Dalla Corea del Nord una lezione agli Stati Uniti sui “diritti umani”

Gli Stati Uniti non riescono a risolvere i loro drammatici problemi all’interno del proprio Paese e allo stesso tempo si intromettono negli affari dei Paesi esteri – ha dichiarato il Ministero degli Esteri nordcoreano.
Il ministero degli Esteri nordcoreano ha emesso un commento feroce sul dibattito negli Stati Uniti in merito all’estensione della moratoria sugli sfratti, adottata durante la pandemia di coronavirus, scrive Newsweek.

Il ministero degli Esteri nordcoreano ha pubblicato un articolo intitolato “Miserabile società americana, dove anche il diritto elementare all’esistenza è spietatamente violato”. I rappresentanti del dipartimento si sono espressi contro “l’ipocrisia degli Stati Uniti, che criticano la situazione dei diritti umani in altri paesi, mentre il paese sta affrontando un’imminente crisi interna”.

“Centinaia di migliaia di persone hanno perso le loro preziose vite a causa dell’incapacità degli Stati Uniti di rispondere adeguatamente alla pandemia di COVID-19. Oltre a questi eventi scioccanti, le persone viventi vagano nella disperazione e nel dolore, senza nemmeno avere il diritto elementare di sopravvivere. Questa è la situazione sociale in cui si trovano ora gli Stati Uniti”, afferma il documento.

Secondo uno studio dell’Aspen Institute e dell’Eviction Protection Project, circa 6,5 ​​milioni di famiglie vengono attualmente sfrattate con la forza dalle loro case a causa dell’impossibilità di pagare l’affitto a causa del reddito insufficiente causato dalle condizioni della pandemia di coronavirus.

“L’amministrazione del presidente degli Stati Uniti Joe Biden e del Congresso hanno iniziato a trasferire la responsabilità su altri (scarica barile), con il primo che insisteva sul fatto che la questione del bilancio era di competenza del Congresso, e il secondo che affermava di non aver ricevuto dal primo avviso che lo sfratto moratorium’ stava per scadere”, – scrive l’edizione.

Famiglie sfrattate da casa a Los Angeles
Homeless negli USA

I Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) hanno emesso un’estensione di emergenza del divieto di 60 giorni sugli hotspot COVID-19, ma il ministero degli Esteri ha affermato che la stragrande maggioranza degli americani che non sono in grado di pagare l’affitto “trascorre ogni giorno in ansia e panico. , temendo lo sfratto inaspettato”.

“Nonostante questa realtà, gli Stati Uniti, invece di adottare misure per garantire il diritto elementare dei residenti all’esistenza, interferiscono negli affari interni di altri Stati, ficcando sfacciatamente il naso nella situazione dei diritti umani in altri Paesi”, ha concluso il ministero.

Nota: Gli Stati Uniti non si aspettavano di ricevere una lezione sui “diritti umani” dalla Corea del Nord. Pensavano che il diritto di salire in tribuna e pontificare sulle regole fosse una loro esclusiva, ma non è più così.

Fonte: New Front

Traduzione e nota: Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM