Dalla Corea del Nord una lezione agli Stati Uniti sui “diritti umani”

Gli Stati Uniti non riescono a risolvere i loro drammatici problemi all’interno del proprio Paese e allo stesso tempo si intromettono negli affari dei Paesi esteri – ha dichiarato il Ministero degli Esteri nordcoreano.
Il ministero degli Esteri nordcoreano ha emesso un commento feroce sul dibattito negli Stati Uniti in merito all’estensione della moratoria sugli sfratti, adottata durante la pandemia di coronavirus, scrive Newsweek.

Il ministero degli Esteri nordcoreano ha pubblicato un articolo intitolato “Miserabile società americana, dove anche il diritto elementare all’esistenza è spietatamente violato”. I rappresentanti del dipartimento si sono espressi contro “l’ipocrisia degli Stati Uniti, che criticano la situazione dei diritti umani in altri paesi, mentre il paese sta affrontando un’imminente crisi interna”.

“Centinaia di migliaia di persone hanno perso le loro preziose vite a causa dell’incapacità degli Stati Uniti di rispondere adeguatamente alla pandemia di COVID-19. Oltre a questi eventi scioccanti, le persone viventi vagano nella disperazione e nel dolore, senza nemmeno avere il diritto elementare di sopravvivere. Questa è la situazione sociale in cui si trovano ora gli Stati Uniti”, afferma il documento.

Secondo uno studio dell’Aspen Institute e dell’Eviction Protection Project, circa 6,5 ​​milioni di famiglie vengono attualmente sfrattate con la forza dalle loro case a causa dell’impossibilità di pagare l’affitto a causa del reddito insufficiente causato dalle condizioni della pandemia di coronavirus.

“L’amministrazione del presidente degli Stati Uniti Joe Biden e del Congresso hanno iniziato a trasferire la responsabilità su altri (scarica barile), con il primo che insisteva sul fatto che la questione del bilancio era di competenza del Congresso, e il secondo che affermava di non aver ricevuto dal primo avviso che lo sfratto moratorium’ stava per scadere”, – scrive l’edizione.

Famiglie sfrattate da casa a Los Angeles
Homeless negli USA

I Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) hanno emesso un’estensione di emergenza del divieto di 60 giorni sugli hotspot COVID-19, ma il ministero degli Esteri ha affermato che la stragrande maggioranza degli americani che non sono in grado di pagare l’affitto “trascorre ogni giorno in ansia e panico. , temendo lo sfratto inaspettato”.

“Nonostante questa realtà, gli Stati Uniti, invece di adottare misure per garantire il diritto elementare dei residenti all’esistenza, interferiscono negli affari interni di altri Stati, ficcando sfacciatamente il naso nella situazione dei diritti umani in altri Paesi”, ha concluso il ministero.

Nota: Gli Stati Uniti non si aspettavano di ricevere una lezione sui “diritti umani” dalla Corea del Nord. Pensavano che il diritto di salire in tribuna e pontificare sulle regole fosse una loro esclusiva, ma non è più così.

Fonte: New Front

Traduzione e nota: Luciano Lago

15 Commenti
  • atlas
    Inserito alle 00:49h, 14 Agosto Rispondi

    nella Libia antidemocratica, ma sociale e nazionale di Gheddhafi la casa era considerata un diritto popolare

  • Farouq
    Inserito alle 07:59h, 14 Agosto Rispondi

    -“Kim ha dato l’ordine per prepararsi a ricevere i profughi italiani in fuga dalla dittatura sanitaria”
    -Era una battuta di Sgarbi
    A quanto pare il progetto di sterminio globale è previsto anche a livello domestico negli Stati Uniti compreso il Covid ovviamente
    -Bisognerebbe capire caso per caso chi ha perso la casa e il lavoro e perché e risolvere ma questo non è contemplato da nessun sistema sociale, urge uno nuovo

    • atlas
      Inserito alle 11:26h, 14 Agosto Rispondi

      negli anni ’80 si fumava sugli aerei, nei locali. Si andava in moto senza casco o cintura in auto, non c’erano mezzi di controllo elettronici della velocità e nessuno ti rapinava a mano armata dei tuoi soldi, vi erano case di prostituzione dappertutto e si viaggiava da una Nazione a un’altra in tutto il mondo serenamente, vi era del benessere. Cos’è successo poi, dai primi anni ’90 con Berlusconi (?). Democrazia, il male assoluto

      • Farouq
        Inserito alle 12:12h, 14 Agosto Rispondi

        Confermo tutto, sono in Italia dal 1976
        Ti sei dimenticato del cibo, soprattutto frutta e pane che durava una settimana e si poteva mangiare, bei tempi e gente genuina

      • Farouq
        Inserito alle 12:16h, 14 Agosto Rispondi

        E le donne dell’epoca d’oro?
        In quegli anni purtroppo ero timido, ma poi ho recuperato alla grande, ma non era lo stesso!

  • Farouq
    Inserito alle 08:17h, 14 Agosto Rispondi

    Sta andando a fuoco l’intero pianeta, sempre nell’ambito del progetto di sterminio globale, vi ricordate i misteriosi incendi in Iran? Ecco, la stessa arma viene utilizzata per colpire boschi e foreste
    Guardate la mappa e scegliete “Active fire”

    https://gwis.jrc.ec.europa.eu/apps/gwis_current_situation/index.html

    È veramente impressionante!!

    • Farouq
      Inserito alle 09:43h, 14 Agosto Rispondi

      L’arma è in orbita dai tempi di Reagan ed è stata largamente utilizzata per provocare gli incendi in California
      -Perché?
      Perché la California diventerà la nuova sede dell’élite a sterminio compiuto ed sarà svuotata prima

  • Mario
    Inserito alle 10:26h, 14 Agosto Rispondi

    CANCELLARE LA RAZZA EBREA E UN DOVERE DI TUTTA L’UMANITÀ
    PRIMA CHE SIA TROPPO TARDI
    W LA LIBERTÀ

    • atlas
      Inserito alle 10:37h, 14 Agosto Rispondi

      BerLuxCohen: “nel 1994 si crearono due schieramenti, uno di centro-destra e l’altro di centro-sinistra, che da allora si sono alternati alla guida. Si è realizzata quella democrazia dell’alternanza che caratterizza i modelli anglo-sassoni” Silvio [email protected] https://twitter.com/berlusconi/status/1426453914229084161/photo/1

      democrazia, il male assoluto, il sistema dell’anticristo giudeo massone

  • atlas
    Inserito alle 11:29h, 14 Agosto Rispondi

    notate come si commenta in serenità e armonia senza tutti quei nomignoli del troll giudeo democratico ?

  • Sandro
    Inserito alle 13:04h, 14 Agosto Rispondi

    si vis pacem, para bellum. Il dittatore (?) colui che ha messo in sicurezza la sua popolazione ha imparato bene dagli antichi romani. Con l’atomica non solo ha assicurato la pace al suo popolo ma , sempre grazie all’atomica, può permettersi di dare una energica tirata di orecchie al popolino succube dei biglietti verdi.

  • Arditi, a difesa del confine
    Inserito alle 15:06h, 14 Agosto Rispondi

    la corea del nord critica gli stati uniti per i diritti umanitari
    .
    il bue che dice cornuto all’asino

    • Giorgio
      Inserito alle 19:31h, 14 Agosto Rispondi

      Lasciamo stare bue e asino …….
      Non ci sono dubbi che i diritti umani, nel significato che gli danno gli anglo americani, è rispettato molto più in Nord Corea che negli Usa e nell’intero occidente ……
      paesi pieni di homeless, preferirei dire barboni senza fissa dimora nè reddito …..
      di disperati che vivono in modo precario o criminale nelle infernali bidonville sorte intorno alle megalopoli …..
      ecco la prospettiva di vita che attende anche le classi medie ormai impoverite ……
      mentre la ricchezza si concentra sempre più in poche mani …….
      quelle delle ristrette èlite che manovrano governi, giustizia, economia al di la della farsa elettorale ……
      Ecco il paradiso della liberal democrazia …….. Ma di quali diritti umani parliamo …..
      A Pyong Jang nessuno è privo di cibo nè viene sfrattato o licenziato da imprenditori che delocalizzano ….
      non esistono quartieri o regioni in mano alla criminalità, nè potentati finanziari che possono fare o disfare governi ……
      la gente vive in modo semplice e dignitoso e non frenetico stressante artefatto ……..
      Tra i due sistemi non ci sono paragoni …….

  • eusebio
    Inserito alle 20:38h, 14 Agosto Rispondi

    In Afghanistan si sta profilando una situazione interessante, i talebani dopo aver preso Kandahar e Mazar -i-Sharif sono arrivati a 10 km da Kabul, mentre USA e britannici stanno schierando alcune migliaia di forze speciali all’aeroporto di Kabul per poter evacuare i civili stranieri dalla capitale afghana.
    Se i talebani attaccassero adesso potrebbero uccidere centinaia di militari anglosassoni, sarebbe la fine dell’impero anglosionista, del resto gli ebrei al governo negli USA hanno scelto l’11 settembre 2021 per ritirare le truppe dal paese per celebrare a modo loro l’attentato falsa bandiera dell’11 settembre 2001 del mossad, con cui hanno preso il controllo degli USA e di tutto l’occidente, completato con la falsa pandemia del covid.
    Nel loro ultimo delirio di onnipotenza, prima di scomparire completamente come entità statale e di conseguenza come popolo e confessione religiosa, speravano di portare il poco che resta dell’occidente, decimato dalla deindustrializzazione imposta dai sionisti e dai vaccini avvelenati con cui stanno ammazzando decine di migliaia di occidentali, in guerra ora contro la Russia, ora contro la Cina e ora contro l’Iran, ma forse la possibile sconfitta militare del poco che resta dell’esercito USA a Kabul per mano dei talebani potrebbe sollevare finalmente la massacrata popolazione USA contro i loro padroni sionisti, annientandoli.

  • Giorgio
    Inserito alle 18:43h, 15 Agosto Rispondi

    Il mio auspicio è che i talebani prendano prima l’aeroporto che Kabul stessa ……
    per giustiziare gli invasori occidentali prima che fuggano a gambe levate …….
    poi verrà il turno dei collaborazionisti locali ……
    voglio vedere le immagini degli anglo americani uccisi e smembrati ……. fare il giro del mondo …….

Inserisci un Commento