Conte e Greta, nuovi eroi della stampa di regime

di Ettore Savini

Che tristezza leggere i giornali, ascoltare la radio o guardare la tv: i paladini della libera stampa e dell’informazione “pura” fanno a gara per lodare i loro nuovi eroi e per attaccare i nemici di sempre, coloro che non stanno con i potentati economici e finanziari, con l’Europa e con la sinistra salottiera, che decide le linee editoriali dei giornaloni e delle tv di regime.

Così, nelle ultime settimane abbiamo scoperto che quello che fino a metà estate altro non era che un prestanome, un premier per conto terzi, oggi è uno statista, destinato a ripercorrere le orme di grandi politici. Sì, parliamo proprio di Giuseppe Conte, il presidente del Consiglio con la poltrona incollata ai pantaloni, passato disinvoltamente da un governo con i sovranisti di Salvini a un esecutivo con i post-comunisti di Zingaretti.

Quel Conte già definito inetto e incapace, telecomandato dai suoi due vice-premier Salvini e Di Maio (questo scrivevano i giornaloni), ma adesso diventato un politico attento alle esigenze dei cittadini, capace di interpretare i bisogni del popolo. Magia dell’alleanza col Pd, che, poi, è l’azionista forte della Tv di Stato e dei fogli più importanti che troviamo in edicola e il vero punto di riferimento dell’Europa prona alla finanza.

Insomma, quello che un’informazione libera dovrebbe additare come il peggior governo della storia repubblicana – per tutta una serie di motivi, che vanno dal tradimento della volontà popolare all’impossibilità di tirar fuori qualcosa di buono da un accordo tra partiti che si sono scannati fino all’altro ieri, come Pd e 5Stelle – viene quotidianamente riempito di elogi smielati. E il bel faccino di Conte è sempre in prima pagina, online e sul cartaceo, a spiegarci le meravigliose azioni di questo esecutivo, a partire dall’accordo sui migranti, appena raggiunto in sede europea. “Una grande svolta – spiega il nostro illuminato premier, attaccando Salvini – Provocare e basta era inutile”.

Ma allora, avrebbero dovuto contestargli gli intervistatori, se fossero stati giornalisti e non servi, lui dov’era, quando Salvini batteva i pugni sul tavolo, per difendere l’Italia dall’invasione dei migranti? Perché non ha detto subito che sarebbe stato meglio un altro tipo di approccio, cosa, peraltro, tutta da dimostrare?

Ecco, nessuno si alza e chiede conto al presidente del Consiglio di questa sua giravolta. Troppo scontato, troppo professionale, per i rappresentanti di una categoria che, tranne rari casi, si è assuefatta alla voce del padrone, agli ordini categorici degli editori, a loro volta assoggettati ai voleri di una finanza tiranna e di una politica corrotta e incapace.

Siamo costretti, perciò, a leggere e ad ascoltare le lodi di Giuseppe Conte, siamo costretti a sorbirci le ramanzine di un’antipatica (eufemismo) sedicenne, che ci spiega quello che sappiamo da anni, ossia che, con le nostre azioni scellerate, stiamo distruggendo il pianeta. Se ce lo dice uno scienziato poco importa, finisce in decima pagina, ma se a parlare è Greta Thunberg, la nuova icona “green” dei salotti sinistrorsi, la copertina è assicurata. Tanto che il ministro dell’Istruzione, lui sì un vero “scienziato”, chiede che gli alunni che sciopereranno per il clima siano giustificati in automatico dai professori.

Follia pura, in definitiva, che nessuno sottolinea. Al contrario, anche il ministro Fioramonti riceve la sua dose di applausi da stampa e tv di regime, un po’ come tutti i grillini, incapaci fino a ieri, perché alleati della Lega, e fini politici oggi che vanno a braccetto con Zingaretti.

Virginia Raggi con il premier Conte

Aspettiamo con ansia l’accordo Pd-5Stelle a Roma: serviranno capriole e salti mortali dei lacchè di mestiere, per rivalutare anche Virginia Raggi, peggior sindaco della storia capitolina. Ma, ne siamo certi, arriverà anche questo momento.

http://www.ilpensieroforte.it/dibattiti/2643-conte-e-greta-nuovi-eroi-della-stampa-di-regime

Fonte: Il Pensiero Forte


8 Commenti

  • Cagliostro
    26 Settembre 2019

    Forte, salvini batteva i pugni sul tavolo poi passava dal verdini a farsi 2 bucatini alla matriciana e finiva tutto il, le navi delle ong sono entrate tutte, i bachini anche di respingimenti manco a parlarne, le 22 riunioni a Bruxelles hanno visto le poltrone della lega sempre e solo deserte, ci vuole una bella faccia tosta a voler difendere un elemento di tal fatta.

  • Max Dewa
    26 Settembre 2019

    Difatti salvini era un preservativo rotto non serviva a niente era ed e’ un servo di sion pero’ almeno era folkloristico dava l’impressione di voler far qualcosa faceva “LA difficile ” adesso invece I sinistri LA danno a tutti aprono I porti italiani come se l’Italia fosse LA zoccola d’europa , indecenti da vergognarsi d’essere italiani fanno entrare tutti entrano tutti senza documenti soldi un identita’ sembra di stare in un manicomio manicomio Italia naturalmente poi I Negri a essere senza soldi e lavoro impazziscono dopo non ci si puo stupire se cagano pisciano picchiano violentano spacciano ecc

  • Eugenio Orso
    27 Settembre 2019

    Conte, una merda voltagabbana dallo spessore di un foglietto di carta e Greta una bambina psichicamente disturbata (con elementi di autismo) sfruttata dalle puttane mediatiche e sub-politiche.
    Questa è la realtà.
    Siate pur certi che scioperando per “il clima” (e non per pensioni, redditi, posti di lavoro), adorando la bimba svedese squilibrata e incensando Conte finirete tutti nella merda più fonda e questo paese sarà allegramente distruttuo!

    Cari saluti ai lettori di Controinformazione e non agli idioti pro-Conte e pro_”Clima”!

  • Sed Vaste
    27 Settembre 2019

    Ma mi scusi signor Orso lei deve andare a fondo priima di sentenziare che conte e’ qui e LA’ ecc per me conte ha fatto solo bene quando gli ricapita piu Un occasioned del genere sedersi a capo Della. potenza industriale Seconda in Europa ,un professorino signor nessuno che chissa’ da quale fondo di sotto loggia massonica esce , E poi I Rivoli di grana che gli passeranno tra le Mani uhhhh! Ha fatto solo Bene Conte da morto di fame professorino cagato da nessuno manco Dai suoi colleghi docenti e ‘ passato ad essere I’ll N 1 , Gli ebrei con LA grana corrompono tutti se solo sti infami Giudei si degnassero di darmi un obolo anche a me … Potrei rinsavire …E invece … Mi vogliono come nemico

    • Eugenio Orso
      27 Settembre 2019

      Allora dovremmo dire che se ci daranno soldi e “fama” anche a noi, come si suppone li abbiano dati allo scialbo Conte, venderemo il culo ai finanz-global-anglo-giudaici buttando nel cesso i nostri principi, l’èthos, la fedeltà a un’idea, l’intima coerenza e persino la nostra dignità personale?
      Mi dispiace, ma come Idealista (perché in fondo lo sono) io non ci sto!

      Cari saluti

  • MDA
    28 Settembre 2019

    sed vaste è un provocatore.
    lasciatelo ai suoi deliri senza rispondergli.

  • Sed Vaste
    28 Settembre 2019

    Beh se mi si da del provocatore mi sta bene cerco di provocare una reazione cosa che mi sembra ormai molto difficile visto il clima di rassegnazione , sembrate ormai piu da obitorio che da barricate in piazza contenti voi

  • MDA
    28 Settembre 2019

    coglione.
    stai tranquillo che a rosarno e castelvolturno, sbirri e magistrati non ci vanno.
    a a mandare la sbirraglia di notte a casa tua ci mettono 5 minuti se ti leggono.
    coglione.

Inserisci un Commento

*

code