Da un circo all’altro

placeholder

Il grande circo dell’Operazione COVID (SARS CoV-2) sta volgendo al termine per far posto a un’altra operazione di manipolazione di massa di diverso tipo.

Il primo ministro britannico Boris Johnson non si sbagliava. Straordinario tattico, questo fan di Homer nel testo, ha improvvisamente annullato tutte le stupide misure e restrizioni presentate come sanitarie. Nessun obbligo di vaccinazione sperimentale, nessuna necessità di indossare museruole di carta o stoffa umana, nessun falso test PCR e nessun codice QR pass o altri marcatori di identità.

La Gran Bretagna è improvvisamente libera. Il mondo dovrebbe gioire, ma le vere ragioni di questo repentino cambio di atteggiamento anche all’interno della Camera dei Comuni non sono legate ad alcuna salutare consapevolezza quanto piuttosto ad un cambio di strategia.
L’operazione COVID è fallita. Fai spazio a una guerra contro la Russia. I commando britannici SAS sono schierati a pochi chilometri dal confine russo. Semplice misura difensiva.
Più avanziamo verso Mosca e San Pietroburgo, più dimostriamo al mondo la vocazione difensiva della NATO.
Al contrario, il governo austriaco ha appena reso obbligatoria la vaccinazione sperimentale in nome della libertà e per atavismo totalitario. La popolazione si oppone con veemenza. È una sanzione contro la loro stessa popolazione.

Sempre nell’ambito del surrealismo, il ministro della Difesa australiano ha appena affermato senza timore di ridicolo che “il mondo deve respingere paesi minacciosi e dittature”.

Cosa dobbiamo capire da tutto questo? È un nuovo diversivo? Certamente. Per quale scopo? Mantieni il circo e impedisci alle persone di aprire gli occhi su una realtà che non è molto bella da vedere. Il mito va mantenuto. Il vecchio mondo deve essere mantenuto dall’illusione e dalla minaccia, da false crisi. Non c’è più una vera economia politica. Sono rimasti solo truffatori professionisti. Non ci sono più sistemi educativi efficienti ma fabbriche di falso consenso e ingegneria dell’ego.

Il terrorismo non esiste più, il COVID non si mobilita più, occorre quindi mantenere la plebe in perenne paura con altri temi. Un compito tutt’altro che facile in questi tempi di inflazione a due cifre. Una guerra in Europa orientale con un bonus è un affare troppo pericoloso. Il clamore anti-russo ha avvicinato la Russia alla Cina e all’Iran. Durante un recente incontro tra i capi della diplomazia della Repubblica islamica dell’Iran e della Federazione Russa, i funzionari iraniani hanno invitato la Russia a resistere come hanno fatto loro per quattro decenni. In Corea del Nord, Pyongyang dice che l’impero sta superando i limiti ed è ora di dargli una lezione. Il mondo è cambiato ma alcune menti rimangono bloccate in un’ideologia di un’altra epoca e non sono in grado di adattarsi ai cambiamenti in atto.

Il terrore resta. Questo può essere mantenuto solo attraverso la manipolazione di massa. Una manipolazione che svela al mondo la portata del compromesso. Il compromesso degli Stati conferma la perdita totale della sovranità di quasi tutti i paesi del mondo. La vera mappa geopolitica del 2022 è più restrittiva di quella del 1922 o dell’epoca dei grandi gruppi coloniali. In questo caso, c’è solo un superset di un colore solido di fronte a tre o quattro stati al massimo.
Come nell’iconico film italiano ” Il buono, il brutto e il cattivo ” (1966), uno dei migliori spaghetti western mai prodotti, assistiamo a una corsa circolare frenetica grottesca nel mezzo di un cimitero le cui tombe sono disposte come le tribune di un antico anfiteatro.

Questa non è un’analisi. È un’osservazione. Poche persone perdoneranno il fatto di essere state ingannate continuamente per anni. L’inganno del 2020, che colpisce nel suo aspetto universale, ci dimostra l’esistenza di un’architettura non riconosciuta di bugie condivise all’interno della struttura delle relazioni internazionali. Questo aspetto si basa sulla nozione di un interesse comune più o meno dipendente dalla paura o dall’avidità. In entrambi i casi, il bestiame umano è solo una risorsa da manipolare più o meno grossolanamente. Dopotutto, deve anche essere nutrito e addestrato per vari usi, uno dei quali è diventato noioso. La carne da cannone scarseggia non per mancanza di indottrinamento o imbecillità, ma perché la specie non è più adatta alla guerra. Da qui l’ossessione di sostituire l’elemento umano,

Il terrore come strumento di psicosi collettiva

La farsa elettorale è morta. Non lo manteniamo più se non per imbrogliare e darci un’altrettanto falsa legittimità. La democrazia non è mai vissuta. Anche nell’antica Grecia, la frode era l’unica norma riconosciuta (questa frode è attestata da reperti archeologici). Non ci sono altro che chiacchieroni che cercano di catturare l’attenzione della popolazione, uccidendo persino il tempo dei residenti delle case di riposo.

La grande commedia del 2020 non sarà mai perdonata: se la manipolazione del COVID ha avuto così tanto successo nel 2020, un’altra bugia storica era del tutto possibile nel 1969. E molte altre ancora. La massa degli idioti non si prosciugherà mai. E per definizione siamo tutti idioti ad essere stati i tacchini di un così grande, così flagrante, così grande scherzo… Per una forma di influenza! Accidenti ! Abbiamo dimenticato che l’influenza uccide!

La menzogna universale è necessaria per il mantenimento delle istituzioni umane. Consente inoltre ad alcuni miliardari di moltiplicare la propria ricchezza. Ma per favore non ripetete questo assurdo circo a cui assistiamo, mezzo stupiti, mezzo storditi, dal 2020. Questo circo avrà però il merito di screditare la medicina e la scienza, divenute ideologiche e dipendenti da interessi ben fondati basso.

Da un circo all’altro. Questo è ciò che è diventata la storia. Al prossimo circo!

fonte: /strategika51.org

Traduzione: Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM