Crimini di guerra americani e britannici

Mentre i media mainstream occidentali ci inondano quotidianamente di “montaggi”, abilmente inventati e messi in scena, dalla coalizione ucraino-NATO, e che dovrebbero provare i “crimini di guerra” dei russi in Ucraina, il portavoce del Ministero degli Affari Esteri cinesi si è prodigato nel chiedere indagini sui crimini di guerra e sulle violazioni dei diritti umani commessi dal Regno Unito e dagli Stati Uniti.

Questo comunicato è interessante, non per quello che dice e che già sappiamo, ma soprattutto perché mostra lo stato d’animo dell’esecutivo cinese, di fronte alla crociata antirussa guidata dall’Occidente in Ucraina e soprattutto dimostra l’alto livello di solidarietà della Cina con la Russia.

Possiamo solo sperare che gli equivoci e lo stupidità irriducibile a cui ci hanno abituato i neoconservatori americani e i loro vassalli europei dall’inizio di questa crisi finiscano al più presto, in un modo o nell’altro… e se possibile senza troppo danni ai nostri paesi e alle nostre popolazioni. Domenico Delaward


Il portavoce del ministero degli Esteri cinese chiede indagini sui crimini di guerra del Regno Unito e degli Stati Uniti e sulle violazioni dei diritti umani
Un portavoce del ministero degli Esteri cinese ha affermato lunedì che la comunità internazionale dovrebbe condurre un’indagine approfondita sui crimini di guerra e sulle violazioni dei diritti umani commessi dal Regno Unito e dagli Stati Uniti, in modo che giustizia alle vittime innocenti e che le persone ovunque siano protette dal bullismo e dalla crudeltà .

Il portavoce Wang Wenbin ha fatto le osservazioni durante una conferenza stampa quotidiana in risposta alle notizie secondo cui membri dello Special Air Service (SAS) britannico di stanza in Afghanistan hanno “ucciso ripetutamente” prigionieri e civili disarmati e persino “hanno gareggiato tra loro per il maggior numero di uccisioni” . Le truppe sono anche sospettate di aver nascosto le scene del crimine e si dice che i funzionari abbiano insabbiato i casi.

Wang ha detto che ciò che questi rapporti rivelano è semplicemente scioccante e oltraggioso. “Le atroci violazioni dei diritti umani commesse dagli Stati Uniti e dai suoi alleati, che sfidano la coscienza umana, non sono casi isolati. Sono persistenti, sistemici e ricorrenti. »

Wang ha citato i resoconti dei media che indicano che tra il 2003 e il 2008, migliaia di civili iracheni hanno subito abusi da parte dei soldati britannici, come detenzione, percosse, umiliazioni, aggressioni sessuali e persino omicidi. Negli ultimi quasi 20 anni, gli Stati Uniti hanno lanciato più di 90.000 attacchi aerei su paesi come Afghanistan, Iraq e Siria, provocando fino a 48.000 vittime civili.

Invece di riflettere sulle loro atrocità, Wang ha detto che il Regno Unito e gli Stati Uniti stanno provando ogni mezzo per deviare l’accusa.

Crimini delle truppe USA in Afghanistan

Wang ha citato i resoconti della stampa che indicano che l’Overseas Operations Act 2021 introdotto dal parlamento britannico protegge dall’azione penale i soldati britannici che hanno commesso torture e altri gravi crimini all’estero e ostacola gli sforzi per ritenere gli autori di reati pienamente responsabili; il ministero della Difesa britannico ha affermato di aver svolto un’indagine approfondita sulle azioni dei soldati britannici in Afghanistan e Iraq, ma il 90% dei presunti crimini di guerra non è stato indagato; in precedenza, il governo degli Stati Uniti ha sanzionato i funzionari della Corte penale internazionale che avevano indagato sui presunti crimini di guerra commessi dalle truppe statunitensi nella guerra in Afghanistan.

“Quelli più espliciti nella difesa dei diritti umani si sono rivelati gli assassini più letali di civili innocenti. Ci dovrebbe essere un’indagine internazionale approfondita sui crimini di guerra e le violazioni dei diritti umani commessi dal Regno Unito e dagli Stati Uniti, in modo che la giustizia sia servita per le vittime innocenti e le persone in tutto il mondo siano protette da ulteriori atti di bullismo e crudeltà”, ha aggiunto.

fonte: Agenzia di stampa Xinhua

Traduzione Gerard Trousson

7 Commenti
  • Manente
    Inserito alle 17:40h, 25 Luglio Rispondi

    Lo scopo dell’apparato propagandistico anglo-sionista e’ quello di addossare alle loro vittime i crimini che essi commettono. E’ una tecnica collaudata che praticano con successo da oltre due secoli. Basta ricordare la spudorata campagna diffamatoria di lord Gladstone ai danni dei Borbone di Napoli, accusati da questo cialtrone di essere la “negazione di Dio”, mentre in realtà era proprio l’Inghilterra di quegli anni il paese dove le moltitudini di poveri erano tenute in stato di totale schiavitu’. E forse giunto il momento che la “nemesi storica” presenti finalmente il conto a questi criminali !

    • Pippo
      Inserito alle 10:44h, 27 Luglio Rispondi

      Esatto, oppure incolpare di tutto i soliti fantomatici “Nazisti”, che c’entrano come i cavoli a merenda.Insomma è la solita truffa, la stessa faccia tosta della feccia e canaglia bolscevica, marxista- leninista, supportata dalla finanza di stampo USA.

  • Pietro
    Inserito alle 18:58h, 25 Luglio Rispondi

    Veramente dovrebbero cominciare dalla seconda Guerra mondiale,io ho cominciato le scuole elementari nei lontani anni sessanta del secolo scorso e ricordo che a scuola, c’erano manifesti che scrivevano di stare attenti agli ordigni bellici,oltre alle foto di munizioni bombe a mano et similia, c’erano anche foto di Penne a sfera e caramelle esplodenti,, naturalmente queste ultime erano destinate ai bambini che disgraziatamente li avessero trovati. Che siano maledetti infami porci

    • Giorgio
      Inserito alle 07:53h, 26 Luglio Rispondi

      Verissimo Pietro …. anche io ero alle elementari negli anni sessanta ….
      Auspico un bel cappio al collo a tutti i presidenti usa succedutisi dal dopoguerra ad oggi ….

  • sergio
    Inserito alle 21:12h, 25 Luglio Rispondi

    Finalmente qualcuno che ha il coraggio di dire le cose che non si potevano dire da diversi anni.

  • giuseppe peluso
    Inserito alle 22:30h, 25 Luglio Rispondi

    Dopo quello che hanno fatto in tutti i continenti per decenni, a chi danno lezioni di morale e di rispetto dei diritti gli anglosassoni ? e se l’Ucraina fosse per loro un altro Irak, un altro Afganistan ?

  • antonio
    Inserito alle 14:14h, 26 Luglio Rispondi

    no sanzioni a Russia – sanzioni a USA GB UE ed IsraHell

Inserisci un Commento