CRISI DI CRIMEA: scontro in mare tra forze navali russe e ucraine.

Scontro navale nel Mar di Crimea.  Tre le navi della marina ucraina bloccate e catturate.
Domenica, 25 novembre, si è saputo che tre navi da guerra ucraine avevano violato il confine di stato russo. Senza sottomettersi alle legittime richieste della parte russa, le navi hanno continuato a muoversi nella direzione dello stretto di Kerch.
Come ha operato la marina russa di fronte al tentativo delle navi ucraine di entrare nelle acque territoriali della Crimea.
Secondo la marina ucraina, le navi da guerra della flotta ucraina sono state colpite e catturate dalle unità navali russe nello stretto di Kerch.

Come ha riferito il comando della Marina ucraina.
Secondo la parte ucraina, “la piccola nave blindata di artiglieria Berdyansk è stata danneggiata, una persona è stata ferita e le armi sono state utilizzate per bloccare la nave ucraina”.

Fonti ucraine riferiscono che tutte e tre le navi della marina ucraina sono state catturate, dopo l’assalto. “Secondo le informazioni operative, le piccole imbarcazioni blindate di artiglieria Berdyansk, Nikopol sono state colpite dal fuoco nemico e hanno perso la loro rotta. Il rimorchiatore Yana Kapu è stato costretto a fermarsi.
Le navi sono state catturate dalle forze speciali russe. Vi sono anche informazioni su due marinai militari ucraini feriti – questa è notizia ufficiale secondo informazioni della Marina ucraina. Gli equipaggi delle navi ucraine sono stati arrestati e le stesse navi sono state portate al traino.

Secondo le ultime informazioni dalla marina ucraina, le piccole imbarcazioni di artiglieria corazzata “Berdyansk”, “Nikopol” sono state colpite dal fuoco nemico e hanno interrotto la loro rotta. Anche il rimorchiatore di Yany Kapu è costretto a fermarsi. Le navi erano state catturate dalle forze speciali russe. Ci sono anche informazioni su due marinai ucraini feriti.

A causa degli eventi straordinari ad Azov, il presidente ucraino Poroshenko ha convocato un vertice militare.

Ricordiamo che domenica mattina due imbarcazioni di artiglieria della marina ucraina e un rimorchiatore hanno violato il confine delle acque territoriali russe e si sono dirette verso lo stretto di Kerch senza presentare correttamente una domanda di passaggio sotto il ponte. Più tardi da Berdyansk al ponte sulla Crimea sono arrivate altre due navi blindate di artiglieria della classe “Gyurza”. Di conseguenza, le imbarcazioni militari russe e una nave mercantile hanno bloccato l’accesso allo stretto e un aereo di attacco Su-25 è partito per pattugliare lo spazio aereo.

“Secondo le guardie di frontiera della Crimea del FSB, le navi ucraine hanno fatto manovre pericolose e hanno ignorato le legittime richieste della parte russa”, hanno detto i funzionari della sicurezza.

Vedi video: RT News

La parte ucraina, tuttavia, afferma di aver informato del loro arrivo e richiesto un permesso adeguato. Tuttavia, gli esperti osservano che l’Ucraina non risulta che abbia presentato il permesso alla parte russa in conformità con tutte le norme marittime applicabili, il che implicherebbe il riconoscimento dell’appartenenza della Crimea alla Russia.

Il Ministero degli Affari Esteri dell’Ucraina presumibilmente si consulta con urgenza con l’UE e con la NATO.

La portavoce russa Maria Zakharova, sulla sua pagina dei social network, ha notato che ora a Kiev, hanno iniziato provocazioni nello stretto di Kerch, “stabilendo la pace nel Donbass”. Inoltre, ha sottolineato che i metodi gangster delle autorità ucraine consistono nel fatto che iniziano prima la provocazione, poi continuano a forzare la pressione, e solo allora accusano la Russia di aggressione.

Ore 22.55
Il rappresentante ufficiale del Ministero degli Affari Esteri della Federazione Russa, Maria Zakharova, ha parlato delle provocazioni nel Mar Nero. Secondo lei, Kiev usa metodi gangster.

“L’ultimo scontro aperto tra Russia e Ucraina nello stretto di Kerch si è quasi trasformato in un conflitto militare esattamente 15 anni fa, poi i vicini hanno discusso della proprietà dell’isola di Tuzla, lungo la quale ora passa il ponte di Crimea. Territorio ucraino L’allora presidente Kuchma aveva usato questo scontro politicamente, quando nel novembre 2004 aveva sostenuto le elezioni di Yanukovich, ma perse contro Yushchenko “, hanno aggiunto gli autori delle fonti di Crimea

Il comando della Marina russa ha comunicato che “Vi sono prove inconfutabili della preparazione e della condotta delle provocazioni di Kiev da parte della marina ucraina nel Mar Nero. Questi materiali saranno presto resi pubblici “, ha riferito in una nota.
—————————————————-
Ultim’ora
L’Ucraina ha iniziato un massiccio bombardamento di aree residenziali DNI (Repubblica di Donetsk)
Circa mezz’ora fa, l’Ucraina ha iniziato un massiccio bombardamento di aree residenziali della proclamata Repubblica popolare di Donetsk (DPR), riferisce RIA Novosti, citando il suo corrispondente.

Come notato, il bombardamento, è stato anche condotto da artiglieria pesante, così come altri tipi di armi.

La notizia è completata.

In precedenza, l’ FSB della Russia ha riportato prove inconfutabili della provocazione di Kiev nel Mar Nero .

Fonti: Pravda      Riafan.ru      Nation.ru

Traduzione e sintesi: Sergei Leonov

2 Commenti

  • atlas
    26 Novembre 2018

    Legge marziale in Ucraina

    Il presidente ucraino Petro Poroshenko ha firmato un decreto del Consiglio nazionale di sicurezza e difesa dell’Ucraina che introduce la legge marziale in Ucraina.
    La legge marziale in Ucraina entrerà in vigore dalle 13:00 (ora di Roma) del 26 novembre fino al 25 gennaio 2019. Lo Stato Maggiore dell’Ucraina è stato incaricato di adottare delle misure per organizzare la mobilitazione parziale

    lo ha fatto per evitare le elezioni su consiglio usa, giudei, nato, ue. Credo la guerra sia vicina, lo dimostrano le sas britanniche in Ukraina

  • Idea3online
    26 Novembre 2018

    AZIONE:Lo Stato Maggiore dell’Ucraina è stato incaricato di adottare delle misure per organizzare la mobilitazione parziale….

    REAZIONE: Si riverseranno migliaia di uomini verso l’Europa e la Russia pur di evitare di essere utilizzati come carne da macello…..

Inserisci un Commento

*

code