Cresce la preoccupazione per le forze spaziali statunitensi

di Faouzi Oki

«Se non abbiamo spazio, perderemo” (Saltzman, capo delle forze spaziali statunitensi)

Il Pentagono ha appena iniziato il suo programma per espandere le sue capacità belliche nello spazio, dopo essersi convinto che i progressi della Cina e della Russia nelle operazioni spaziali rappresentano una minaccia crescente per le forze e le basi statunitensi a terra, così come per i satelliti.

Mentre i dettagli dei passi del Pentagono in questa direzione rimangono strettamente confidenziali, i funzionari del Dipartimento della Difesa hanno riconosciuto che le mosse degli Stati Uniti rappresentano un cambiamento nelle operazioni militari dopo che lo spazio è diventato un campo di battaglia.

Gli Stati Uniti, secondo il New York Times, non faranno più affidamento sui satelliti militari per le comunicazioni, la navigazione, il tracciamento e l’identificazione delle minacce. I funzionari del Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti hanno affermato in interviste e discorsi alla stampa che gli Stati Uniti stanno cercando di possedere nuovi strumenti sulla Terra e nello spazio per proteggere la rete satellitare dagli attacchi e, se necessario, nonché per produrre strumenti per disabilitare un veicolo nemico nello spazio. La nuova strategia è completamente diversa dai precedenti programmi spaziali militari in quanto si concentra sull’espansione delle capacità offensive ed è ben lontana dal programma di difesa di Star Wars degli anni ’80, che non è stato implementato e si è concentrato sull’uso dei satelliti per proteggere gli Stati Uniti da un attacco missilistico nucleare.

«Dobbiamo proteggere le nostre capacità nello spazio, oltre a possedere le capacità per impedire al nemico di usare le sue capacità e se non abbiamo il controllo dello spazio, perderemo”, ha dichiarato il generale Chance Saltzman, direttore delle operazioni spaziali per le forze spaziali, nel marzo 2024.

La Space Forces è un’agenzia creata nel 2019 come nuova branca della US Air Force. I funzionari del Pentagono hanno recentemente annunciato una valutazione da parte del Direttorato dell’Intelligence Nazionale secondo cui Russia e Cina hanno recentemente testato sistemi laser terrestri ad alta energia, missili anti-satellite e satelliti manovrabili che potrebbero interrompere le capacità degli Stati Uniti nello spazio.

La preoccupazione si è intensificata dopo le notizie sul possibile sviluppo da parte della Russia di un’arma nucleare spaziale, che potrebbe distruggere satelliti civili e militari in orbita intorno alla Terra, oltre all’uso da parte della Russia di tecniche di ostruzione elettronica e disturbo nella guerra in Ucraina, che ha colpito le armi statunitensi in diverse occasioni.

Da parte sua, Frank Kendall, segretario dell’aeronautica statunitense, ha sottolineato che “la Cina ha una serie di capacità spaziali progettate per colpire le nostre forze e non saremo in grado di operare nella regione del Pacifico occidentale senza sconfiggere queste capacità”. Il generale Stephen Whiting, che sovrintende al Comando Spaziale degli Stati Uniti, aggiunge: “La Cina ha triplicato la sua rete di sorveglianza e raccolta di informazioni dal 2018 ed è diventata come una rete omicida sull’Oceano Pacifico per cercare, tracciare e prendere di mira le capacità militari dell’America e dei suoi alleati.
La Russia e la Cina hanno negato le accuse e hanno affermato che gli Stati Uniti stanno spingendo per la militarizzazione dello spazio. Il mese scorso, i due paesi hanno esortato il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite a impedire il posizionamento di armi nello spazio.

Gli Stati Uniti stanno lavorando per modernizzare i loro sistemi di terra che consentono loro di bloccare le onde radio per interrompere le comunicazioni del nemico con i loro satelliti. Secondo le ultime informazioni di intelligence, il Pentagono sta perseguendo un obiettivo ambizioso: affrontare le minacce nemiche nello spazio, proprio come la Marina fa negli oceani e l’Aeronautica nei cieli. Uno degli obiettivi più importanti per gli Stati Uniti è quello di proteggere le forze, cioè di eliminare qualsiasi minaccia che i satelliti nemici potrebbero rappresentare ed eliminarli prima che le forze di terra raggiungano il fronte di battaglia.

Ci sono indicazioni che il Pentagono stia cercando di possedere una superarma anche se mantiene le cose segrete. Un recente rapporto dell’ex generale di brigata della Space Force Charles Galbraith indica 3 esempi che potrebbero interrompere la rete satellitare del nemico. Questi includono attacchi informatici, l’uso di potenti armi laser, sia terrestri che spaziali, e armi che funzionano con le onde a microonde.

Faouzi Oki

Traduzione: Luciano Lago

6 commenti su “Cresce la preoccupazione per le forze spaziali statunitensi

  1. Le Forze Aerospaziali Russe operavano in Siria massacrando caterve di ratti filoccidentali, e gli americani ne copiarono la denominazione ! La carenza tecnologica americana, il cosiddetto gap, dovuta allo stesso Sistema al potere, può solo tentare, ma non ha i mezzi per avere la supremazia. E’ troppo tardi. Mi risulta che la Russia e la Cina hanno da anni investito nel settore spaziale militare. So che la Cina ha accecato temporaneamente un satellite americano che la sorvolava………………….

  2. Gli Usa dimenticano l’India.
    Quest’ultima sta sviluppando velocemente, tecnologia spaziale.
    Anche l’Iran non scherza.
    Bisogna considerare, che gli Usa e l’occidente collettivo non hanno molto tempo a loro disposizione.
    Quindi, tutte ste fantasie resteranno nei loro hei cassetti

  3. Molto tardivamente gli USA hanno capito di NON avere più il MONOPOLIO SPAZIALE CIVILE E MILITARE !
    La Cina furtivamente ha raggiunto capacità spaziali uguali e forse superiori a quelle USA e di RUSSIA !
    La Cina dispone di una montagna soldi e di industrie al” avanguardia e di materie prime ed energetiche illimitate Russe a buon mercato tutto ciò si traduce che in campo spaziale la Cina potrebbe sorpassare gli USA e anche tutti i paesi satelliti della NATO !
    Anche l” India ha un suo programma spaziale molto avanzato realizzato in buona parte grazie tecnologia spaziale Sovietica e anche della Russia attuale !
    Recentemente Iran e Nord Corea anche loro hanno creato dal nulla il loro programma spaziale con Missili fatti in casa e satelliti fatti in casa !
    Poiché il monopolio USA & NATO spaziale quasi totale è stato rimesso in discussione da Russia-Cina-India e perfino Iran e Nord Corea gli USA per mantenere il monopolio gli USA si mettono a fare ricatti Nucleari Spaziali !
    Minacciando di mettere in orbita armi nucleari USA oppure di lanciare satelliti USA predisposti ad eliminare i satelliti Cinesi-Russi-Indiani-Coreani-Iraniani !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM