Craig Murray: La spinta alla guerra

In Occidente, qualsiasi deviazione da qualsiasi punto dell’architettura delle convinzioni neoliberiste è una sfida all’intero sistema e quindi deve essere sradicata.

Tanto eloquente è l’alzata di spalle collettiva con cui i media e la classe politica occidentali hanno segnalato il tentato omicidio del primo ministro slovacco Robert Fico (nella foto in alto).

Riuscite ad immaginare l’indignazione e l’emozione che sarebbero state espresse dalle potenze occidentali se non fosse stato Fico, ma un leader filo-ucraino e anti-russo all’interno dell’UE ad essere stato attaccato? I nuovi ordini di armi che sarebbero stati presentati ai produttori di armi, le truppe che sarebbero state schierate, le sciabole che sarebbero state tintinnanti?

Invece i media ci dicono che Fico si è opposto all’invio di armi in Ucraina e si è opposto alle minacce alla Russia. Ci viene detto che non ha accettato la narrativa mainstream sulle vaccinazioni anti-Covid. I media non dicono che meritasse di essere fucilato, ma lo fanno molto, molto vicino.

Gli altri leader europei hanno seguito la forma corretta nel rilasciare dichiarazioni di shock e disgusto per l’attacco a Fico, ma sono state formali e superficiali. Il messaggio “non proprio uno di noi” era molto chiaro.

Esiste ora un insieme ordinato di convinzioni neoliberiste a cui chiunque in una nazione occidentale che partecipa alla cosa pubblica deve sottoscrivere, altrimenti sarà segnato oltre ogni limite.

Non sottoscrivere tutte queste convinzioni ti rende un “populista”, un “teorico della cospirazione”, un “burattino di Putin” o un “utile idiota”.

Queste sono alcune delle “credenze chiave”:

No. 1) La ricchezza è creata solo da un piccolo numero di capitalisti ultra-ricchi dai quali, in ultima analisi, dipende l’occupazione di tutti gli altri.
No. 2) Le leggi che governano le strutture finanziarie devono quindi tendere a concentrare la ricchezza su questi individui, affinché possano utilizzarla come preferiscono.
No. 3) La moneta creata dallo Stato deve essere concentrata e distribuita solo a istituzioni finanziarie private.
No. 4) La spesa pubblica è sempre meno efficiente della spesa privata.
N. 5) Russia, Cina e Iran rappresentano una minaccia esistenziale per l’Occidente. Ciò comprende sia una minaccia economica che una minaccia fisica e militare.
N. 6) Il colonialismo è stato un vantaggio per il mondo, portando sviluppo economico, commercio e istruzione alle persone di culture inferiori.
N. 7) L’Islam è una minaccia ai valori occidentali e allo sviluppo mondiale.
No. 8) Israele è un progetto necessario per diffondere i valori occidentali nel Medio Oriente incivile.
No. 9) La sicurezza richiede di dedicare ingenti risorse alla produzione di armi e alla guerra continua.
No. 10) Niente deve minacciare gli interessi dell’industria militare e degli armamenti. Nessuna battaglia contro la corruzione o la criminalità può prevalere sulla necessità che il complesso militare-industriale di sicurezza sia completamente incontrastato e supremo al suo interno.

Ortodossie dipendenti

All’interno di questa architettura di credenze, dipendono altre ortodossie, come il modo corretto di rispondere a una pandemia complessa, o il sostegno alla NATO e l’impunità per i servizi di sicurezza. (Il sostegno a Israele è probabilmente meglio descritto come un punto dipendente, ma dato che il tema di Gaza è così importante in questo momento, l’ho spostato figurativamente nella struttura principale).

Qualsiasi deviazione su qualsiasi punto di convinzione è una sfida per l’intero sistema e quindi deve essere sradicata. Noterai che non c’è assolutamente spazio, all’interno di questa architettura di pensiero, per valori come la libertà di parola o la libertà di riunione. Semplicemente non si adattano. Né è possibile incorporare in questa architettura la democrazia reale, che darebbe alle persone la scelta di cosa credere.

Se accetti questa architettura di pensiero, allora devi sostenere che il genocidio di Gaza è una buona cosa, e minaccia l’intera struttura se affermi che non è una buona cosa. Ecco perché abbiamo assistito allo spettacolo di politici che sfidano e poi reprimono il proprio popolo, disposti a mettere tutto il proprio capitale politico al servizio del sionismo genocida.

Le parole faticano a trasmettere gli orrori che tutti abbiamo visto a Gaza, e non diminuisce in alcun modo la terribile sofferenza né la portata del crimine osservare che ha causato una grave spaccatura nel sistema di credenze neoliberiste che non può essere nascosta alla gente. .

Gaza ha conseguenze che portano a mettere in discussione tutto il sistema. Perché Tik Tok viene bandito per impedire alle persone di ottenere informazioni su Gaza? Perché è un problema che la piattaforma sia di proprietà della Cina?

Cosa ha fatto la Cina per renderla un nemico? La Cina non ha progetti militari nei confronti dell’Occidente. Tra gli acquisti recenti che la maggior parte di noi ha effettuato in beni fisici, un’elevata percentuale proviene dalla Cina. Perché un importante partner commerciale è un “nemico”?

Perché la Russia è nostra nemica? L’idea che l’esercito russo sbarcherà sul Wash è del tutto inverosimile. Lo stato russo, nel corso di secoli e regimi estremamente diversi, non ha mai avuto il minimo desiderio di invadere le isole britanniche. Nel Regno Unito, sotto vari governi, da quasi tre secoli i ciarlatani invocano la minaccia di un’invasione russa per giustificare maggiori spese per la difesa.

Perché proprio la necessità di avere “nemici”?

Craig Murray è un autore, conduttore televisivo e attivista per i diritti umani. È stato ambasciatore britannico in Uzbekistan dall’agosto 2002 all’ottobre 2004 e rettore dell’Università di Dundee dal 2007 al 2010.
Questo articolo è di CraigMurray.org.uk.

Traduzione: Luciano Lago

5 commenti su “Craig Murray: La spinta alla guerra

  1. A capo dell’occidente, c’è la dinastia dei Rockefeller. Negli anni 50 l’erede della dinastia era Michael Rockefeller. Egli era appassionato di arte negra tribale e raccoglieva reperti in giro per il mondo per il Museo di Storia Naturale di New York. Nel 1961, con un amico fu nella Nuova Guinea presso una tribù di cannibali. Ci sono ancora le foto dove è circondato con affetto dai membri della tribù. Fu ucciso e mangiato dai cannibali. Girano voci che morì annegato e che non si trovò nulla del corpo. Vi accludo un sito in italiano per alcune notizie. In realtà c’è molta censura. Ho alcuni dei dati introvabili e ve li racconterò.
    https://www.commentimemorabili.it/la-triste-storia-di-michael-rockefeller-lerede-miliardario-divorato-dai-cannibali/

  2. Che totale sfacelo morale. Anche solo sottintendere che Fico si fosse in qualche modo cercato tale destino, essendo un novax filoputiniano e’ qualcosa d’ assolutamente terribile. Il pensiero unico, come le api d’ un alveare mondiale. Concetto antitetico alla libertà. Aborro. La Russia ed i Brics devono prevalere e prevarranno, per un mondo più giusto.

  3. I 10 punti elencati nell’articolo di Murray sono incontestabili ! Una delle poche mosche bianche in quel marcio paese che è la G.B. !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM