DAL VANGELO SECONDO GRETA


“Voglio che la società faccia pressione sui governi affinché capiscano che devono muoversi più velocemente, perché stiamo perdendo la corsa…..”

I genitori di Greta Thunberg sono l’attore e produttore Svante Thunberg e la cantante Malena Ernman, entrambi membri di “Climate Justice Now”, un’associazione per il clima finanziata anche dalla fondazione Rockefeller. Le campagne sul surriscaldmento globale di Greta sono progettate da Ingmar Rentzhog, esperto di marketing e pubblicità… chi lo paga questo signore? La sua manager è Luisa Neubauer, ambasciatrice di One Campaign, una coalizione di 11 associazioni No Profit tra cui “Data” di Bono Vox (appartenente all’oscuro club di potenti Bohemian Groove), “Gates” di Bill e Melinda Gates (transumanisti radicali) e “Open Society” di George Soros (il controverso speculatore tra i cui business c’è anche la lucrosa immigrazione selvaggia).
Anni fa il problema del surriscaldamento globale era stato sollevato da Al Gore (vice del presidente Clinton) con l’aiuto di Bono Vox e Madonna che si impegnavano a sensibilizzare il loro pubblico durante i concerti, un po’ come fa adesso Jovanotti per i vaccini. Al-Gore è stato segnalato per essere connesso, se non addirittura aver fondato un’azienda che comprava le quote di CO2 in eccesso dalle industrie che lavoravano sotto quota per rivenderle (a prezzo maggiorato) ad altre industrie che volevano invece superare la quota di base.

Greta Thunberg si incontra con Obama, altro grande “benefattore” dell’umanità…..

Il surriscaldamento globale seppur non sia ancora stato dimostrato scientificamente viene ritenuto reale grazie alla percezione che viene indotta dai media e gli sciacalli dietro a questa campagna stanno già facendo una fortuna. Se Greta fosse scomoda ai poteri forti pensate che troverebbe spazio nei media o che la classe politica e religiosa si presterebbe a questa farsa che inganna le brave persone sensibili al tema dell’ambiente?

di Giuseppe Sorbello

9 Commenti

  • La soluzione
    20 Settembre 2019

    Penso che debbano parlare i scienziati, questa farlucca ragazza sponsorizzata debba curarsi e andare a scuola. I suoi genitori arrestati per sfruttamento idiologico di minori.

  • kaius
    20 Settembre 2019

    Spero solo che il negretto non abbia abusato della ragazzina….

  • Max Dewa
    20 Settembre 2019

    Ma si sono I soliti casi creati apposta dai padroni Ebrei dei media padroni di Tutto li mortacci loro che ogni tanto si inventano qualche boiata visto che a loro darvi un po di biada giornalistica cosa Costa niente ! Si sono inventati Hollywood sono I padroni di tutte le Banche di tutto sono riusciti pure a far Passare per vera quella menzogna dell’olocausto roba da Oscar perfino I loro congeneri ebrei piu onesti si rammaricano di ste infami bugie basta leggere su “;aaargh Italia” ci sta ” LA menzogna di Ulisse ” oppure ” l’industria dell’olocausto” oppure ” LA scuola dei cadaveri ecc ecc una chicca digitate ” gli ebrei visti da un giornalista inglese Douglas reed” in PDF centrorsi e non andate nelle varie accademie di qua o di LA tutti covi di massoni che brulicano ovunque tacci Loro e dei giudei

  • S Nicola F
    20 Settembre 2019

    I soliti speculatori spregiudicati e criminali stanno preparando investimenti da migliaia di miliardi di dollari (e tasse per il popolo) per infrastrutture e leggi volte a contrastare ciò che prima era chiamato “riscaldamento globale” ora magicamente trasformati in “cambiamenti climatici”.

    Guardate qui:

    Lotta per il clima: ci costerà 1,8 trilioni di dollari
    http://lanuovabq.it/it/lotta-per-il-clima-ci-costera-18-trilioni-di-dollari

    E come fanno questi speculatori a convincere il popolo bue (ed i governi) che ci sono cambiamenti climatici in atto oltre che con la martellante propaganda sui media? Con la geoingegneria!

    Lo potete vedere qui:

    “Why in the World are They Spraying?” Documentary HD (multiple language subtitles)

  • atlas
    21 Settembre 2019

    tutte leve giudaico massoni per la disarticolazione degli Stati Nazionali

    chissà quante altre ce ne sono e in quante forme diverse

    al giudeo internazionale che inquina non si può ‘dirgli’ di smetterla, si deve ‘dargli’ e farlo smettere

  • Fatima
    21 Settembre 2019

    La manipolazione del clima è deliberatamente fatta mediante la geoingegneria:

  • Sandro
    21 Settembre 2019

    Le dietrologie prendono il tempo che trovano quando è risaputo – scientificamente – che tra una era glaciale e l’altra sono intercorsi all’incirca 100.000 (centomila) anni. Pertanto gli speculatori – quelli che non hanno nessuna intenzione di vedere cambiare il proprio stile di vita caratterizzato da lussi ed ingordigie – gente mediamente di età avanzata che è più vicina alla fossa che alla vita, priva, dunque, di futuro – hanno un bel dire che il loro vivere sconsiderato nonché la produzione dei beni di consumo prodotti nelle loro fabbriche utilizzando prodotti di scarto che la natura ha sotterrato per milioni di anni, non siano la causa dello sfracello che abbiamo alle spalle e di cui ne stiamo assistendo solo un piccolo assaggio.

    Se si paragonano i tempi geologici occorrenti per i cambiamenti climatici dovuti alla natura con i nostri ultimi 50 anni – arco di tempo in cui sono iniziate le prime gravi avvisaglie di natura climatica– vien da ridere pensando al mezzo secolo rispetto al tempo occorrente alla natura di cambiar “parere” sul clima. 50 anni, dunque, non sono paragonabili neppure ad un “battito di ciglia” , semmai ad una frazione dello stesso “battito” rispetto a centomila anni.

  • Eugenio Orso
    21 Settembre 2019

    Qunato odio le cretunette millennials, di buone famiglia, on il culo al sicuro, come l’icona fuorviante neocapitalista, globalista Greta!
    In passato c’erano i pacifisti (o pacifinti, secondo alcuni) che sfilavano come dei pagliacci per la pace …
    Poi, in tempi più recenti, sono stati sostituiti dagli indignados di puerta del sol (Madrid) e occupy Wall Street (usa) che si scagliavano contro le “banche”, genericamente e stupidamente.
    Esauriti gli indignati, l’élite doveva trovare un nuovo diversivo per l’occidente sotto il suo tallone … ed è uscita come il cacio sui maccheroni Greta, che non pensa più alle bamboline, ma al Clima!
    Alle teste pensanti è quanto mai chiaro che difendere il “clima” significa rigettare neocapitalismo, liberismo e globalizzazione, ma ciò non è chiaro ai “manifestanti”, chiamati a raccolta come polli per un movimento innocuo che non minaccia il sistema.
    L’ennesimo diversivo, mentre da noi ritornano Renzi e il piddì – dopo un breve intervallo – e si apprestano a massacrarci in nome dell'”appartenenza europea”, sulla quale hanno giurato, in ginocchio, anche i 5stalle!
    Proprio un bel quadro generale!

    Cari saluti

Inserisci un Commento

*

code