Covid-19. Una occasione unica per le misure di emergenza e di “controllo sociale”

di Luciano Lago

La psicosi scatenata per l’epidemia del Coronavirus (Covid-19) in Italia come in altri paesi non ha precenti che si ricordino a memoria d’uomo, un fenomeno mediatico di grande portata che assorbe tutti i discorsi e le informazioni trasmesse costantemente dai media.
Se si deve indagare su come sia nata l’epidemia, ci sono tante teorie sulla malattia del coronavirus quante sono le persone che ne parlano. È un virus naturale dicono alcuni. No, è un’arma biologica artificiale, dicono altri. È meno mortale dell’influenza normale . No, è peggio dell’influenza spagnola ! Proviene da un pipistrello volante, è una specie di AIDS !! Quante ne vuoi ne metti….

La realtà è quella che, pur non conoscendo la verità su cosa sia veramente questo virus o da dove provenga, il panico che ha fatto scatenare fra la gente è un fenomeno di massa che si presta a varie interpretazioni.
Questa psicosi di massa che si registra nei comportamenti del pubblico e che sconfina in un vero senso di angoscia e di paura, porterà delle conseguenze che saranno molto peggiori di quanto di male la stessa malattia possa causare. Facile previsione.
Come abbiamo rilevato più volte, un attacco di arma biologica (reale o artificiale) è la copertura perfetta per una serie di punti dell’ordine del giorno nella lista di azioni di controllo sociale da parte della elite di potere globale. Quanto più si scatena il panico fra la popolazione, tanto più si possono prendere misure che sarebbero impensabili in una situazione ordinaria. Una occasione così di certo non se la lasceranno scappare.
Non è quindi un caso che, proprio in questi giorni, siano stati varati dal Governo italiano (e presto da altri governi europei) una serie di misure eccezionali:
1) Sorveglianza e controllo senza precedenti della popolazione
Le misure vanno dall’obbligo della quarantena per quanti siano sospetti di probabile contagio al divieto di assembramenti pubblici, manifestazioni politiche, sindacali, artistiche, culturali, ecc…
Oltre a queste misure ci sono molti metodi di controllo e schedatura mediante strumenti innovativi come Skinet ed altre applicazioni tecnologiche che permettono di individuare gli evasori della misura di quarantena.
Non escluso l’utilizzo di droni volanti che possono identificare le persone che contravvengono ai divieti, telecamere che tracciano i movimenti, registrazione e controllo degli spostamenti di ogni persona mediante smartphone, carte di credito, tessere magnetiche ed altro. In aggiunta a questo ci sono la facoltà del governo di espropriare alberghi e strutture private per fornire alloggi provvisori per i soggetti in quarantena e il reclutamento obbligatorio di personale sanitario.
Il punto vero è quello di determinare se, quando tutto sarà finito, il governo accantonerà semplicemente queste tecnologie e sistemi o piuttosto se il controllo non verrà normalizzato.
Facile pensare che accadrà in modo analogo a quanto si era disposto per le misure di sicurezza imposte dopo l’11 Settembre negli aeroporti. Da misure eccezionali, i controlli a scanner, i metal detector, i divieti di portare liquidi, le ispezioni corporali, ecc.. sono divenute ormai misure ordinarie standard valide per tutti i viaggiatori.
Lo stesso sarà per le misure adottate in occasione del Coronavirus.

2) Un grande business per Big Pharma e l’OMS
Non è difficile scommettere su chi trarrà beneficio dal clima di emergenza determinato dall’epidemia: ovviamente i benefici andranno all’OMS e alle grandi corporation dei farmaci. . L’Organizzazione mondiale della sanità, ovvero l’organismo delle Nazioni Unite ha il compito di dirigere la salute internazionale e guidare la risposta alle preoccupazioni per la salute globale, l’OMS accresce sempre il suo potere sulla scia di ogni crisi.
Vale la pena osservare i precedenti che hanno riguardato l’epidemia di influenza suina e la diffusione del virus di Ebola , come anche la zika (il “vengue” in centro America) trasmessa da zanzare, allora l’OMS era guidata dal direttore generale Margaret Chan. Accadde proprio sotto il controllo di Chan, ricordiamo, quando l’OMS aveva dichiarato che l’epidemia di influenza suina del 2009 era una “pandemia globale”, una mossa che aveva innescato automaticamente miliardi di dollari di acquisti di vaccini da parte di vari governi. Si trattava di una palese speculazione finanziaria, tanto che, persino il Consiglio d’Europa è stato costretto a notare che i membri del consiglio dell’OMS che avevano fatto la dichiarazione di pandemia erano anche seduti nei CDA delle grandi case di produttori di vaccini che avrebbero beneficiato di quella decisione.
Come gli osservatori hanno rilevato, per il Covid-19, l’OMS sta giocando la mossa della dichiarazione di pandemia, sembra però che questa volta la sua motivazione è esattamente l’opposto. Nel 2017, la Banca mondiale ha emesso un’obbligazione da $ 425 miliardi a sostegno del suo meccanismo di finanziamento di emergenze pandemiche. Questo spiega , come alcuni dicono , perché l’OMS stia rifiutando di chiamare il coronavirus una pandemia, nonostante ne soddisfi abbastanza chiaramente i criteri. Dichiarare il Coronavirus un pandemia prima della scadenza delle obbligazioni, farebbe rimettere agli investitori il valore delle emissioni.

Tedros Ghebreyesus OMS


Attualmente chi dirige la OMS è un tal Tedros Adhanom Ghebreyesus, un politico e accademico etiope che, come osserva l’analista William Engdahl , è il primo direttore generale dell’OMS che non è neppure un medico. Questo Tedros è un biologo laureatosi ad Asmara, in Eritrea, dove ha ricoperto un ruolo pubblico come ministro della Salute sotto il regime di Mengistu e poi sotto la direzione del Primo Ministro Meles Zenawi.
Tedros ha avuto la fortuna di entrare in collaborazione con i Clinton e con la “Clinton Foundation” e la sua “Clinton HIV / AIDS Initiative” (CHAI). Come non bastasse ha anche sviluppato una stretta relazione con la Fondazione Bill e Melinda Gates. Come ministro della sanità, Tedros avrebbe anche presieduto il Fondo globale per la lotta all’AIDS, alla tubercolosi e alla malaria, che è stato co-fondato dalla Fondazione Gates. Tale Fondo globale è stato contrassegnato da scandali di frode e corruzione . Non è un caso che queste fondazioni sono i maggiori donatori dell’OMS e sono collegati ai complessi del Big Pharma dove si stanno elaborando gli studi per immettere sul mercato i primi vaccini contro il Covid-19.
Quello sarà un business da miliardi di dollari dove tutti i governi si stanno mettendo il lista per prenotare gli acquisti. Si può immaginare il profumo di miliardi che si respira negli uffici dell’OMS dei suoi addetti che non risulta siano dei “buoni samaritani” delle medicina internazionale.
Per non parlare di un altro effetto non secondario che la pandemia globale offre ai governi: un buon pretesto per militarizzare la Sanità Pubblica.
I governi possono, sulla base dell’emergenza, emanare leggi che consentirebbero loro di instaurare la legge marziale in caso di pandemia globale. Questo consentirebbe loro di mettere in quarantena e incarcerare i cittadini sospettati di infezione e permetterebbe al governo di somministrare qualsiasi farmaco (comprese le vaccinazioni) ritenuto necessario per arrestare la diffusione dell’infezione.

Controlli sanitari e di sicurezza


Non è una pura ipotesi ma è alla base di un progetto già inserito nella legislazione USA, si chiama “The Model State Emergency Health Power Act”. Si tratta di un atto legislativo che è stato redatto dal Center for Disease Creation (CDC). Il progetto conferisce al governo il potere di mettere in quarantena, obbligare alla vaccinazione obbligatoria e mobilitare i militari per aiutare ad attuare le procedure di emergenza ritenute necessarie per contenere l’epidemia.
Oltre a questo sarà possibile perseguire ed incriminare tutti coloro che diffonderanno notizie false o atte a turbare l’ordine pubblico e, in questa perifrasi, è contenuta qualsiasi forma di dissenso dalle misure di emergenza che potrà essere interpretata a discrezione dell’autorità.
Non sembra già in buona parte lo scenario a cui stiamo assistendo in questi giorni in Italia?
Attualmente anche la Gran Bretagna, la Francia, gli Stati Uniti e altri paesi stanno rispolverando i loro piani di emergenza e si stanno preparando per entrare nel sistema della legge marziale per “esigenze sanitarie” , naturalmente solo per quelle e, se lo dicono i governi al servizio della elite, ci possiamo ben credere.

7 Commenti

  • Alvise
    7 Marzo 2020

    Il gov. abusivo sta per attuare la zona rossa in 11 province lombarde. Per le strade di Milano vedo poca gente che cammina inebetita e sospettosa, nei supermercati non va meglio, sui volti delle persone si legge lo sgomento misto a paura. Cosa deve accadere ancora?

    • atlas
      8 Marzo 2020

      io ieri sera me ne sono andato a bere 2 buone pinte di birre artigianali con mio cognato all’old fox in p.zza Sant’Agostino e non ho notato nulla di particolare tranne un’essere da nulla che voleva fare lo spiritoso straparlando di non avvicinarsi al bancone, roba che se anzichè mio cognato che è un tranquillo se solo avevo UNO solo dei miei paesani Duo Siciliani gli distruggevo il locale, solo meno traffico. L’altro ieri lo stesso: sono andato coi mezzi in centro prima facendomi a piedi tutto c.so Buenos Aires, poi alla Tunisair: solo un pò meno gente in metro e basta. Pochissimi con le mascherine. L’OMS non aiuta, anzi, come tutte le istituzioni internazionali da sempre fa il suo s porco lavoro giudagliesco

      • atlas
        8 Marzo 2020

        non so dove e con chi sei stato tu alvise. So solo che se continua così io me ne vado a Gallipoli molto prima del previsto

        • Silvia
          8 Marzo 2020

          Beato Lei che puo’ andare a Gallipoli (forse). Noi Lombardi siamo prigionieri.

          • atlas
            8 Marzo 2020

            se lei fosse stata tunisina o negroide, bella, giovane, sapesse cucinare bene, lavare i piatti, parlasse poco, dormisse tanto, sarebbe la benvenuta. Ci sono 2 bagni e 3 camere da letto per la riservatezza di ognuno, ma anche un bel giardino tutto in fiore (da pulire)

            ma sei lombarda, ti posso consigliare una lettura di Silvio Pellico o l’agopuntura

            poi ci sono sempre le preghiere del santo padre alla tivvù

    • adalberto
      8 Marzo 2020

      Deve accadere ancora che: in concomitanza per quanto sta succedendo, guarda che combinazione, ci sono le manovre nato che porteranno in Veneto e propabilmente Lombardia almeno 30.000 soldati a maggioranza americani delle truppe nato e mezzi blindati per le esercitazioni, da quello che leggo in giro, e più propabile che si tratti di un vero attacco alla Russia sotto finta esercitazione o prove di attacco, perché propabilmente queste truppe non andranno più via dall’Europa, e poi si é sempre detto che la terza guerra mondiale si sarebbe combattuta in europa. E poi guarda caso, per tenerli impegnati per attaccarli dopo, la maggiore diffusione del covid 19 si é avuta in Cina, Iran e Italia per aver firmato il trattato “la via della seta” che tempismo, sicuramente queste truppe sono state già vaccinate il che ti fa capire che il vaccino “loro” lo avevano già, altrimenti come fai a mandare tanti soldati in una regione infestata da un epidemia senza che si ammalino tutti di un virus reso così contagioso. Tutto questo avviene sotto i nostri occhi e noi li lasciamo fare senza opporci, vogliamo che l’europa sia devastata da un altra guerra, dopo che siamo riusciti a raggiungere un po di pace e benessere, solo per far arricchire ulteriormente le banche e l’oligarchia mondiale a nostre spese, penso proprio di no, dobbiamo mobilitarci e opporci a questo, virus o non virus.

  • rosanna
    27 Marzo 2020

    io sono d’accordo ma nessuno dice a quelli come me cosa possiamo fare per opporci. in questo periodo ho perso tre quarti fra parenti amici e conoscenti che gia’ hanno sollevato un muro invalicabile convinti che e’ tutto fatto per il nostro bene e nulla li potra’ convincere a cambiare idea perche’ per loro la tv e la stampa sono la bibbia. ed ecco il lavaggioo del cervello e’ servito.

Inserisci un Commento

*

code