Conte denunciato per alto tradimento della Costituzione da Peluso

Dopo tanti proclami da parte dei suoi oppositori, il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte è stato denunciato per alto tradimento della Costituzione dall’avvocato di Napoli Cesare Peluso. Quest’ultimo ha depositato lo scorso 22 aprile, tramite raccomandata al Procuratore della Repubblica presso il Tribunale ordinario di Roma, una querela nei confronti del Premier, che per Peluso avrebbe violato diversi principi costituzionali nella gestione dell’emergenza coronavirus in Italia.
Conte denunciato per alto tradimento

Come spiegato dallo stesso avvocato ad Affaritaliani.it, Conte giustificherebbe il suo operato, e dunque i suoi poteri maggiorati, sfruttando ciò che la Costituzione gli garantirebbe solo se il paese fosse in stato di guerra, situazione che per Peluso non corrisponderebbe a quella attuale.
“Il punto principale – spiega l’accusatore – riguarda quanto ha sottolineato il giudice Sabino Cassese e cioè che quello che sta accadendo con la pandemia da coronavirus non è equiparabile a una guerra.

Pertanto non doveva essere applicato l’articolo 78 della Costituzione bensì l’articolo 117. Gli atti e i provvedimenti dovevano quindi essere presentati dal presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, e non dal premier. Conte è un professore universitario e non può non saperlo“.

Da parte di Giuseppe Conte ancora non c’è stata alcuna dichiarazione in merito all’accusa ricevuta da parte del collega Peluso, ma con ogni probabilità questa arriverà nelle prossime ore.
L’iniziativa di Peluso segue il pensiero su cui più volte le forze di opposizione, con Lega e Fratelli d’Italia su tutti, hanno provato a far leva per commentare il comportamento del Presidente del Consiglio, accusato di agire sempre senza sentire il parere delle altre forze politiche, specie su questioni delicate come il Mes o l’avvio della cosiddetta fase 2.

Nota: Si attende di sapere se la denuncia avrà un seguito. Si accettano scommesse

13 Commenti

  • MDA
    29 Aprile 2020

    bravissimo!!!!!

  • Man
    29 Aprile 2020

    Scommessa su cosa: sul Neo Fascismo tecnocratico? E poi Mattarella è dal barbiere…

  • michele
    29 Aprile 2020

    mattarella per primo dovrebbe essere denunciato……….il garante……..garante di che? ormai sappiamo di che purtroppo!!!

  • Teoclimeno
    29 Aprile 2020

    In Italia la Giustizia è un grande mercato delle vacche. Dove spesso e volentieri, il cliente viene venduto al miglior offerente, dal suo stesso avvocato. Non è un caso, che nel mondo, come qualità della Giustizia siamo al 29 posto.

  • Cozzi Ugo
    29 Aprile 2020

    Conte andrebbe messo in galera, per ingiusta detenzione cui ha costretto il popolo italiano.
    Ancor più grave che ha indistintamente equiparato i cittadini di regioni con pochissimi casi, rispetto a quelle con maggiore incidenza.
    Cosa senza senso, se non quello di un feroce atto di forza.
    Mattarella, garante della Costituzione?
    No anche lui è massime te colpevole

  • Nicholas
    29 Aprile 2020

    Speriamo che questa querela smuova qualcosa.

  • atlas
    29 Aprile 2020

    io, già per quel poco che sono stato nei cc, di masturbazioni con le carte non me ne sono mai fatte

    figuriamoci ora che sono spaparanzato sul greto del fiume in attesa

    sono CADAVERI democratici, tutti. Anche tutti quei duo siciliani che elemosinano più rispetto e importanza, sempre con metodi suinocratici, a quest’italia massone. Altri papponi servi, come tutti quelli che ancora indossano divise. Come amo gli animali, come odio questa gentaglia …

    • Monk
      29 Aprile 2020

      Gli animali sono adorabili, anche i miei amici ragnetti che mi difendono e fanno compagnia

      • atlas
        29 Aprile 2020

        il ragno è un’animale benedetto, c’è un Capitolo del Corano dedicato a questo animale

        • Monk
          29 Aprile 2020

          In questo caso concordo con il Corano ah ah ah

          • atlas
            30 Aprile 2020

            nei primi tempi dell’Islam Muhammad e Abu Bakr furono furono ricercati da nemici che li volevano uccidere. Muhammad disse all’amico: abbi fede. Si nascosero in una caverna nel deserto. Quando i nemici arrivarono nei pressi, notarono che un ragno aveva fatto una ragnatela all’entrata e quindi tirarono dritto pensando che essi non potessero essere là dentro

            io non uccido mai ragni a casa mia (a Gallipoli. A Milano non ce ne sono)

  • Sandro
    29 Aprile 2020

    Se ci si limita a quanto dettato dalla Costituzione e a scanso di interpretazioni peregrine divergenti, come non dar ragione al querelante? Ma anche se nessuno ha imbastito su di noi una dichiarazione di guerra, dai risultati, questa, sembra proprio tale.

    Di norma che fa l’aggressore? Pianifica l’attacco e prevedendo la controffensiva ne colpisce simultaneamente le fonti (es. Pearl Harbor -secondo interpretazioni). Questo aggeggio – il corona – che per non essere neppure un essere vivente, a me appare alquanto scaltro. Resiste a lungo “fuori di casa” a differenza di quelli che dovrebbero essere i suoi simili terreni, non infastidisce chi gli serve per diffondersi, non danneggia chi di norma viene colpito per prima per via delle deboli difese immunitarie in fase di formazione – i bambini-, risparmia il sesso femminile che deve provvedere a rimpiazzare le sue vittime, permette di rado a far sviluppare anticorpi e, quando non vi riesce, fa si che il corpo se ne dimentichi e, per finire, come nel caso di Pearl Harbor, ne impedisce la controffensiva “distraendo” gli addetti ai lavori -tutti i governi l’hanno sottovalutato.

    Di contro colpisce prevalentemente uomini, si, ma quelli comuni insieme ad altri che gravano economicamente unitamente alle loro compagne. Quando, invece, fa visita – così dicono – a quelli importanti, sembra migliorarne la salute. Un ministro inglese, infatti, appare meno confuso di prima, per non parlare di un nostro politico che si è ripresentato più ringiovanito. Si, muoiono soprattutto gli uomini, come nelle guerre vere a causa di quei cosi che cadendo al suolo fanno un rumore da morire. Ce strana coincidenza!

    • atlas
      30 Aprile 2020

      con quella costituzione antifascista e tutti i nuovi codici poi, i Duo Siciliani, quelli veri, quelli Nazionalisti, ci possono avvolgere il pesce fresco dei nostri mari

      PER TUTTI QUEI DUO SICILIANI SCANDALIZZATI PER LE PAROLE DI FELTRI: COME NON CONOSCETE GL’ITALIANI…

      SE LI CONOSCESTE VERAMENTE BENE, SAPRESTE CHE QUELLE SONO LA NORMA E LE REGOLE

      FELTRI E’ UN DIRETTORE DI UN QUOTIDIANO AFFERMATO, CHE PIACCIA O NO

      FIGURIAMOCI COSA NE PENSANO COLORO CHE MUNGONO VACCHE NELLA VAL BREMBANA…

      METTETEVI IN TESTA CHE CI FU UNA GUERRA. CON TESTE TAGLIATE

      ORA TUTTI FRATELLI ? SI’, MASSONI PERO’, DA DELL’UTRI A BERLUSCONI, AI ‘GIUDICI COMUNISTI’ PASSANDO PER RIINA E MORETTI

      L’UNICO ITALIANO CHE ANCORA STIMO VERAMENTE E DI PIU’ E’ BENITO MUSSOLINI: COL FASCISMO C’ERA FRA DUO SICILIANI E ITALIANI DEL CAMERATISMO. ED ERAVAMO TUTTI SUPERIORI, NESSUN INFERIORE

      noi non abbiamo bisogno di rifare nulla, gl’italiani sì. A noi basta rimettere in vigore la Costituzione delle Due Sicilie del 1861. Vogliamo Leggi Napolitane e Siciliane, abbiamo tutto, non necessitiamo di regole massoni liberali fatte a T’orino o Milano

Rispondi a atlas cancella risposta

*

code