Convulsioni e infiammazioni cerebrali: un medico ricoverato in ospedale dopo aver ricevuto il vaccino Pfizer


Un medico specialista in Messico, una dottoressa di 32 anni che ha ricevuto il vaccino Pfizer è stata ricoverata d’urgenza in un’unità di terapia intensiva in preda a convulsioni, difficoltà respiratorie e possibile infiammazione cerebrale, lo ha riferito il Ministero della salute del paese (non è quella della foto sopra).

“Il medico di trentadue anni che ha ricevuto il vaccino COVID-19 dalla Pfizer è attualmente ricoverato nel reparto di terapia intensiva … dopo aver sviluppato eruzioni cutanee, convulsioni, debolezza muscolare e difficoltà respiratorie entro mezz’ora dalla vaccinazione”, ha riferito il Ministero.

Le ragioni di questa reazione sono attualmente allo studio. La diagnosi preliminare è l’encefalomielite (infiammazione del midollo spinale o del cervello). Le condizioni della paziente sono stabili, riceve farmaci per ridurre l’attività dei processi infiammatori.

In precedenza, il medico aveva avuto reazioni allergiche a determinati farmaci ma questo non gli aveva impedito di farsi iniettare il vaccino.
Questo incidente è uno dei più gravi segnlati fra le numerose reazioni avverse che si sono manifestate fra le persone sottoposte al vaccino della Pfizer.


Nota: Per questo motivo in vari paesi sono insorte alcuni organismi in rappresentanza di medici e infermieri che hanno segnlato la pericolosità di questo vaccino che non risulta aver fatto in un tempo ragionevole il periodo di sperimentazione che normalmente viene effettuato sui vaccini prima che siano messi in commercio. Questo considerando anche che le caratteristiche di questo vaccino sono innovative rispetto i vaccini tradizionali in quanto agisce sul RnA e sul codice genetico delle persone.
In Italia ci sono reazioni critiche all’ipotesi di obbligo di vaccinazione con questa tipologia di vaccini e vari comitati di giuristi e di specialisti sanitari osservano che la somministrazione di un farmaco sperimentale contro la volontà di un soggetto è inequivocabilmente in contrasto non solo con l’art. 32 della Costituzione ma anche del Codice di Norimberga che fu utilizzato per definire la base giuridica della medicina nazista e delle sue sperimentazioni che furono condannate nel Tribunale di Norimberga.

Questo obbligo di vaccinazione obbligatoria eccheggia la possibilità di inserire subdolamente dei principi che sono propri dell’eugenetica che già inizia a essere attuato in alcuni paesi europei con la selezione degli embioni , la fecondazione artificiale e, in acuni paesi, con la legittimazione del’eutanasia.

Riportiamo l’articolo del giornale spagnolo La Razon:

“México estudia el caso de una médica con encefalitis tras la vacuna de Pfizer
“Con la evidencia científica disponible de los ensayos clínicos de la vacuna Pfizer-BioNTech BNT162b2 contra el virus SARS-CoV-2, ninguna persona había presentado antes encefalitis luego de la aplicación de la vacuna”, informó este sábado la Secretaría de Salud (SSa) en un comunicado.

La dependencia del Gobierno precisó que la mujer es una médica de 32 años del Instituto Mexicano del Seguro Social (IMSS) en el norteño estado de Nuevo León, donde recibió el fármaco esta semana.

La doctora, afirmó la SSa, tiene antecedentes de reacciones alérgicas a medicamentos como trimetroprim con sulfametoxazol, un antibiótico que combate infecciones urinarias.

Su diagnóstico inicial es encefalomielitis, que se describe como un ataque breve pero intenso de inflamación en el cerebro, usualmente por una infección viral.

La mujer presentó erupción cutánea, crisis convulsivas, disminución de la fuerza muscular y dificultad respiratoria, en la siguiente media hora a la aplicación de la dosis.

“La reacción se detectó dentro del área de observación específica de la célula de vacunación en la que la doctora recibió su vacuna”, indicó la SSa”.

Fonte: La Razon.es

Traduzione: Luciano Lago

17 Commenti
  • Farouq
    Inserito alle 19:55h, 02 Gennaio Rispondi

    Esatto, la battaglia deve essere questa, rifiutare assolutamente i vaccini sperimentali e chiedere con forza quelli tradizionali che hanno una lunga storia consolidata

    Anzi, chiedere a gran voce il perché di questi vaccini sperimentali visto che già esistono quelli tradizionali e sicuri

    Fare polemica sul tipo di vaccino e non sul rifiuto di vaccinarsi

    Sbandierare la salute degli individui come fanno loro, accusarli di bloccare l’uso dei vaccini sicuri

    Ci siamo

    • Nexus
      Inserito alle 20:23h, 02 Gennaio Rispondi

      Deve esserci la libertà di scegliere… come prevede la Costituzione.
      Per rintuzzare le argomentazioni dei pro vax forse potrebbe essere utile far leggere a loro questo articolo:
      https://funnyking.io/archives/7297

      • silvia
        Inserito alle 07:39h, 03 Gennaio Rispondi

        concordo, ma loro se ne fregano della Costituzione. Non so come si possa obbligarli a rispettarla

    • Manente
      Inserito alle 23:50h, 02 Gennaio Rispondi

      Esatto ! Fermo restando che il vaccino non può essere imposto per legga, il terreno sul quale bisogna stanare il governo non è sul si o no al vaccino, ma su quale vaccino è lecito usare, se quelli RNA che agiscono sul codice genetico di chi li assume, oppure su quelli tradizionali come Astrazeneca e Sputnik V che non presentano questi rischi !!!

  • rossi
    Inserito alle 20:14h, 02 Gennaio Rispondi

    Io a questo punto mi fiderei solo più dei vaccini Russi, le consociate a bigpharma potrebbero mettere ogni porcheria dentro anche ai vaccini tradizionali….. non è nell’interesse dei Russi perseguire politiche malthusoniane e ne di controllo totale…. la Russia oggi è una delle civiltà più mature e aderente ai principi dell’umanesimo.

  • Farouq
    Inserito alle 20:38h, 02 Gennaio Rispondi

    Letto da qualche parte:

    Nel caso dei vaccini a Rna – rispondono i tecnici dell’Iss – invece si inietta l’’istruzione’ per produrre una particolare proteina, detta proteina ‘spike’, che è quella che il virus utilizza per ‘attaccarsi’ alle cellule. La cellula produce quindi da sola la proteina ‘estranea’, che una volta riconosciuta fa attivare la produzione degli anticorpi”.

    È terribile, l’organismo produce qualcosa contro il quale combattere

  • Teoclimeno
    Inserito alle 20:51h, 02 Gennaio Rispondi

    A leggere certe notizie c’è da rimaner basiti. Transeat se a farsi vaccinare è il covidiota della porta accanto, ma un medico…

    • Niko
      Inserito alle 22:59h, 02 Gennaio Rispondi

      ma nessuno vieta al proprio vicino covidiota di prendere una laurea in medicina

      • Teoclimeno
        Inserito alle 05:40h, 03 Gennaio Rispondi

        Egregio Signor NIKO, ha proprio ragione: i “covidioti” sono una categoria trasversale. Molti cordiali saluti e tanti auguri di buon anno. TEOCLIMENO

  • mondo falso
    Inserito alle 22:48h, 02 Gennaio Rispondi

    felice che stanno male

  • eusebio
    Inserito alle 09:47h, 03 Gennaio Rispondi

    Medici e infermieri vaccinati con il vaccino genico di Pfizer e Moderna in giro per il mondo stanno morendo come le mosche, una infermiera americana del Tennessee è praticamente morta in diretta, l’hanno vaccinata davanti alle telecamere, poi è svenuta mentre la intervistavano e quindi è finita in rianimazione, successivamente dopo poche ore sarebbe morta.
    Non a caso big pharma sta cercando di spingere i governi occidentali a vaccinare più gente possibile prima che le notizie sul numero dei morti si diffondano, per noi che non siamo personale sanitario c’è la fortuna che visto che i professionisti che ci devono vaccinare saranno sterminati in massa in poche settimane poi non ci sarà nessuno che ci farà il vaccino.
    Prepariamoci ad alcuni anni di medicina fai da te per mancanza di personale medico.

    • giorgio
      Inserito alle 11:12h, 03 Gennaio Rispondi

      Concordo Eusebio …… lo “sfoltimento” del personale medico per opera del vaccino meriterebbe un brindisi ……. l’applicazione della pena del contrappasso …..

  • Franco
    Inserito alle 09:54h, 03 Gennaio Rispondi

    Mi chiedo come si possa continuate a confondere un vaccino con la cura. Forse con il panico diffuso fra la gente e l’ignoranza e l’ottusità già presenti grazie alla solerte opera delle varie “muse” televisive dispensatrici di cafoneria quotidiana? Se il vaccino serve a prevenire la malattia, la cura serve a debellarla quando questa si è già presentata. Oggi la malattia è già presente e a detta dell’industria della informazione, della scienza finanziata dalle multinazionali del farmaco e dai truffatori dei numeri continuerebbe a mietere vittime. Il vaccino non può quindi essere scambiato con la cura. E se è vero che un corona virus è caratterizzato dalla propensione di cambiare continuamente, come e sulla base di cosa può essere messo in circolazione un vaccino confezionato relativamente ad una minaccia virale che ad oggi sarebbe oramai mutata milioni di volte? Come può essere che dei medici cadano nel tranello? E che invece di visitare i pazienti e prescrivere vitamina C e vitamina D, una sana alimentazione e una vita tranquilla alla faccia degli interessi delle industrie si lascino iniettare delle porcherie, per dimostrare poi ad una platea di ebeti che quelle porcherie non fanno male, crollando esanimi?

    • Niko
      Inserito alle 13:01h, 03 Gennaio Rispondi

      Semplice, perche la gente ormai e rincogli0nita, Ieri parlavo con un tipo e volevo mostragli e spiegargli con prove delle cose gli facevo dei collegamenti su Soros, e lui mi rispondeva che Soros e’ un Filantropo..
      Poi gli ho chiesto : E Bill Gates ?? Lui mi ha risposto, E’ filantropo pure Lui…
      E cosi ho girato le spalle e ho abbandonato la discussione.

      (Sfido chiunque se poteva continuare al mio posto se non augurargli una doppia dose di vaccine a breve termine…(a parte che sapeva dire e rispondere solo “complottista” )

  • Kaius
    Inserito alle 16:04h, 03 Gennaio Rispondi

    Un vaccino per un virus che non esiste….
    Un vaccino che in realtà è veleno….
    Accipicchiolina

  • Leopardo
    Inserito alle 16:12h, 03 Gennaio Rispondi

    Forse facciamo male ad ostacolare la diffusione del vaccino, il quale presenta dei vantaggi. Infatti ci aiuta a liberarci della parte più ottusa della popolazione.
    Solo un idiota totale può accettare che venga iniettato nel suo organismo, a livello molecolare e dunque in un sistema di una complessità mostruosa in quanto derivante da milioni di anni di evoluzione, una sostanza estranea che, come tale, in un arco di tempo indefInito, può scatenare reazioni micidiali ed ovviamente invalidanti quando non mortali, trattandosi di un processo meramente di matrice schizoide,del tutto irragionevole e contro natura.

  • giorgio
    Inserito alle 18:45h, 03 Gennaio Rispondi

    Ha ragione Leopardo ….. non tutti i mali vengono per nuocere …… spero vivamente che il vaccino ci liberi della parte più ottusa dei nostri simili …..
    se sfoltimento deve essere che inizi dai servi felici di questo sistema …… magari noi (cattivi negazionisti) ora in minoranza diverremo maggioranza …. senza necessità di sparare un colpo …. ma attendendo sulla riva del fiume che passino i cadaveri di chi merita l’estinzione …..

Inserisci un Commento