Cosa hanno mai dato i palestinesi al mondo?

di Kevin Barret

Perché prestiamo così tanta attenzione alla lotta dei Palestinesi contro il sionismo.
Un sionista, disperato per scusare la sua partecipazione al genocidio dei palestinesi, recentemente interrogato su tale questione ha fatto un raffronto sulla quantità di premi nobel ottenuti dagli esponenti israeliani e le innovazioni teconologiche apportate da questi…

La stessa persona si chiede_ Cosa hanno mai dato i palestinesi al mondo?

https://en.wikipedia.org/wiki/List_of_Israeli_Nobel_laureates

La nostra risposta :

I palestinesi hanno dato al mondo qualcosa di più prezioso di qualsiasi innovazione tecnologica o progresso sociale. Ci hanno dato il più grande esempio di resistenza al genocidio in tutta la storia umana. Non c’è mai stato un caso così sorprendente ed esemplare di resistenza prolungata al male che possa essere paragonato alla lotta palestinese basata sui principi e tenace contro gli invasori fanatici provenienti da tutti i mari che si sono impegnati in una missione di espulsione e sterminio.

I palestinesi stanno lottando per preservare la loro bella cultura e tradizioni. Ma stanno anche lottando per un mondo migliore, un mondo in cui invasioni, espropri e genocidi non avranno più un posto. I sionisti, che non hanno scuse legittime per il loro rapace furto della terra di un altro popolo, ricadono sullo stanco ritornello: “Migliaia di nazioni hanno commesso migliaia di espropri e genocidi! Attila degli Unni lo ha fatto! Quindi perché non dovremmo farlo noi? Se ci critichi invece di Attila, devi essere un antisemita! “La risposta palestinese, non solo parlata, ma vissuta e recitata, è:” Non accetteremo più un mondo in cui il genocidio è la norma, lo sfruttamento è onnipresente, e l’oppressione è la regola.

Nel mobilitare il mondo dietro la nostra giusta causa, stiamo anche radunando il mondo per sollevarci dall’ingiustizia, dall’oppressione,

La lotta per la Palestina è la lotta per la giustizia universale e l’umanità. Quando alla fine trionfa, l’esempio palestinese illuminerà il mondo intero. Gli storici del futuro considereranno i palestinesi come le persone che, attraverso la loro lotta multi generazionale per la giustizia, hanno aperto la strada a un futuro vitale e genuinamente umano per l’intero pianeta.

Fonte: Quora.com

di Kevin Barret

Traduzione : Luciano Lago

5 Commenti

  • Woland
    9 Marzo 2019

    I premi nobel sono assegnati da una giuria di premi nobel.
    Il fatto che ci sia un numero esagerato di nobel ebraici dimostra una sola cosa: che li hanno assegnati per nepotismo, ben al di là di ogni merito effettivo.
    In effetti persino Begin, terrorista e dirigente del gruppo terrorista Irgun ebbe il premio nobel per la pace.

  • Daniel Z
    9 Marzo 2019

    Pffff.LOL. ricordatevi prima che prima di 48 , prima dei esistenza di Israël, questa terra si chamava Palestine. La sua baniera era Bianca e blu con la stella di Davide. I palestinesi erravono ebrei. E solo ne le anni 70 che il pomelo palestinesi e stato reinventato con Arafat che era in fatto un egitiano.
    Il génocido e un altra truffa. In 48 l’ UNRWA , organismo delle UN , no esistava l ONU, a contato 540.000 refugiati. Adesso soni 4.500.000.. Non e proprio la definizione di un genocido.
    Si i palestinesi erravono un popolo. Qui pottrebbe nominare uno re o un présidente o una persona conosciuta palestinese. Netanyahu, Dayan, Sharon, soni nati palestinesi.

    • atlas
      10 Marzo 2019

      credo non manchi molto a che ti catturino e riportino nel circo dal quale sei scappato

  • amadeus
    10 Marzo 2019

    e cosa potranno mai dare al mondo ridotti in quello stato dal sionismo più feroce?! Magari é il mondo che dovrebbe dare a loro la libertà negata da una feroce e ingiusta tirannia.

  • atlas
    11 Marzo 2019

    cosa hanno mai dato i giudei al mondo ? Solo una grande democrazia. Quella che permise di scegliere barabba.

Inserisci un Commento

*

code