Crimini di guerra americani e britannici

Mentre i media mainstream occidentali ci inondano quotidianamente di “montaggi”, abilmente inventati e messi in scena, dalla coalizione ucraino-NATO, e che dovrebbero provare i “crimini di guerra” dei russi in Ucraina, il portavoce del Ministero degli Affari Esteri cinesi si è prodigato nel chiedere indagini sui crimini di guerra e sulle violazioni dei diritti umani commessi dal Regno Unito e dagli Stati Uniti.

Questo comunicato è interessante, non per quello che dice e che già sappiamo, ma soprattutto perché mostra lo stato d’animo dell’esecutivo cinese, di fronte alla crociata antirussa guidata dall’Occidente in Ucraina e soprattutto dimostra l’alto livello di solidarietà della Cina con la Russia.

Possiamo solo sperare che gli equivoci e lo stupidità irriducibile a cui ci hanno abituato i neoconservatori americani e i loro vassalli europei dall’inizio di questa crisi finiscano al più presto, in un modo o nell’altro… e se possibile senza troppo danni ai nostri paesi e alle nostre popolazioni. Domenico Delaward


Il portavoce del ministero degli Esteri cinese chiede indagini sui crimini di guerra del Regno Unito e degli Stati Uniti e sulle violazioni dei diritti umani
Un portavoce del ministero degli Esteri cinese ha affermato lunedì che la comunità internazionale dovrebbe condurre un’indagine approfondita sui crimini di guerra e sulle violazioni dei diritti umani commessi dal Regno Unito e dagli Stati Uniti, in modo che giustizia alle vittime innocenti e che le persone ovunque siano protette dal bullismo e dalla crudeltà .

Il portavoce Wang Wenbin ha fatto le osservazioni durante una conferenza stampa quotidiana in risposta alle notizie secondo cui membri dello Special Air Service (SAS) britannico di stanza in Afghanistan hanno “ucciso ripetutamente” prigionieri e civili disarmati e persino “hanno gareggiato tra loro per il maggior numero di uccisioni” . Le truppe sono anche sospettate di aver nascosto le scene del crimine e si dice che i funzionari abbiano insabbiato i casi.

Wang ha detto che ciò che questi rapporti rivelano è semplicemente scioccante e oltraggioso. “Le atroci violazioni dei diritti umani commesse dagli Stati Uniti e dai suoi alleati, che sfidano la coscienza umana, non sono casi isolati. Sono persistenti, sistemici e ricorrenti. »

Wang ha citato i resoconti dei media che indicano che tra il 2003 e il 2008, migliaia di civili iracheni hanno subito abusi da parte dei soldati britannici, come detenzione, percosse, umiliazioni, aggressioni sessuali e persino omicidi. Negli ultimi quasi 20 anni, gli Stati Uniti hanno lanciato più di 90.000 attacchi aerei su paesi come Afghanistan, Iraq e Siria, provocando fino a 48.000 vittime civili.

Invece di riflettere sulle loro atrocità, Wang ha detto che il Regno Unito e gli Stati Uniti stanno provando ogni mezzo per deviare l’accusa.

Crimini delle truppe USA in Afghanistan

Wang ha citato i resoconti della stampa che indicano che l’Overseas Operations Act 2021 introdotto dal parlamento britannico protegge dall’azione penale i soldati britannici che hanno commesso torture e altri gravi crimini all’estero e ostacola gli sforzi per ritenere gli autori di reati pienamente responsabili; il ministero della Difesa britannico ha affermato di aver svolto un’indagine approfondita sulle azioni dei soldati britannici in Afghanistan e Iraq, ma il 90% dei presunti crimini di guerra non è stato indagato; in precedenza, il governo degli Stati Uniti ha sanzionato i funzionari della Corte penale internazionale che avevano indagato sui presunti crimini di guerra commessi dalle truppe statunitensi nella guerra in Afghanistan.

“Quelli più espliciti nella difesa dei diritti umani si sono rivelati gli assassini più letali di civili innocenti. Ci dovrebbe essere un’indagine internazionale approfondita sui crimini di guerra e le violazioni dei diritti umani commessi dal Regno Unito e dagli Stati Uniti, in modo che la giustizia sia servita per le vittime innocenti e le persone in tutto il mondo siano protette da ulteriori atti di bullismo e crudeltà”, ha aggiunto.

fonte: Agenzia di stampa Xinhua

Traduzione Gerard Trousson

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM