Convogli militari statunitensi finiscono sotto granate con propulsione a razzo, attacchi con bombe nella Siria orientale: rapporto


Secondo quanto riferito, le forze militari statunitensi nel nord della Siria sono state prese di mira in due distinti attacchi mediante granate a propulsione a razzo (RPG) e attacchi con bombe, nella provincia orientale della Siria di Dayr al-Zawr, tra il ribollente risentimento pubblico per la presenza delle truppe di occupazione nella regione.

Il servizio arabo dell’agenzia di stampa russa Sputnik , citando fonti locali che parlavano in condizione di anonimato, ha riferito che un gruppo di aggressori non identificati ha sparato granate a propulsione a razzo contro un convoglio militare statunitense mentre attraversava la città di al-Busayrah nella parte orientale. fianco della provincia giovedì presto.

Non ci sono stati rapporti immediati sulle vittime tra le truppe americane o sull’entità dei danni inflitti.

Le fonti hanno aggiunto che l’attacco ha innescato un feroce scambio di colpi di arma da fuoco, con decine di miliziani sponsorizzati dagli Stati Uniti e guidati dai curdi affiliati alle cosiddette forze democratiche siriane (SDF) che hanno riportato ferite nell’attacco.
Questi sono stati portati negli ospedali da campo vicini per ricevere cure mediche.

Le fonti hanno evidenziato che i militanti delle SDF sostenuti dagli Stati Uniti hanno successivamente isolato l’area e impedito l’ingresso e l’uscita delle persone. Si potevano anche vedere diversi elicotteri militari statunitensi librarsi sopra la testa.

Le fonti hanno continuato dicendo che le forze americane hanno calato gli elicotteri nel villaggio di al-Kassar vicino alla città di al-Busayrah e hanno arrestato l’imam della moschea al-Safa nella città, Abdul Majeed al-Ghannam, insieme a tutto il suo famiglia.

Le truppe Usa hanno anche arrestato lo sceicco Abu Bilal, l’imam della moschea al-Ta’as, che si trova all’ingresso di Busayrah.

Forze di occupazione USA in Siria

Ore prima dell’assalto di Busayrah, persone non identificate avevano fatto esplodere un ordigno esplosivo mentre un convoglio militare statunitense si stava dirigendo verso il giacimento petrolifero di al-Omar vicino alla città di al-Shuhayl, nella campagna orientale di Dayr al-Zawr, ma non ci sono stati feriti riportati.

Truppe americane e attrezzature militari sono state di stanza nel nord-est della Siria, con il Pentagono che sostiene che lo spiegamento delle truppe è destinato a proteggere i giacimenti petroliferi nell’area da sporadici attacchi Daesh e impedire che le riserve energetiche cadano nelle mani dei terroristi Takfiri.

Il 18 marzo, il ministro siriano del petrolio e delle risorse minerarie Bassam Tomeh ha detto al telegiornale statale e in lingua araba di al-Ikhbariyah siriano che le riserve di petrolio nel paese arabo colpito dalla guerra sono state saccheggiate dalle forze armate statunitensi e dai suoi alleati Takfiri gruppi terroristici.

Ha sottolineato che Washington ha il controllo del 90% delle riserve di greggio nella Siria nord-orientale ricca di petrolio.

L’ex presidente Donald Trump aveva ammesso apertamente in diverse occasioni che il petrolio era la ragione principale che manteneva le truppe statunitensi in Siria.

Gli Stati Uniti hanno confermato il loro saccheggio del petrolio siriano durante uno scambio di audizioni al Senato tra il senatore repubblicano della Carolina del Sud Lindsey Graham e l’ex segretario di stato americano Mike Pompeo alla fine di luglio dello scorso anno.

Pompeo ha confermato per la prima volta durante la sua testimonianza alla Commissione per le relazioni estere del Senato il 30 luglio 2020 che una compagnia petrolifera americana inizierà le sue attività nella Siria nord-orientale, controllata dai militanti delle SDF.

Il governo siriano ha condannato fermamente l’accordo, affermando che l’accordo era sigillato per saccheggiare le risorse naturali del paese, inclusi petrolio e gas, con il sostegno dell’amministrazione Trump.

Fonte: Press Tv

Traduzione. Luciano Lago

3 Commenti
  • antonio
    Inserito alle 17:15h, 22 Aprile Rispondi

    yankee-zion ladroni nella storia dell’ umanità

  • Mardunolbo
    Inserito alle 00:17h, 23 Aprile Rispondi

    Attacco solo con RPG ? Mortai si dovevano usare , e massacrare un po’ di ameri-cojons insieme alla loro teppaglia curda ! Una tale spavalderia nell’occupare pezzi di nazione sovrana, va bastonata a sangue…

  • atlas
    Inserito alle 00:20h, 23 Aprile Rispondi

    anche granate con propulsione a cazzo contro gli usa sarebbero andate bene lo stesso

    basta che gli si ficchino nel culo

Inserisci un Commento