APPELLO RACCOLTA FONDI! MANTIENI IN VITA UNA VOCE LIBERA!

Crisi in Serbia-Kosovo: la Russia pronta ad inviare una “Forza di intervento rapido”

Putin sulla crisi in Serbia: Entro poche ore posso Inviare una  Forza di Intervento rapido  per difendere I Serbi nel Kosovo.
MOSCA, Russia – I rapidi sviluppi derivano dalla comunicazione telefonica fra Putin e il premier serbo Aleksandar  Vucic, dopo gli episodi di violenza avvenuti a Nord Mitrovica / Kosovo. “Non dubitate che invierò forze immediate se necessario. Non lascerò senza difesa il mio partner e alleato più importante in Europa “, ha sottolineato il presidente russo nella sua controparte serba e ora stiamo andando verso nuove avventure nella regione.

Le notizie fanno il giro della Serbia

Non a caso, i combattenti serbi “fischiano” continuamente alle orecchie dei capi albanesi a Presevo per il secondo giorno consecutivo

Secondo i media serbi, il presidente russo Vladimir Putin, nella nuova comunicazione telefonica con il presidente serbo, avrebbe detto:
“Nell’eventuale tentativo, da parte delle forze speciali albanesi, di occupare la parte settentrionale del Kosovo o di un nuovo pogrom contro i serbi, la Russia invierà immediatamente un significativo contingente militare”.

Questo si traduce nell’invio di una brigata aerotrasportata russa con tutti i mezzi, che secondo la risoluzione ONU 1244 è perfettamente fattibile, perché la Russia è semplicemente una parte garante della “sicurezza” dell’ex provincia jugoslava.

“La Federazione Russa è pienamente impegnata nei confronti dei serbi del Kosovo con tutti i mezzi per difenderli da un possibile attacco”, ha detto Putin.

Reparti aerotrasportati russi

Nel caso in cui  dovesse iniziare un nuovo pogrom contro i serbi nella provincia, con operazioni di polizia albanese finalizzate a occupare la parte settentrionale del Kosovo, Mosca invierà immediatamente un’assistenza militare significativa “, ha detto il Cremlino.

Questo è stato uno dei messaggi chiave che Vladimir Putin aveva pronunciato ieri in una conversazione telefonica con il suo omologo serbo Aleksandar Vucic.

Il presidente Putin ha ufficialmente designato la Serbia come “il partner e alleato più importante in Europa”, secondo fonti del Cremlino, e Belgrado conta sul massimo supporto e protezione da parte della Russia.

Recentemente Putin ha dato mandato ai suoi generali e ad altri esperti militari di sviluppare un piano di intervento militare che aiuterebbe la Serbia in un possibile “impegno” contro la NATO e l’Occidente.

Questi piani prevedono che i combattenti aereotrasportati e i convogli russi possano volare in territorio serbo entro e non oltre due ore con una missione chiave nel Nord Kosovo per agire in modo da proteggere i serbi ei loro interessi nazionali.

C’è anche un piano dettagliato per il trasferimento di alcune forze speciali russe (Spetsnaz) in Serbia.

Si stima che entro 24 ore ci saranno centinaia di commando russi in Serbia, cioè in Kosovo.

Fonte: Fort Russ

Traduzione: Luciano Lago

*

code

  1. Christian 7 mesi fa

    Grandissimo Volodya!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Fabio franceschini 7 mesi fa

    Beh aldilà della volontà non mi pare una operazione di facile attuazione .occorrerebbe il placet di molti paesi nato al passaggio dei trasporti russi.portare una brigata aereotraspartata richiederebbe moltissime decine di voli. Ora finché si tratta di qualche compagnia tra forze speciali e parà potrebbero anche passare .a non credo molto altro.molto divertente sarebbe invece schierare una batteria di s400 a 200 km da aviano o una batteria di iskander dietro i sistemi aegis in romania.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. atlas 7 mesi fa

      grazie per le tue scientifiche analisi, ma il mio Duce Vladimir Putin SA quel che fa. Si mette male per i ‘fascisti’ del regime atlantista del Kosovo

      saluti

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Eugenio Orso 7 mesi fa

    C’è una sola cosa da scrivere, a questo punto: Tutto il Kosovo alla Serbia, con l’aiuto delle armi russe!

    Cari saluti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Mardunolbo 7 mesi fa

    Questa e’ una gran bella notizia da Santa Pasqua ! che la benedizione del Signore che risorge arrivi ai commentatori ed anche nella zucca apostata del musulmano miscredente !
    Che la Serbia riesca a liberarsi dal giogo Nato (male) e la Russia ponga basi in Serbia per rintuzzare le vaccate europee !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. atlas 7 mesi fa

      hahaha, non è da me far morire un dio. Tanto meno farlo risorgere.

      Buone italiche feste per la vs. religione in Famiglia a tuti i commentatori del sito

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Animaligebbia 7 mesi fa

        Ecco come parla un uomo d’onore,che non abbandona i suoi amici ed alleati,altro che il nostro gentiglione;”non potevamo non farlo,non potevamo sottrarci”,ma che andasse a cagare.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Ottavio 7 mesi fa

    Le pedine piano piano si stanno piazzando. Contento che in Europa almeno la Serbia si trovi dalla parte giusta.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Silvia 7 mesi fa

    Va bene, ma vedremo se lo fara’ veramente.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. atlas 7 mesi fa

      Silvia, Putin parla chiaro. E’ lo specchio della Russia che è pulita come uno specchio. Se vai in metropolitana in Russia a Mosca o a San Pietroburgo vedi ORDINE, DISCIPLINA, è come stare in un Museo, non una carta per terra. Nelle sale d’aspetto alle stazioni dei treni, anche del più isolato paese della Siberia, trovi poltrone IN PELLE, non una scritta…non si è nel Bronx dei ‘fascisti’ della nato o al cep di Genova o a Tel Aviv

      dove c’è falce e martello ‘sparapalle’ non ce ne sono…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Silvia 7 mesi fa

        Falce e Martello, fascisti ecc. non ci sono piu’. Semplicemente, il popolo russo ha un governo decente, non e’ sotto occupazione straniera e non e’ preda dell’ultraliberismo anarcoide filoamericano.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. atlas 7 mesi fa

          concordo PERFETTAMENTE

          un saluto

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. claudio 7 mesi fa

    Fino a ieri il minchione era : ” fascista, nazionalsocialista, duosinculano, brigante, con 2 mogli e 3 buchi nel sedere..”
    poi è diventato : ” comunista nazional popolare, senza mogli ( si saran rotte il cazzo di sto cesso ) comunista maoista seguendo freda ( ?? ) destronzo incallito, amante sfegatato di falce e martello ed infine incoronando Putin il quale, kippah in testa a parte, comunista non lo è…
    credo che i pagliacci del circo, pur sforzandosi, non riescono a raggiungere le vette o gli abissi di imbecillità di un tale maomettano che provoca per sentirsi vivo, altrimenti non se lo cagherebbe nessuno.. che poveraccio.. non ti sopporta nessuno, chiavica..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. atlas 7 mesi fa

      per te parlano i tuoi stessi commenti: stai truffando ancora (solo i gonzi che si lasciano truffare non certo me) perché crei anticomunismo ad arte dove marxismo non c’è. Quindi di fatto stai col capitalismo giudeo americ ano, quindi sei un antifascista. Proprio come Berlusconi che faceva il pagliaccio sulle navi

      non incanti più nessuno

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. claudio 7 mesi fa

    E comunque leggevo di una intenzione uguale e contraria da parte degli stati uniti, il che non è una bella notizia.. un confronto diretto, vis a vis in una regione instabile come i balcani che, da sempre, sono la culla della scintilla di guerre europee non fa ben sperare..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. dolphin 7 mesi fa

      In ogni caso fanno bene a intervenire, tanto per bilanciare un po, ce troppo dominio di Cani in europa, bisogna dargli una calmata!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. claudio 7 mesi fa

        Certo dolphin.. non sono contrario, sto solo pensando alle conseguenze di una escalation.. se poi Putin riuscisse a cacciare gli ammeregani pure dall’europa allora gli faccio un monumento..

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. atlas 7 mesi fa

          lo scrivi, ma non lo speri. E ho scritto tutto

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. claudio 7 mesi fa

            Io scrivo esattamente quello che penso. Sono uno che dice quello che fa e fa quello che dice. Da sempre. Sono Fascista io, non ho bisogno di mentire per vivere, come fai te.. ed ho una vita soddisfacente, infatti non sto 24 ore sul blog di luciano a rompere il cazzo a tutti…
            per silvia: falce e martello non ci sono più, è vero, ma qualche Fascista resiste ancora…io per esempio..che ti piaccia o no.

            Mi piace Non mi piace
          2. atlas 7 mesi fa

            un ‘fascista’ con la nato ? E dove si è mai visto …

            Mi piace Non mi piace
        2. Alessandro 7 mesi fa

          Io porto il santino di vlad nel portafoglio

          Rispondi Mi piace Non mi piace