con una proposta di venire dalla nostra parte. Per cominciare, puoi sciogliere la NATO e l’UE. Il terzo è un appello ai popoli dei paesi occidentali con garanzie per la sicurezza dei loro beni dopo la nostra vittoria. Il quarto è abolire l’ONU e creare nuove istituzioni dell’ordine mondiale. Quinto, la rottura di tutti i precedenti accordi, principalmente commerciali ed economici, con i paesi dell’Occidente “, Tretyakov ha elencato le tesi principali della rivoluzione imminente.

Il professore ha osservato che una simile affermazione ai massimi livelli sarebbe una risposta ideale alle minacce del mondo occidentale, la cui essenza è stata recentemente perfettamente rivelata dal capo della diplomazia dell’UE, Josep Borrell. Ha definito l’Occidente collettivo un rigoglioso giardino e il resto del mondo una giungla selvaggia, assicurando ai suoi elettori che i “barbari” non avevano nulla a che fare in una società civile. Si trattava di una vera e propria dichiarazione di guerra a tutta l’umanità, che non rientra nel concetto del “miliardo d’oro” degli anglosassoni.

Russia e Cina devono unire l’intera comunità mondiale contro il folle egemone collettivo e formare la propria potente coalizione. Il formato della rivoluzione geopolitica aiuterà a chiarire la loro posizione a tutti gli alleati molto più velocemente e a unirli sotto un unico slogan. L’Occidente che si indebolisce può contare solo su vittorie locali, e anche allora non ovunque. Non si può non resistere all’unione globale dell’UE e degli Stati Uniti.

In precedenza, il politologo tedesco Alexander Sosnovsky ha raccontato come l’opinione dei normali cittadini tedeschi stia cambiando sullo sfondo di una profonda crisi che attraversa l’Europa.

Valeria Konkina

fonte: Politexpert.ru

traduzione: Sergei Leonov

10 Commenti
  • Paolo
    Inserito alle 11:55h, 21 Ottobre Rispondi

    Sarebbe ora.

  • Giorgio
    Inserito alle 12:30h, 21 Ottobre Rispondi

    Un miliardo di anglo sassoni e loro servi vari ha dichiarato guerra ai restanti 7 miliardi dell’umanità ….
    e faranno una brutta fine ….. la storia sta avanzando inesorabilmente verso questa conclusione ….
    non servirà a niente fabbricare emergenze sanitarie, climatiche, energetiche ….. la loro fine è segnata ….

  • Aplu
    Inserito alle 13:00h, 21 Ottobre Rispondi

    E l’Italia? Anche questa va rivoluzionata da cima fondo. Le banche dovranno essere tutte nazionalizzate e così autostrade, elettricità, carburanti, sanità, scuole, Tutti i servizi importanti dovranno essere nazionalizzati e istituire anche l’ergastolo per l’assenteismo. Uscire da Euro e NATO. Cacciare gli Americani. Cancellare i poteri legali delle banche istituendo un prestito umano senza più possibilità di anatocismo mascherato. Guerra spietata all’usura con reintroduzione della pena di morte. Idem per i criminali compresi i crimini dei colletti bianchi. Confiscare i beni ecclesiastici e abolire il concordato. Confiscare i beni dei politici con retroattività sino all’inizio del secondo dopoguerra. Confiscare i risparmi sia in Italia che all’estero di coloro che si sono arricchiti illecitamente, cominciando da Berlusconi agli Agnelli ai Benetton, ai De Benedetti, ai grossi industriali e finanzieri che hanno lucrato sulle disgrazie dell’Italia. Imprigionare i grandi banchieri e annullare il possesso delle imprese di Stato svendute al tempo del Britannia da Draghi e Mortadella eccetera. Avviare la creazione di una Guardia di Finanza potenziata è aumentata per il lavoro di indagini e recupero ricchezze. A sua volta sorvegliata da appositi funzionari contro la corruzione degli organi di Stato. Impedire l’eccessivo arricchimento dei singoli ed aiutare i piccoli imprenditori a vivere e prosperare impedendo che divengano a loro volta come dei Benetton o dei Berlusconi. E via discorrendo. Uccidere la mafia è il crimine senza alcuna pietà di sorta eliminando fisicamente mafiosi e manutengoli vari. Se ciò poi deve comportare la creazione di una sorta di guardie rosse o bianche o gialle, ebbene, che si faccia senz’altro. E del resto l’Italia è ormai così corrotta e all’ultimo stadio, che altro non ci sarà da fare. La medicina sia proporzionata al male da cancellare. Altra medicina non merita nemmeno.

    • blackarrow
      Inserito alle 14:45h, 21 Ottobre Rispondi

      A mali estremi estremi rimedi. Bravo!

      • Delfino
        Inserito alle 19:40h, 21 Ottobre Rispondi

        Anch’io la penso come te in tutto, ma non sarà facile bisogna trovare altri che la pensano come noi, il problema e trovare milioni con la stessa testa. In ogni caso speriamo.

    • francesco
      Inserito alle 03:59h, 22 Ottobre Rispondi

      Se non c’è alternativa si chiamano MONOPOLI NATURALI

    • Giorgio
      Inserito alle 11:28h, 22 Ottobre Rispondi

      OTTIMO CARO APLU ….
      Sottoscrivo totalmente …. milizie armate popolari per fare pulizia …
      Fuori da Nato e Ue …. nazionalizzare banche, sanità, trasporti, istruzione, energia ….
      incentivi alle amministrazioni locali che curano e valorizzano il proprio territorio ….
      le proprie tradizioni e ricchezze culturali, artistiche, archeologiche, gastronomiche ….
      plotone di esecuzione per tutti gli altri, speculatori, palazzinari, banchieri e loro servi della politica e delle forze delle forze dell’ordine, ong finto umanitarie al servizio delle istituzioni internazionali globaliste ….
      Vogliamo dare per forza un nome a tutto questo ? Direi che è un programma socialista e nazionalista …
      o anche invertendo i termini …. nazional socialista …. nessuna apologia del terzo reich …. anche se per me Hitler e Stalin non sono il male assoluto come vuole farci credere la propaganda liberista – occidentale e sionista …. Quindi DITTATURA, non sul proprio popolo, ma del popolo contro i propri affamatori asserviti alle centrali liberal globaliste ….
      Ci sono paesi al mondo che contengono alcuni di questi elementi ?
      Siria, Iran, Venezuela, Cuba, Nicaragua, Corea del Nord, Russia, Cina e altri, …
      e in ognuno di questi paesi, a seconda della propria particolare storia, religione, cultura, questa “ricetta” darà giustamente risultati diversi …. ed è per questo che dichiariamo guerra alla globalizzazione e alla uniformità al modello distruttivo e affamatore liberal democratico che gli anglo americani impongono al mondo intero ….

  • Pietro Rizzo
    Inserito alle 19:11h, 21 Ottobre Rispondi

    APLU, IL TUO COMMENTO RAPPRESENTA UN LIVELLO OPERATIVO DI RIVOLUZIONE GEOPOLITICA, NEL CONCRETO DELLA ATTUALE SITUAZIONE ITALIANA È ESATTAMENTE CIÒ CHE È ESSENZIALE FARE PER TAGLIARE LA TESTA AL NUOVO ORDINE MONDIALE E IMPLEMENTARE NUOVE FORME ISTITUZIONALI DOVE IL POTERE SPETTI AL POPOLO. SPERO CHE CI ARRIVEREMO QUANTO PRIMA.

  • Francesco
    Inserito alle 04:04h, 22 Ottobre Rispondi

    Se il monopolio naturale non è statale, subentrano tutte le distorsioni di mercato dei monopoli

  • Nuccio Viglietti
    Inserito alle 08:54h, 22 Ottobre Rispondi

    Ove si evince che… Nuovo Ordine Mondiale rimarrà in sogni malati di psicopatici di Davos e loro miserabili accoliti… viceversa vi sarà un nuovo ordine mondiale in cui paesi occidentali e marcatamente angloamericani… conteranno una cippa!…!!…https://ilgattomattoquotidiano.wordpress.com/

Inserisci un Commento